Referendum fiscale: prove di Sinistra Unita?

di Red

Nonostante aver avuto a disposizione praticamente solo tre settimane, la sinistra unita e capeggiata da UNIA è riuscita a raccogliere ben 11'000 firme per il referendum contro i regali fiscali ai super ricchi.

È questo un evento importante, sul quale bisognerà riflettere bene. Qui solo qualche commento a tutta velocità.

Prima di tutto questa riuscita dimostra cosa può raggiungere la sinistra in questo cantone quando si batte unita e con decisione.

 

Attorno all’Epifania, quanto le firme raccolte erano pochissime, quasi nessuno all’infuori del gruppo promotore pensava che fosse ancora possibile raggiungere il traguardo delle 7'000 firme. E invece con uno sforzo straordinario e ben coordinato ce l’abbiamo fatta.

 

Tutta la discussione su questo referendum ha però anche chiaramente mostrato dove passa la linea di demarcazione tra la sinistra e quelle forze, che pur richiamandosi nominalmente ancora socialismo, si sono ormai definitivamente abituate ad ogni tipo di compromesso con le forze borghesi.

 

Da tutto ciò dovremmo trarre le debite conseguenze e per quanto riguarda noi del forum, sicuramente ci sentiamo stimolati a rilanciare la nostra proposta del Fronte Alternativo.

 

Per intanto è soprattutto importante non addormentarsi: abbiamo vinto una battaglia, non ancora la guerra! Il proseguimento di questa lotta, che ha un alto valore simbolico, e dovrebbe anche permetterci di consolidare ulteriormente l’unità della sinistra.