Piazza Aperta

Rispetto dei diritti a colpi di WiFi?

leggi di più

Caro Käppeli, il diritto allo studio non vale solo in campagna elettorale

Gioventù Comunista

 

Prendiamo atto della proposta di aumentare il frazionamento delle borse di studio al master in prestiti, alzando la soglia minima dallo 0 al 25%, rendendo di fatto impossibile l’attuale frazionamento del 10% adottato dal governo.

leggi di più

Ri-Nazionalizzare La Posta per evitare la chiusura degli uffici postali!

 Partito Comunista

 

La popolazione dovrebbe sempre potersi opporre mediante una raccolta firme in caso di chiusura di un ufficio postale!

leggi di più

...PROPOSTE INDECENTI...

leggi di più

Nazionalizzare l’AGIE per salvare l’occupazione in Ticino!

Partito Comunista

 

I vertici aziendali della AGIE-Charmilles hanno licenziato 14 lavoratori, fra cui residenti in età non più giovane e con figli a carico. I posti di lavoro precari occupati da interinali, invece quelli rimangono al fine di diminuire ulteriormente i salari e peggiorare le condizioni di lavoro per tutti i dipendenti del sito industriale.

leggi di più

E' inaccettabile che le famiglie paghino come una grande azienda!

Partito Comunista

 

Dopo l'approvazione della tassa sul sacco, il Consiglio di Stato aveva fissato un termine per permettere ai Comuni di adeguare i rispettivi regolamenti comunali sui rifiuti.

leggi di più

La persecuzione politica di Nekane Txapartegi continua

leggi di più

Le banche stanno rompendo i polmoni: basta investimenti nell'industria fossile!

 

Coordinamento cantonale Sciopero per il Clima

 

Il cambiamento climatico è dettato principalmente dalle emissioni di CO2 immesse nell’atmosfera e da questa certezza scientifica si potrebbe pensare che la Svizzera, in quanto territorio piccolo e nel cuore dell’Europa, non sia uno dei principali responsabili del surriscaldamento del pianeta.

leggi di più

kering: lacrime da coccodrillo

Unia Ticino

 

8 maggio 2018: è questa la data in cui UNIA aveva annunciato come ineluttabile la partenza del gruppo Kering dal Ticino.

 

leggi di più

Avanti a tutto verde!

le Giovani Verdi

 

Venerdì 24 maggio i giovani di tutto il mondo si mobiliteranno in nome del clima.

leggi di più

Non solo miele, ma fondamento per la sicurezza alimentare

Cristina Gardenghi, le Giovani Verdi

 

Oltre alle api mellifere, esistono in tutto il mondo più di 16'000 specie selvatiche. In Svizzera le varietà presenti sono 615, e capita di vederne svolazzare irrequiete rappresentanti nei campi di tutto il paese, alla ricerca di fiori ed infiorescenze dai più disparati colori.

leggi di più

Votazioni, a rischio è la democrazia diretta

I Verdi del Ticino

 

Siamo delusi per l’esito del voto sulla riforma fiscale federale e sull’iniziativa delle officine ed esprimiamo amarezza per la modalità in cui questi soggetti sono stati posti in votazione.

 

leggi di più

Autogestione: Lugano ha scelto il muro contro muro!

Associazione AIDA

 

Come associazione che difende il principio dell’autogestione non possiamo che biasimare il municipio e la maggioranza del consiglio comunale per come stanno gestendo il futuro del sedime dell’ex macello!

leggi di più

L'autogestione è viva, Lugano progetta spazi morti

Collettivo Morel

 

Lunedì la città ha perso una grande occasione di mostrare coraggio politico e lungimiranza, votando per un progetto di ristrutturazione che rifiuta di tenere conto della presenza decennale del centro sociale autogestito il Molino negli stabili dell'ex-Macello comunale.

leggi di più

RFFA, la fregatura del secolo

Damiano Bardelli, ForumAlternativo

 

Tra pochi giorni saremo chiamati a votare sul controverso progetto chiamato “Riforma fiscale e finanziamento dell’AVS” (RFFA), che lega gli ennesimi sgravi fiscali per le grandi imprese ad un’iniezione di denaro nelle casse dell’AVS, in barba al principio di unità della materia, seguendo il modello della famigerata “riforma fiscale-sociale” ticinese passata l’anno scorso per una manciata di voti.

leggi di più

Officine: "la calunnia è un venticello…"

Gianni Frizzo

 

“Non possiamo controllare le malelingue degli altri; ma una vita retta ci consente di ignorarle.”

leggi di più

Basta falsità sulle Officine!

Alessandro Robertini

 

Da settimane i contrari all'iniziativa "Giù le mani dall'Officina" vanno sciorinando tre o quattro argomentazioni che si possono trovare sul loro sito e che ripetono come un mantra cambiando di volta in volta l'officiante, ....

leggi di più

Giù le mani dalle officine, ora come allora!

I Verdi del Ticino

 

Invitiamo a sostenere l’iniziativa volta a salvaguardare l’occupazione industriale e artigianale e per rafforzare il potere contrattuale del Ticino.

leggi di più

Venezuela: le sanzioni USA hanno ucciso 40.000 persone nel 2017 e 2018

Alba Suiza

 

Siamo convinti che le giornaliste e i giornalisti in Svizzera s'impegnano nell'offrire ai propri lettori un'informazione di qualità ed obiettiva sulla situazione nella Repubblica bolivariana del Venezuela.

leggi di più

Perché votare no alla RFFA

Ivana Zeier

I Verdi del Ticino

 

Il 19 maggio torneremo a votare sulla riforma fiscale e sul finanziamento dell’AVS, questa volta uniti in un’unica iniziativa la RFFA.

leggi di più

Riforma fiscale e Officine: i silenzi del Ps

Alessandro Robertini membro Comitato cantonale PS

 

Nell'ultima seduta di Comitato il Partito socialista sezione ticinese del PSS è uscito con due indicazioni di "libertà di voto", o meglio "non indicazioni", su due temi fondamentali per la sinistra.

leggi di più

19 maggio: un’occasione per unire la sinistra

leggi di più

Casse vuote e cittadini alla Cassa: No alla RFFA

I Verdi del Ticino

 

Siamo contrari agli sgravi fiscali per le aziende a scapito dei cittadini. La Riforma fiscale (abbinata furbescamente con delle misure di risanamento dell'AVS) appare come un grosso inganno. La popolazione pagherà di fatto di più per avere di meno.

 

 

leggi di più

Il PS sostenga l'iniziativa "Giù le mani dalle Officine"

Alessandro Robertini membro Comitato cantonale PS

 

Il prossimo 17 aprile il Comitato cantonale del Partito socialista sarà chiamato a prendere posizione sull'iniziativa "Giù le mani dalle Officine" in votazione il prossimo 19 maggio, volta a preservare l'occupazione attuale anche in un eventuale futuro stabilimento, verosimilmente a Castione.

leggi di più

Elezioni Cantonali 2019 - La sinistra radicale fa la differenza!

Partito Operaio e Popolare – Ticino

 

È un messaggio chiaro e forte quello mandato dall'elettorato ticinese in seguito alla Elezioni Cantonali appena trascorse. In un contesto di continua precarizzazione delle condizioni di vita delle classi popolari, le e i ticinesi hanno deciso di dare un maggiore sostegno a quella sinistra intransigente e d'opposizione.

leggi di più

Respingere la RFFA in votazione il 19 maggio

USS – Ticino e Moesa

 

La riforma della fiscalità e del finanziamento dell’AVS (RFFA) sottoposta in votazione il prossimo 19 maggio sopprime gli statuti speciali che permettono alle multinazionali di pagare pochissime imposte e, contemporaneamente, riduce fortemente l’imposizione delle aziende che realizzano profitti.

leggi di più

CLIMA: RISPOSTE IMBARAZZANTI DI UNA POLITICA BANDERUOLA

Veronica Bozzini* e Giulia Petralli*

 

I quattro dibattiti organizzati nella scorsa settimana dal ‘Movimento Sciopero per il Clima’ miravano a ottenere, dai politici ticinesi, ...

leggi di più

Fashion Valley: game over!

I Verdi del Ticino

 

Evasione fiscale e distruzione del territorio: basta privilegi ad aziende dannose per il Ticino. I Verdi chiedono a gran voce controlli più severi per le aziende della logistica e in generale nel mercato del lavoro e propongono misure concrete con una mozione.

leggi di più

Non è un paese per giovani

Zeno Casella, Partito Comunista

 

“Si è rotto l’ascensore sociale”: così titolava recentemente il domenicale Il Caffè, la cui inchiesta contribuisce a sfatare il mito ancora largamente imperante della “meritocrazia” e dell’imprenditorialità personale come mezzo di promozione sociale.

leggi di più

Che tipo di impresa vogliamo?

Marco Noi, I Verdi del Ticino

 

Da diversi anni, tra altre cose, seguo con particolare attenzione la politica economica cantonale. Il capo del DFE Christian Vitta tratteggia con estrema coerenza (questo gli va riconosciuto) un certo tipo di politica economica che tuttavia i Verdi non condividono.

leggi di più

Una sveglia per la politica dell’alloggio?

Edoardo Cappelletti, Partito Comunista

 

E’ notizia recente l’approvazione da parte delle Camere federali di un ulteriore credito di 250 milioni di franchi, spalmati su dieci anni, per la realizzazione di appartamenti a pigione moderata.

leggi di più

Giornale e caffè

Ul Visiga*

 

Perché mi interesso di politica? Se poi mi incazzo? Perché non posso farne a meno. Giovedì ho guardato un paio di spezzoni del Quotidiano. Servizio “Ultimo giorno in Gran Consiglio”. Si parla di una mozione del 2011 che propone il risanamento degli edifici esposti al radon. “In Ticino abbonda ed è la seconda causa di cancro ai polmoni”.

leggi di più

GAS contro l'unità a sinistra? Non scherziamo, su...

leggi di più

Il GAS è contro l’unità di sinistra?

leggi di più

Per una scuola emancipatrice e promotrice della parità

Sindacato SISA

 

Il Sindacato Indipendente degli Studenti e degli Apprendisti ha partecipato al flashmob unitario promosso dalle donne dell’Unione sindacale svizzera, durante il quale si sono espresse le rivendicazioni del movimento sindacale per una vera parità di genere.

leggi di più

Posta: tutti vogliono la regia federale? E allora votate la nostra iniziativa cantonale!

Partito Comunista

 

La piattaforma Smartvote in vista delle elezioni cantonali del prossimo 7 aprile ha posto una domanda fondamentale ai candidati: "Il Canton Ticino dovrebbe chiedere a Berna di ripristinare la regia federale della Posta (ovvero di rinazionalizzarla)?".

leggi di più

Anche i Comuni nel loro piccolo si incazzano

Andrea Stephani, I Verdi del Ticino

 

Si potrebbe descrivere così, parafrasando il celebre libro cult di Gino & Michele, lo stato attuale dei rapporti Cantone – Comuni.

 

 

leggi di più

Salario minimo. Profonda delusione

Graziano Pestoni, USS ticino e Moesa

 

3000 franchi per vivere non sono sufficienti. In Ticino molti guadagnano anche molto meno. È proprio per questo che la Commissione tripartita (rappresentanti padronali, sindacati e autorità cantonale) ha emanato oltre una decina di contratti normali di lavoro con salari minimi.

leggi di più

I sindacati sostengono l’iniziativa popolare “Giù le mani dalle Officine”

leggi di più

Trova la differenza

 Erika Franc, I Verdi del Ticino

 

Quest’anno la questione della presenza di donne in politica è giustamente salito alla ribalta. Ci sono molti fattori che influiscono sulla scarsa presenza di donne in politica.

 

 

 

leggi di più

Borse di studio: oltre al danno, la beffa!

Sindacato SISA

 

Il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti ha preso atto con grande delusione, e anche con una certa rabbia, della decisione della commissione scolastica di rinviare nuovamente il dibattito sul rafforzamento degli aiuti allo studio.

leggi di più

Il capitalismo non è un’idea, è una malattia

Flavio Pico, Lugano

 

In questi ultimi giorni mi sono soffermato nella lettura di un articolo apparso su L’Espresso. Un intervista di Marco Pacini a Boris Pahor “Il capitalismo non è un’idea, è una malattia che ci è passata nelle cellule”.

 

 

leggi di più

Rispettare la volontà popolare: salario minimo dignitoso!

 

Alessandro Lucchini, Partito Comunista

 

I cittadini ticinesi hanno espresso chiaramente la loro volontà: un salario minimo dignitoso. È scandaloso però che è dal 2015 che si è in attesa di concretezza.

leggi di più

Lotta ai fallimenti pilotati, la politica rinuncia

Sindacato Unia Ticino e Moesa

 

Ieri il parlamento ticinese ha discusso il Rapporto della Commissione della gestione e delle finanze sul messaggio dell’11 luglio 2017 concernente la riorganizzazione del settore esecutivo e fallimentare. Un rapporto che non offre alcuna risposta al fenomeno dei fallimenti criminosi “a scopo di lucro”, denunciato da uno studio di Unia nel 2017.

leggi di più

Seven25 anziché Binario 7: che non sia l’ennesimo fardello sulle spalle degli studenti!

Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti

 

Il SISA ha preso atto con cauto interesse la proposta delle FFS mirata a migliorare il trasporto pubblico rivolto ai giovani. Benché da un lato si vogliano integrare le zone urbane, andando di fatto ad estendere la validità dell’abbonamento...

leggi di più

Argo: il governo fa spallucce

I Verdi del Ticino

 

A due anni dallo scoppio dello scandalo arrivano finalmente gli elementi per capire meglio cosa è successo nell'amministrazione cantonale. La storia di un triste sistema di clientelismo tra PPD e PLR, incompetenza, amatori allo sbaraglio e politici che non si assumono delle responsabilità.

leggi di più

Sciopero per il clima: meno parole più fatti!

Alessandro Lucchini, Ass. OKKIO

 

L’Associazione OKKIO sostiene i tantissimi giovani scesi in piazza per chiedere delle risposte politiche immediate alle problematiche ambientali.

leggi di più

Mirante al cadreghino a scapito dei più deboli

I Verdi del Ticino

 

I Verdi constatano con sgomento che per Amalia Mirante, candidata al governo per il partito socialista, un salario di 19.- orari sia una soluzione praticabile per il Ticino.

 

 

 

leggi di più

“NON SI SPARA SULLA CROCE ROSSA”...E SE A SPARARE FOSSERO LORO?

Riceviamo e pubblichiamo

Collettivo R-Esistiamo

 

PRESIDIO CONTRO LA CROCE ROSSA E CONTRO CHI LUCRA SULLA VITA DELLE PERSONE

 

MERCOLEDÌ 13 FEBBRAIO ORE 15.00 Lugano Via alla Campagna, davanti alla Croce Rossa

leggi di più

INIZIATIVA CONTRO LA DISPERSIONE DEGLI INSEDIAMENTI: RISULTATO SIGNIFICATIVO IN TICINO

I Verdi del Ticino

 

Con 36% di voti a favore, l’iniziativa contro la dispersione degli insediamenti è stata bocciata. Il risultato ticinese, ben al di sopra della media nazionale, con il 42% di Sì dimostra che la problematica...

leggi di più

Fermiamo la cementificazione, salvaguardiamo gli spazi verdi

Matteo Buzzi, I Verdi del Ticino

 

Basta fare un giro in Ticino per rendersi conto che disastri sta ancora compiendo la cementificazione selvaggia del nostro stupendo territorio. Avanti di questo passo mi chiedo chi ancora vorrà visitare il Ticino tra qualche decennio quando i nostri terreni di fondovalle saranno cementificati fino all’ultimo centimetro quadrato.

leggi di più

Città e autogestione: qual è il punto d'arrivo di un rapporto mai riconosciuto?

Associazione AIDA

 

L'ultima presa di posizione del Sindaco Borradori, che si può leggere sul post "Nessuno spazio per l'autogestione all'ex Macello" del sito Ticinonews, è un'affermazione che si ...

leggi di più

Costruire il futuro dei nostri figli

Massimo Collura, I Verdi del Ticino

 

A chi non è capitato di guardare dal finestrino del treno o della propria automobile il territorio ticinese desolatamente frammentato e costruito in maniera sparsa senza un minimo di valore unitario?

 

 

leggi di più

Salario minimo: un “compromesso” che spalanca le porte al dumping salariale di stato

Sindacato Unia Ticino e Moesa

 

Parole, parole. Il titolo della celebre canzone, con cui Mina racconta una storia d'amore che si trascina vuota e senza passione, si presterebbe bene anche per descrivere il comportamento svogliato...

leggi di più

Stop alla bulimia di territorio

Marco Noi I Verdi del Ticino

 

In questo mese, fino al 10 febbraio, potremo esprimerci sull’iniziativa federale contro la dispersione degli insediamenti. L’iniziativa è stata promossa dai Giovani Verdi Svizzeri e sostenuta da altre associazioni giovanili, oltre che da associazioni vicine alla natura e partiti di sinistra.

leggi di più

Sul Venezuela, oggi

Carlo Curti, Lugano

 

Penso che ogni processo reale non possa essere esente da errori, fallimenti e contraddizioni. D’altronde chi apre nuovi sentieri non ha né mappe né manuali cui rifarsi.

 

 

 

leggi di più

Una storia che non viene raccontata, perché troppo scomoda – parte 2

PIAZZA APERTA - Collettivo R-Esistiamo

 

Alcuni giorni fa abbiamo raccontato la storia di un caro amico. H. è dovuto fuggire dal proprio paese e se ci dovesse tornare, verrebbe imprigionato e subirebbe torture e altre vessazioni.

leggi di più

Quando i giovani scendono in piazza

I Verdi del Ticino

 

I cittadini di domani ci stanno chiamando a gran voce ad assumerci le nostre responsabilità delle scelte scriteriate fatte nel recente passato. “La nostra casa è in fiamme, sta bruciando ora e non c’è più tempo” così parla Greta Thunberg giovane attivista svedese balzata recentemente agli onori della cronaca.

 

leggi di più

«Se l’ambiente fosse una banca, sarebbe già stato salvato»

Gioventù Comunista

 

Le parole di Hugo Chávez pronunciate al vertice climatico di Copenhagen nel 2009 sintetizzano bene il comportamento di molti governi, i quali tendono a porre in secondo piano le problematiche legate al clima rispetto ai profitti delle piazze finanziarie.

leggi di più

Via i soldi dei Ticinesi dalle fonti energetiche fossili!

Ronnie David I Verdi del Ticino

 

Quasi dieci anni orsono la scellerata decisione di investire denaro pubblico nel carbone tedesco. Ora, a 10 anni di distanza, quanto andavano dicendo i Verdi si sta rivelando vero.

leggi di più

Salvare l’ambiente si può, ma solo superando le regole del mercato!

Partito Comunista

 

Karl Marx, di cui è da poco passato il 200° anniversario della nascita, affermava che “ogni progresso compiuto dall’agricoltura capitalista equivale a un progresso non solo nell’arte di derubare l’operaio, ma anche in quella di spogliare la terra”.

leggi di più

Stop alla tossicodipendenza da asfalto!

Andrea Stephani

I Verdi del Ticino

 

Un metro quadrato al secondo, ovvero l’equivalente di otto campi da calcio ogni giorno. Si tratta della superficie che quotidianamente nel nostro paese viene cementificata e sacrificata sull’altare della crescita economica e della speculazione edilizia.

leggi di più

Verso lo sciopero femminista e delle donne

Seminario militanti Unia Ticino e Moesa

 

Le militanti e i militanti di Unia Ticino e Moesa si uniscono alla lotta delle donne svizzere e di tutto il mondo e sosterranno attivamente lo sciopero femminista e delle donne del 14 giugno 2019. Nel gennaio 2018 il Congresso delle donne USS ha lanciato la sfida di un nuovo sciopero delle donne in Svizzera nel 2019.

 

 

leggi di più

Officine: per il classico piatto di lenticchie

Marco Noi I Verdi del Ticino

 

Anche dall'ultimo dibattito a 60 minuti si è potuto comprendere che troppi sono i punti oscuri non chiariti dalle FFS e che queste possono permettersi di fare pressione sulla politica e sull’opinione pubblica ticinesi, affinché decidano senza i necessari approfondimenti.

leggi di più

Prepariamoci a respingere un nuovo furto fiscale

USS Ticino e Moesa

 

La settimana scorsa sono state consegnate le firme del referendum contro la RFFA (legge sulla riforma fiscale federale e il finanziamento dell’AVS). Con la RFFA si ripropone la logica ricattatoria seguente: stanziare fondi per un’assicurazione sociale fondamentale per la popolazione come l’AVS in cambio di sgravi fiscali miliardari a grandi imprese che realizzano enormi profitti.

leggi di più

Pianifichiamo in maniera sostenibile: stop alla cementificazione

Nicola Schoenenberger,

I Verdi del Ticino

 

Noi tutti subiamo le conseguenze negative del boom delle costruzioni - sempre più disperse sul territorio - avvenuto negli ultimi 50 anni.

leggi di più

Il Parlamento cantonale scrive una delle pagine più vergognose della sua storia

Movimento per il socialismo

 

È finita come era facile immaginare la vicenda dei rimborsi spesa del Consiglio di Stato. Dopo la sceneggiata dello scorso mese di dicembre (finita in parità), ecco la decisione finale odierna che conclude tutta la discussione con un nulla di fatto.

leggi di più

Dove eravamo rimasti? Seconda parte

PIAZZA APERTA - Carlo Curti

 

Alla sinistra divenuta ormai un optional emozionale nella corsa sfrenata al benessere aleatorio e rateizzato. Sì perché essa resta simpatica solo quando perde e simpaticissima se le prende di santa ragione. Nel passato più o meno prossimo, è accaduto un paio di volte, con Gorbaciov e Allende.

leggi di più

Trasporti pubblici gratuiti e scuole ecosostenibili: il SISA in lotta per il clima!

Il Sindacato Indipendente Studenti e Apprendisti

 

Stiamo osservando con interesse lo sviluppo degli “scioperi per il clima” (Klimastreik) in Svizzera tedesca e francese. Il movimento giovanile rivendica delle politiche più incisive a difesa del clima.

leggi di più

Da leggere velocemente, il territorio viene cementificato

Ronnie David, I Verdi del Ticino

 

La popolazione elvetica ha già parlato in passato in maniera chiara: é preoccupata per la continua espansione delle zone edificate. Espansione che ancora oggi, nonostante la nuova legge sulla pianificazione territoriale, continua a cementificare ogni giorno l’equivalente di 8 campi da calcio nel nostro paese. Ogni secondo lo spazio di 1 m2 viene sottratto a superfici agricole e boschive.

leggi di più

Una storia che non viene raccontata, perché troppo scomoda

PIAZZA APERTA frecciaspezzata.noblogs.org

 

In questi giorni in Ticino sono stati fatti vari fermi a persone di origine magrebina per costringerli al rimpatrio. Tra questi un caro amico, che da anni vive in situazioni aberranti, perché considerato illegale. X è ritenuto irregolare in quanto non possiede un documento d’identità, e perché all’epoca, anni 2000, quando fece domanda d’asilo gli fu negata.

leggi di più

Un Si convinto per preservare spazi verdi

Erika Franc, Bellinzona

 

Nel nostro cantone prevale ancora un’immagine tradizionale: quando si ha una famiglia ci vuole una casa monofamiliare con giardino. Per realizzare questo sogno si dimenticano le considerazioni critiche relative all’aspetto finanziario e organizzativo che comprende questa scelta.

 

leggi di più

Dove va la sinistra - prima parte

PIAZZA APERTA - Carlo Curti

 

Da nessuna parte o, meglio, notevolmente indietro che quasi, quasi non si vede più. Alla strenua difesa delle classi subalterne ha anteposto supponenza, puzza al naso e ritiro completo in quella moderna fortezza parlamentare “Bastiani”, un ridotto di eletti a distanza siberiana dal vivere quotidiano.

leggi di più

Quei bei vecchi tempi

Cristina Zanini Verdi del Ticino

 

“Ah, ma i bambini d’oggi non giocano più all’aria aperta!” “Ah, ma ai miei tempi stavamo fuori tutto il giorno e i genitori non si preoccupavano mai se attraversavamo la strada da soli!” “Ah, ma una volta correvamo nei prati e nei boschi fino a non aver più fiato!” Già, che belli i cari vecchi tempi.

leggi di più

Obbligatorietà scolastica fino a 18 anni: ottima proposta, ma sufficiente?

Sindacato SISA

 

Il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti ha preso conoscenza con soddisfazione della proposta del Consigliere di Stato Manuele Bertoli, ripresa da una precedente interrogazione del deputato Massimiliano Ay (PC), con la quale manifesta la volontà di alzare l’obbligatorietà scolastica fino a 18 anni (al posto degli attuali 15 anni).

 

 

leggi di più

Rifiuti: La Città guarda al passato

I Verdi - Bellinzona

 

Meno prestazioni in alcuni quartieri, più tasse per i cittadini e scarsa visione a favore dell’ambiente. La montagna ha partorito un topolino che si morde la coda. I Verdi in Consiglio Comunale a Bellinzona esprimono rammarico e delusione per le decisioni del Consiglio Comunale inerenti al regolamento rifiuti della Città.

leggi di più

Nessun regalo natalizio a multinazionali e superricchi: NO alla RFFA!

Sindacato SISA

Abbiamo preso atto con soddisfazione del lancio del referendum contro la riforma fiscale e sul finanziamento dell’AVS (RFFA) approvata dal Parlamento federale lo scorso settembre. In continuità con le battaglie condotte dal sindacato studentesco contro la Riforma 3...

leggi di più

Da Genova all’Argentina BENETTON reprime, devasta e assassina!

leggi di più

I sindacati approvano l’esito delle trattative

sindacati Unia e Syna

 

Nella giornata di oggi, 150 delegati della Conferenza professionale dell’Edilizia di Unia a Berna nonché 60 delegati della Conferenza dell’Edilizia di Syna a Olten hanno approvato il risultato negoziale che pone fine al conflitto edile. L’accordo era stato raggiunto dalle delegazioni negoziali il 3 dicembre, dopo 20 tornate di trattative e un aspro conflitto di lavoro.

leggi di più

No all’ingrandimento delle zone industriali

I Verdi del Ticino

 

I Verdi sono sollevati della decisione del Tribunale Federale di non permettere l'estensione della zona industriale di Locarno all'interno del Piano di Magadino. Il Ticino ha già esagerato a sufficienza negli ultimi 25 anni, cementificando l'equivalente di 52'000 campi da calcio!

leggi di più

Salario minimo: i padroni non hanno fretta!

Ronnie David

 

I Verdi del Ticino sono decisamente contrariati per il temporeggiare ingiustificato del Parlamento nell’applicazione della volontà popolare di introdurre salari minimi in Ticino. Gli imprenditori meno corretti continuano a guadagnare sulla pelle dei lavoratori rendendo difficile l'accesso al lavoro alle persone residenti, con la complicità di quei partiti che li rappresentano.

leggi di più

Modifica Lpol, serve maggiore coordinazione in ambito di cybercriminalità

leggi di più

L’Assemblea dei dipendenti SNL del Lago Maggiore ratifica il Contratto Collettivo di Lavoro

sindacati SEV, Unia e OCST

 

Dopo lunghi mesi di attesa e un’impegnativa negoziazione tra le parti, ieri sera l’assemblea dei dipendenti ha finalmente potuto votare il CCL valido da primo gennaio 2019 sul Lago Maggiore. Un voto unanime da parte dell’assemblea, che denota il grande sostegno di cui ha beneficiato il testo negoziato.

leggi di più

Abusi di polizia, ci vuole un'autorità giudiziaria indipendente

Partito Comunista

 

Gli abusi di Polizia purtroppo non mancano ultimamente nella cronaca del nostro Cantone. Azioni repressive contro un videoreporter a Chiasso, simpatizzanti neo-nazisti promossi di grado, e ancora pochi giorni fa la condanna per violenze contro un ubriaco.

leggi di più

Edilizia: Intesa raggiunta

sindacati Unia e Syna

 

Trattative su CNM, aumento salariale e pensionamento anticipato nell’edilizia. Zurigo, 3 dicembre: al termine di dure e lunghe trattative, la Società svizzera degli impresari costruttori (SSIC) e i sindacati Unia e Syna hanno raggiunto un’intesa sul rinnovo del Contratto nazionale mantello (CNM) per l’edilizia principale, il finanziamento del pensionamento anticipato a 60 anni e gli aumenti salariali per i prossimi due anni.

leggi di più

Il congedo paternità che fa tendenza

Alessandro Lucchini Partito Comunista

 

Anche a Stabio i neo-papà potranno godere di un congedo paternità di 20 giorni. Dopo Bellinzona e Castel San Pietro, un altro Comune ticinese compie un importante passo avanti per una socialità più vicina alle esigenze della popolazione.

 

 

 

 

leggi di più

Le trattative proseguono

sindacati Unia e Syna

 

Trattative sul Contratto nazionale mantello, l’aumento salariale e il pensionamento anticipato nell’Edilizia. I sindacati Unia e Syna e la Società svizzera degli impresari costruttori (SSIC) non sono riusciti a raggiungere un’intesa nel loro incontro di ieri a Olten. Una prossima tornata contrattuale è prevista per il 3 dicembre.

leggi di più

Una Svizzera aperta, a favore dei diritti

I Verdi del Ticino

 

I Verdi si rallegrano che il popolo svizzero abbia bloccato un’iniziativa pericolosa che con il pretesto dell’“autodeterminazione” sdoganava la volontà di mettere in discussione principi fondamentali per un vivere civile, come i diritti umani.

 

leggi di più

Autodeterminazione, un no tra due fuochi?

Edoardo Cappelletti Partito Comunista

 

Il prossimo 25 novembre saremo chiamati a esprimerci sull’iniziativa per l’autodeterminazione, un oggetto la cui complessità, va riconosciuto, non è sempre stato compensata dal consistente numero di contributi apparsi al riguardo.

 

 

leggi di più

NO AL MEGAPROGETTO DI CADRO. Salviamo il centro sportivo

Cittadini per il territorio del Luganese

 

C’era una volta una banca che costruiva un centro sportivo da destinare ai dipendenti. Mens sana in corpore sano. Lavoro, ma anche attenzione al tempo libero dei collaboratori. Tempi passati, ormai. La Banca della Svizzera italiana ha chiuso il suo centro di Cadro nel 2015.

leggi di più

No agli abusi, no allo spionaggio della popolazione

 Lisa Boscolo GISO

 

Il 25 novembre andremo a esprimerci sulla revisione della legge federale delle assicurazioni sociali che mette la base legale per la sorveglianza degli assicurati e delle assicurate.

 

 

 

leggi di più

Visita al CSOA, la cultura a portata di tutti

Dante Vanni, Lugano

 

Non conosco bene il tema dell'autogestione, né possiedo un bagaglio culturale sufficiente per poter parlare dell’anarchia. Ogni tanto passo al CSOA. Basta vedere la biblioteca, lo spazio Edo, per rendersi conto del valore che offre alla gente.

leggi di più

La Polizia rischia di sfuggire di mano anche a Gobbi

leggi di più

Chiediamo il ripristino delle ex-regie federali!

 USS-Ticino e Moesa

 

I prossimi 30 novembre e 1. dicembre si terrà a Berna il congresso quadriennale dell’Unione sindacale svizzera, la più grande centrale sindacale del nostro Paese. Allo stesso sarà presente una folta delegazione ticinese, rappresentativa dell’USS-Ticino e Moesa e delle Federazioni sindacali (UNIA, VPOD, Syndicom, SSM).

leggi di più

STORIE DI FIUMI

leggi di più

L’iniziativa “per l’autodeterminazione” è anche un attacco ai diritti sindacali e dei lavoratori

Sindacato Unia Ticino e Moesa

 

In vista dell’importante votazione del 25 novembre prossimo sull’ iniziativa popolare detta “per l’autodeterminazione”, il sindacato Unia Ticino invita le lavoratrici e i lavoratori a non farsi ingannare dagli slogan fuorvianti dei fautori della proposta.

leggi di più

La vera autodeterminazione non si raggiunge con la demagogia dell’UDC, ma con una Corte Costituzionale!

Partito Comunista

 

La sovranità nazionale è importante, certo, ma l’iniziativa UDC “per l’autodeterminazione” che consacra il primato della Costituzione federale sul diritto internazionale, è problematica e contraddittoria.

 

 

 

leggi di più

Sostengno al referendum contro la riforma fiscale federale e opposizione alla nuova base legale per la sorveglianza degli assicurati

Verdi del Ticino

 

Il Comitato cantonale dei Verdi del Ticino si è espresso all’unanimità a favore del referendum contro la nuova legge sulla riforma fiscale federale e il finanziamento dell’AVS. Il movimento ambientalista considera inaccettabile il ricatto che il parlamento federale vuole imporre ai cittadini.

leggi di più

NO alla liberalizzazione totale del mercato dell’energia elettrica

Associazione per la difesa del servizio pubblico

 

Abbiamo preso atto della proposta della consigliera federale Doris Leuthard sulla liberalizzazione totale del mercato dell'energia elettrica con forte preoccupazione. Siamo contrari alla liberazione, poiché favorisce l’energia derivante dal carbone e dal nucleare e mette in difficoltà le aziende pubbliche come l'AET.

 

leggi di più

Borse di studio? Gli studenti non dimenticano!

sindacato SISA

 

Mercoledì 7 novembre 2018, in vari istituti scolastici ticinesi studentesse e studenti hanno manifestato in difesa del diritto allo studio. Numerosi studenti hanno esposto degli striscioni, rivendicando la fine dei tagli al sistema di aiuto allo studio e perorandone il rafforzamento.

leggi di più