Piazza Aperta

Un Sì alla sovranità alimentare ponderato e ragionato

Cristina Gardenghi Ingegnere ambientale BSc

 

L’iniziativa per la sovranità alimentare intende promuovere maggiormente le strutture per la vendita diretta dei prodotti agricoli svizzeri vicine alla popolazione, così si potrà bypassare più facilmente la grande distribuzione, che rende i prodotti più cari grazie a margini lordi dei più alti in Europa (nel 2015 Migros avrebbe approfittato di un margine lordo del 40.2%, mentre Coop del 29.8%, come riporta il CdT in un articolo del 19 febbraio 2017).

leggi di più

Una casta sempre più lontana

I Verdi del Ticino

 

Le recenti vicende in Consiglio di Stato fanno capire che, indipendentemente dal colore politico, il partito di maggioranza assoluta attualmente in governo è quello del privilegio e dell’incapacità di percepire la pancia del paese.

leggi di più

SIAMO AL BUIO

leggi di più

Risoluzione USS sull’iniziativa UDC contro la libera circolazione

USS-Ticino e Moesa

 

Per combatterla è indispensabile proteggere molto meglio i lavoratori e le lavoratrici dal dumping salariale e sociale. Gli accordi sulla libera circolazione delle persone tra Svizzera e Unione europea sono una grande opportunità per lavoratori e studenti che possono muoversi liberamente, sia per ragioni di lavoro, sia per studi.

leggi di più

Basta fragole a Natale

Francesco Mismirigo I Verdi del Ticino

 

Il modo di fare la spesa è decisamente cambiato. In Svizzera e nella maggior parte dei Paesi europei, grazie anche a sensibilizzazioni e informazioni fornite da associazioni di consumatori e dai media, il cittadino è più attento a cosa acquista, alla qualità e alla provenienza. E’ più critico.

leggi di più

Un accordo salariale con decurtazioni di oltre 1000.- Fr. al mese è semplicemente inaccettabile!

Sindacati Sev, Unia e OCST

 

Contratto Collettivo: di Lavoro ex dipendenti NLM, sindacati e maestranze chiedono l’intervento dell’Ufficio Cantonale di Conciliazione.

leggi di più

Alimenti equi: solidarietà qui e altrove

Lisa Mazzone Consigliera Nazionale Ginevra

 

Mangiare consapevolmente e senza nuocere alla salute deve diventare la regola e non essere riservato solo a chi può permetterselo. I consumatori non hanno mai chiesto di mangiare carne trattata con ormoni o uova di galline allevate in batteria.

leggi di più

SÌ alla sperimentazione della “Scuola che verrà”

I Verdi del Ticino

 

I Verdi avevano espresso, in occasione della consultazione del marzo 2017, parecchie osservazioni critiche sul progetto “la scuola che verrà”. Nel frattempo il progetto è stato opportunamente ritoccato in alcuni punti particolarmente dibattuti, e bisogna dare atto al DECS di aver preso sul serio le critiche. Le nostre perplessità di fondo però rimangono.

leggi di più

In campo a favore dell’agricoltura svizzera!

Massimiliano Ay Partito Comunista

 

Un’elaborazione di Paul McMahon dei dati FAO sulla produzione ed il consumo di calorie in 170 nazioni, situa la Svizzera nella categoria dei paesi ricchi importatori di cibo: il nostro Paese produce una proporzione molto bassa del proprio fabbisogno ma ha molto denaro per importare le necessarie derrate alimentari.

leggi di più

Pianificazione del comparto Valera, un insulto!

I Verdi del Ticino

 

 

Le indiscrezioni apparse sulla stampa in merito al possibile contenuto della pianificazione futura di Valera discussa durante l’incontro tra il Direttore del Dipartimento del territorio e il Municipio di Mendrisio lasciano i VERDI esterrefatti.

leggi di più

Sì alla sovranità alimentare

Lea Ferrari coord. "campagna per la sovranità alimentare" Ticino

 

Ad inizio stagione si esprimeva sulle pagine dell'Agricoltore Ticinese Andrea Zanini con toni caldi che testimoniavano di una situazione infelice per il reparto ortofrutticolo ticinese: i magazzini della FOFT erano pieni e il consumatore, guardando solo al proprio borsino, sceglieva il prodotto meno caro e quindi d’importazione.

leggi di più

L'Udc incentiva e promuove la migrazione

Matteo Buzzi Verdi del Ticino

 

L’UDC quatto quatto e contrariamente a quanto possa far credere sta mettendo in piedi un grande programma per incentivare e promuovere la migrazione.

leggi di più

Una sperimentazione insidiosa, ma da sostenere

Sindacato SISA

 

Onde evitare malintesi, va prima di tutto chiarito un punto: il progetto di riforma promosso in questi anni dal DECS (che non riguarda unicamente “La scuola che verrà”) è ben lontano dalle aspettative che nutriamo in quanto studenti.

leggi di più

Alimenti equi: sì a salari dignitosi anche in agricoltura!

Francesco Maggi Verdi del Ticino

 

La libera circolazione produce concorrenza tra i lavoratori e salari vergognosamente al ribasso.

leggi di più

L’autogestione all’ex Macello è uno spazio di libertà

 Sergio Roic PS Lugano

 

 Per poter parlare con cognizione di causa dell’autogestione a Lugano è utile cominciare con un po’ di storia.

leggi di più

Privatizzare le autostrade è irresponsabile. A Berna stanno dando i numeri?

Partito Comunista - Ticino

 

Le vie di comunicazione non devono essere esternalizzate: esse appartengono alla collettività e devono dunque essere gestite dall’Ufficio federale delle strade!

leggi di più

AEROPORTO, DALLE STELLE ALLE STALLE

 

I Verdi del ticino

 

La notizia del fallimento di SkyWork non fa che confermare quanto il nostro movimento sostiene da anni: l’aeroporto di Lugano-Agno è morto ed è ora di ripensare il suo futuro.

 

leggi di più

Il Corriere del Ticino ha violato la Dichiarazione dei diritti e dei doveri del giornalista

Sindacato Unia Ticino e Moesa

 

Caso Argo 1, Il Consiglio della Stampa accoglie i ricorsi di Unia e di altri. Il Consiglio svizzero della Stampa, accogliendo i reclami presentati dal sindacato Unia e da altri ricorrenti, ha confermato che il Corriere del Ticino ha violato più disposizioni della Dichiarazione dei doveri e dei diritti del giornalista e delle relative Direttive.

leggi di più

Io non mangio lo sfruttamento

Ronnie David I Verdi del Ticino

 

Nelle scorse settimane la cronaca è stata funestata da due drammatici incidenti stradali nella vicina penisola. Oltre all’esplosione dell’autocisterna vicino a Bologna, lo stesso giorno vi è stato un incidente stradale in Puglia che ha causato la morte di 12 braccianti agricoli stipati in un camioncino come se fossero semplicemente merce.

leggi di più

Meno tasse per tutti?

Graziano Pestoni, presidente USS-Ticino e Moesa

 

L’USS-Ticino e Moesa ha preso atto dell’ulteriore proposta del consigliere di Stato Christian Vitta di adottare una diminuzione delle imposte cantonali del 5%. Per tutti, è stato sottolineato con forza. Lasciando credere che si tratterebbe di una proposta equa e perfino sociale. In realtà le cose stanno diversamente.

leggi di più

Essere svizzero è ribellarsi ai poteri esterni

Massimo Collura Verdi del Ticino

 

“Essere svizzero significa non assoggettarsi al potere di terzi e far parte di uno Stato fondato sul desiderio di imporsi padroni in casa propria”. Con queste parole si è espresso il nostro ministro degli esteri Ignazio Cassis a Lugano in occasione degli ultimi festeggiamenti del 1° di agosto.

 

leggi di più

Storie di ordinarie diffide: buoni propositi, eiacualazioni precoci e omissioni

leggi di più

Nuovi sgravi fiscali ai ricchi e intanto un terzo dei cittadini è a rischio povertà!

Partito Comunista

 

Il proposito dichiarato via stampa (senza peraltro rispettare l’iter politico-istituzionale) dal ministro delle finanze liberale Christian Vitta di abbassare le tasse a tutti è una illusione: ridurre del 5% il moltiplicatore si tradurrà infatti in un nuovo regalo fiscale ai soli ricchi, che potranno così risparmiare migliaia di franchi.

leggi di più

Spot elettorale o realtà?

leggi di più

Sì alla sovranità alimentare

Lea Ferrari coordinatrice della campagna per la sovranità alimentare in Ticino

 

 

 

Un piatto ricco di salute, lavoro e sviluppo locale. Questo è il piatto che vuole servire l’iniziativa per la sovranità alimentare alla popolazione svizzera. La sovranità alimentare è il diritto dei popoli a poter decidere il proprio sistema alimentare e produttivo.

 

 

leggi di più

Lunionefalaforza

Ivano Fontana, già maestro ora pensionato e viticoltore a tempo indeterminato

 

Scrivo quello che penso sulla vicenda delle Officine. E dico subito che cosa mi interessa: l‘unione delle forze. Dallo sciopero del 2008, le Officine sono diventate, e la mia è più di una sensazione, il pré carré del MPS. La cosa mi disturba assai.

leggi di più

IL TRASFERIMENTO SUBITO!

leggi di più

Sosteniamo la Cassa malati pubblica

Flavio Pico - Lugano

 

E infine ecco il ripensamento della cassa malati che aveva negato la cura ad un ragazzo di appena 12 anni. Per questo dobbiamo ringraziare il suo medico curante che è riuscito a dare enfasi a quella che era una palese ingiustizia, dobbiamo ringraziare ForumAlternativo che ha dichiarato di lanciare una nuova iniziativa per una cassa malati pubblica, dobbiamo ringraziare tutte quelle persone che hanno risposto concretamente ad una raccolta fondi per le cure del ragazzo.

leggi di più

Mercato del lavoro, se il Comune dà il cattivo esempio

Daniele Cavalli CC di Losone (Lista della Sinistra)

 

 

In questi anni abbiamo sentito crescere la preoccupazione di tutti i cittadini per la situazione del nostro mercato del lavoro.

 

leggi di più

Non è un film di Hitchcock. È realtà!

sindacati SEV, Unia e OCST

 

Per i marinai ex NLM i disagi continuano e si moltiplicano. Il loro lavoro quotidiano diventa ogni giorno più difficile. La situazione sarà ben presto insostenibile. E dopo la nascita del Consorzio, voluto per migliorare la qualità del servizio, la situazione è invece peggiorata. Un vero paradosso!

leggi di più

Patriota è chi il patriota fa

Jessica Bottinelli Verdi del Ticino

 

 

Il primo d’agosto è la festa nazionale svizzera, giorno in cui celebriamo la nostra identità nazionale. Il patriottismo sembra ormai esser d’appannaggio unico della destra e pare quasi che essere di area progressista (sebbene non mi piaccia questo termine me ne servo in maniera pragmatica) sia in contrapposizione con il patriottismo e l’identità nazionale.

leggi di più

Istituzione di un tavolo di discussione sul mercato del lavoro

USS Ticino e Moesa

 

Onorevole Consigliere di Stato,

l’Unione Sindacale Svizzera sezione Ticino e Moesa (USS-Ti), alla luce della situazione sempre più problematica che investe il nostro mercato del lavoro, purtroppo oggetto di un preoccupante processo di destrutturazione, chiede l’istituzione di un tavolo di discussione.

leggi di più

"Caro Governo dove sei?"

 Jessica Bottinelli I Verdi del Ticino

 

I Valori d’ozono esplodono in Ticino, e superano i limiti da Chiasso ad Airolo da giorni. Il Dipartimento del Territorio e quello della sanità fanno finta di non vedere e dormono sonni tranquilli.

 

leggi di più

Progetto per il collegamento veloce A2-A13: mancano coraggio e visione

 I Verdi del Ticino

 

I Verdi del Ticino sottoscrivono turandosi il naso il compromesso politico da cui è scaturita la variante di collegamento veloce A2-A13 messa in consultazione.

leggi di più

La sanità è la vera malata

Ronnie David I Verdi del Ticino

 

I Verdi del Ticino prendono posizione sulla vicenda dell'adolescente che si è visto negare dalla cassa malati il rimborso delle cure oncologiche, ribadendo come l'episodio sia un ulteriore segnale di quanto sia necessario riformare radicalmente diversi aspetti del sistema sanitario svizzero, a cominciare dai legami tra economia e sanità.

leggi di più

Impossibile negoziare con chi non vuole

I marinai ex NLM e i sindacati scrivono al presidente del Consiglio Stato Claudio Zali

 

 

Dopo quattro tornate negoziali infruttuose che di fatto confermano come le trattative con SNL non siano mai decollate, lo scorso 3 luglio i marinai ex NLM hanno scioperato un giorno nella speranza di sbloccare la situazione sulle trattative riguardanti il Contratto collettivo di lavoro (CCL).

leggi di più

OVS: Chiudete pure le filiali... ma non avete ancora chiuso con noi!

UNIA Ticino e Moesa

 

Sabato 21 luglio sarà l’ultimo giorno di apertura per le filiali del gruppo OVS in Svizzera.

leggi di più

Ancora sgravi fiscali: una scelta sbagliata!

USS Ticino e Moesa

 

Non sono passate inosservate le parole del direttore del dipartimento delle finanze e dell’economia, Christian Vitta, a proposito della possibilità di ridurre il moltiplicatore d’imposta cantonale.

leggi di più

I veri interessi delle casse malati

Fabrizio Sirica, Partito Socialista

 

72 organizzazioni, con al soldo 17 parlamentari, un totale di 33 deputati controllati se calcoliamo pure i collegamenti indiretti. 14 UDC, 9 PDC, 6 PLR, 3 PBD (fonte lobbywatch). Aggiungiamoci che Ignazio Cassis, l’ex presidente dell’organizzazione mantello più potente, Curafutura, oggi è Consigliere Federale.

leggi di più

Un’umiliazione per la professionalità dei poliziotti. Un danno alla credibilità delle istituzioni!

Partito Comunista Ticino

 

Da quando simpatizzare per l'eversione anti-costituzionale è una "condotta compatibile con la funzione di agente di polizia"?

leggi di più

No a un indebolimento delle entrate fiscali

Jessica Bottinelli, Verdi del Ticino

 

 

Che ci sia un gran bisogno di vacanze è un fatto incontestabile. Lo dimostrano specialmente le ultime uscite del ministro dell’economia Christian Vitta che addirittura glissa sul tavolo la proposta di un abbassamento del moltiplicatore d’imposta cantonale.

leggi di più

Aumento dei costi della salute: non è colpa dei cittadini!

Graziano Pestoni, Presidente USS-Ticino e Moesa

 

 

I premi delle casse malati hanno ormai raggiunto limiti spesso insopportabili per buona parte delle famiglie.

leggi di più

Glifosato: vietiamolo anche in Ticino!

Verdi del Ticino

 

Il Canton Vaud si è adoperato per vietare l'utilizzo del pericoloso diserbante sui propri terreni entro il 2022.

leggi di più

Svizzera ricca grazie al dolore altrui

Marco Trevisani - Lugano

 

 

 

Che la Confederazione elvetica abbia l'anima della prostituta è cosa nota da decenni.

leggi di più

IL MOLINO NON SI TOCCA! A difesa degli spazi liberati

di C.S.().A il Molino

 

Non c’è cuore che lo Stato possa reprimere. I sogni corrodono la sua ragione con l’acido. (Joseph Andras, Dei nostri fratelli feriti). Non ci ha per niente sorpresx. Anzi.

leggi di più

Aquarius: e dopo tutto lecito?

di Jessica Bottinelli Verdi del Ticino

 

Da quando l’Italia ha chiuso i porti ad Aquarius il web si è scatenato in uno dei peggiori teatrini che vede buonisti e spalancatori di frontiere opporsi a destroidi radicali. Prendeteveli in casa vostra!

leggi di più

Il servizio civile diminuisce gli effettivi dell’esercito? Fake news del Governo!

Sindacato SISA

 

Abbiamo preso conoscenza con sconcerto delle recenti misure proposte dal Consiglio Federale con l’esplicito obiettivo di “ridurre in modo consistente il numero delle ammissioni al servizio civile”.

leggi di più

Convocare in procura dei consiglieri comunali è un atto intimidatorio!

Partito Comunista - Ticino

 

I consiglieri comunali Demis Fumasoli, Jacques Ducry e Simona Buri convocati in Procura per aver posto delle domande al Municipio!

leggi di più

Ticino Cantone di serie B

Verdi del Ticino

 

Il Ticino non fa parte della Svizzera e nemmeno dei Cantoni di frontiera, almeno per quel che riguarda il Contratto Collettivo di Lavoro (CCL) per i dipendenti delle stazioni di servizio, reso a febbraio di obbligatorietà generale per tutta la Svizzera, tranne per il Ticino.

leggi di più

Nazionalizziamo la posta

Alberto Togni Partito Comunista

 

Le irregolarità riscontrate nella contabilità della filiale AutoPostale, venute alla luce lo scorso febbraio, hanno mietuto le prime vittime. La direttrice Susanne Ruoff prima e il resto della direzione poi, sono stati silurati con effetto immediato dal Consiglio d’amministrazione della Posta.

leggi di più

Le menzogne delle FFS

Marco Noi Verdi del Ticino

 

Nell’approfondimento de Il Quotidiano del 5.06.2018, il Presidente del Consiglio di Stato Claudio Zali ha affermato che l’unico motivo per il quale le Officine FFS di Bellinzona debbano essere spostate altrove è di carattere puramente tecnico e non per speculazione, come sostenuto dai Verdi.

leggi di più

Caro Cassis, non si aiuta il Ticino indebolendo le misure di accompagnamento

USS - Ticino e Moesa

 

La stampa ha riportato in questi giorni le dichiarazioni di Ignazio Cassis in merito al dumping salariale e ai negoziati con l’Unione Europea.

leggi di più

I Verdi ballano soli

Verdi del Ticino

 

 

 

Il comitato cantonale dei Verdi del Ticino ha deciso nelle scorse settimane che il movimento correrà in solitaria sia per il Consiglio di Stato che per il Gran Consiglio alle prossime elezioni cantonali del 2019.

leggi di più

Quando un figlio vale quanto un trasloco

Jessica Bottinelli Verdi del Ticino

 

I Verdi del Ticino si schierano in favore di un congedo paternità di 4 settimane ritenendo inadeguate e poco pertinenti le giustificazioni di un Consiglio Federale ormai pensionabile (58 anni di media) e lontano anagraficamente, e con lo spirito, ai reali bisogni delle giovani famiglie.

leggi di più

Un nuovo indegno ricatto

UNIONE SINDACALE SVIZZERA-TICINO E MOESA

 

Il Consiglio degli Stati ha deciso di concedere nuovi sgravi fiscali per le imprese. Come sempre, in questi casi, i fautori degli sgravi hanno fatto appello a situazioni drammatiche. I detentori di grandi patrimoni o di redditi milionari lascerebbero il nostro Paese.

leggi di più

Per una moneta a prova di crisi e al servizio dell’economia reale

Matteo Buzzi Verdi del Ticino

 

La votazione del 10 giugno sull’iniziativa "Moneta Intera" tocca uno dei temi tra i più complessi che i cittadini svizzeri abbiano dovuto affrontare in una votazione popolare.

leggi di più

Officine FFS – Un’operazione a carattere speculativo

Ronnie David I Verdi del Ticino

 

Denunciamo una propaganda poco trasparente a favore del trasferimento delle Officine a Castione. Al netto delle chiacchiere non rimane che una forte diminuzione dei posti di lavoro, speculazione edilizia, cementificazione e ulteriore traffico in Città e a Castione.

leggi di più

Assicurazioni sociali come ai tempi di Gotthelf

GISO Svizzera

 

Nell'assemblea dei delegati della GISO Svizzera è stata appprovata una presa di posizione sul tema delle assicurazioni sociali, nella quale viene rivendicato tra l’altro un congedo parentale di due anni, premi di cassa malati in base al reddito e l’introduzione di un’assicurazione di base incondizionata.

leggi di più

Un’offensiva per la parità salariale

Sindacato Unia Ticino e Moesa

 

I delegati di Unia Ticino chiamano a una grande mobilitazione Il sindacato Unia Ticino s’impegna a contribuire con il massimo degli sforzi a una mobilitazione di massa per la parità e contro la discriminazione salariale in Svizzera.

leggi di più

No al controllo d'identità!

GIOVENTU BIANCOBLU

 

Dopo i recenti ricatti di Norman “uhuhuh” Gobbi per imporre il controllo del documento negli stadi e nelle piste di hockey del cantone, vogliamo cercare di chiarire alcuni punti e prendere posizione contro gli ennesimi deliri sbirreschi del capo del dipartimento delle istituzioni.

leggi di più

Il solito film con la solita trama : chi critica la politica di Israele viene subito etichettato come antisemita

Roberto Lotz

 

Non fa eccezione da questo rituale l’articolo (Corriere del Ticino) con il titolo “L’antisemitismo larvato“ a firma di A. Von Wyttenbach.

leggi di più

Religione a scuola: basta compromessi al ribasso con la Curia!

Sindacato SISA

 

Ha luogo oggi il dibattito in Gran Consiglio riguardo al futuro dell’insegnamento religioso a scuola. Il modello proposto e che verrà molto probabilmente accettato prevede un insegnamento religioso di tipo confessionale facoltativo nei primi tre anni della scuola media e un insegnamento obbligatorio di storia delle religioni nel quarto e ultimo anno.

leggi di più

Chi beneficia di sgravi fiscali non deve delocalizzare!

 Partito Comunista - Ticino

 

Lo avevamo preannunciato al momento dell'accettazione (per meno di 200 voti di scarto) della iniqua riforma fiscale il 29 aprile, e ora concretizziamo... Ci sono aziende che usufruiscono dei privilegi fiscali previsti dalla Legge sull’Innovazione economica e poi - dopo averne bellamente approfittato sulle spalle dei cittadini - delocalizzano verso altri lidi, magari dove possono sfruttare manodopera a basso costo.

leggi di più

Il metodo del ricatto per imporre sgravi fiscali fa scuola a livello federale

Sindacato Unia Ticino e Moesa

 

Come era prevedibile, il “metodo ticinese” per imporre regali fiscali ai ricchi che lo scorso 29 aprile ha consentito al governo e alla maggioranza delle forze politiche di vincere (seppur di misura) la votazione sulla controversa revisione della legge tributaria, sta facendo scuola anche a livello federale.

leggi di più

Lettera aperta all’on. Ignazio Cassis

di Nora Bardelli Dottoranda al Refugee Studies Centre, University of Oxford

 

La presa di posizione del Ministro degli Esteri riguardo all’UNRWA e ai rifugiati palestinesi al rientro dal suo viaggio in Giordania appare estremamente problematica per vari motivi.

leggi di più

Parco Nazionale del Locarnese: un’occasione unica per le nostre valli

I Verdi del Ticino

 

I Verdi del Ticino ritengono il parco nazionale un’occasione unica per rivitalizzare l’economia delle regioni periferiche del locarnese, in una forma sostenibile e rispettosa dell’ambiente con un progetto equilibrato.

leggi di più

La scuola delle (in)competenze

Massimiliano Ay Partito Comunista

 

Sul Corriere della Sera del 17 aprile 2018 si poteva leggere un articolo intitolato: “Scuola, l’America fa dietrofront: più conoscenze, meno competenze” che riprendeva i dati emersi in un articolo intitolato “Why american students haven’t gotten better at reading in 20 years” pubblicato su “The Atlantic” il 13 aprile 2018. I due testi sono eloquenti, visto che nel piano di studi del nostro Cantone l’approccio per competenze assume una certa rilevanza.

leggi di più

Anche a noi sta a cuore l’Ospedale del Cuore!

Piattaforma Salute

 

Il dibattito attorno al futuro del Cardiocentro Ticino (CCT) ci sembra fuorviante e condotto in modo un po’ irrazionale, fazioso e confuso. La realtà dei fatti può essere invece riassunta in modo cristallino. Il “nuovo” Cardiocentro sarà più forte, pubblico e autonomo. L’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) non è quel Cerbero che vuol divorare il Cardiocentro. E infine: “pacta servanda sunt”.

leggi di più

Pigioni abusive: Sì al formulario!

Alberto Togni Partito Comunista

 

Con il cambio di inquilino si presenta l’occasione perfetta per aumentare la pigione senza un valido motivo. Per evitare il verificarsi di abusi, l’Associazione Svizzera Inquilini ha recentemente lanciato l’iniziativa cantonale “No alle pigioni abusive, Sì alla trasparenza!”, per l’introduzione del formulario ufficiale ad inizio locazione.

leggi di più

Un risultato viziato dalla propaganda ingannevole

Sindacato Unia

 

Esprimiamo il nostro rammarico per il risultato negativo dell’odierna votazione sulla revisione della legge tributaria cantonale, che favorirà i milionari e le grosse imprese e farà venire a mancare 52,5 milioni di franchi alle casse dello Stato.

leggi di più

La Riforma fiscale e l'esca della socialità

Ivo Dürisch Partito Socialista

 

“Come i pesci abboccano attirati dall’esca, allo stesso modo, gli uomini non rimarrebbero intrappolati se non si facesse balenare loro la speranza di mordere qualcosa”. Quest'osservazione di Petronio illustra bene le intenzioni dei promotori della Riforma fiscale quando le hanno aggiunto delle misure sociali.

leggi di più

“Benvenuta impresa” a livello cantonale

Cristina Zanini Verdi del Ticino

 

Chi non ricorda gli strabilianti effetti dell’iniziativa? “Benvenuta impresa” organizzata a Chiasso? Lunghe file di imprenditori o aspiranti tali, attratti da condizioni fiscali vantaggiose del Ticino, che facevano la coda davanti alla sala dove era organizzato l’evento informativo.

leggi di più

Lugano come Lucerna

Nicola Schoenenberger Verdi del Ticino

 

Si direbbe che le tasse pagate dai cittadini non servano più a finanziare servizi, ma a mantenere sul territorio una moltitudine di aziende che consumano risorse senza creare vero benessere in cambio.

leggi di più

Riforma fiscale: fermiamo il circolo vizioso

Daniela Falconi GISO 

 

Lo scorso 18 settembre, il Consiglio di Stato ha presentato la Riforma fiscale. Si tratta di una serie di sgravi fiscali volti sia ai cittadini estremamente abbienti che alle grandi aziende, tralasciando quindi quelle piccole medie imprese che non ne trarrebbero alcun vantaggio.

leggi di più

LA FACCIA COME IL CULO!

di Mattia Corti

 

Sono sconcertato.

Non ho altre parole per definire la strumentalizzazione dell'informazione che in queste settimane ha tenuto banco a proposito della riforma fiscale.

leggi di più

No ad una riforma fiscale dannosa

Fabrizio Sirica Partito Socialista

 

Il prossimo 29 aprile saremo chiamati a votare su alcune modifiche della legge tributaria, la cosidetta riforma fiscale. Una riforma che noi referendisti contestiamo soprattutto per quanto riguarda due delle undici misure.

leggi di più

Riforma fiscale: un “patto sociale” vecchio di 20 anni

Alberto Benzoni Verdi del Ticino

 

Si tratta di un grande risultato perché per la prima volta alle misure fiscali sono state unite “misure sociali”: così i sostenitori della Riforma Fiscale in votazione il 29 aprile giustificano 52,5 milioni di sgravi ai milionari e alle grandi imprese.

leggi di più

Sgravi fiscali: l’ossessione della concorrenza

Ivo Durisch Partito Socialista

 

Gli sgravi fiscali su cui si voterà il 29 aprile comportano un costo di almeno 52 milioni. Diciamo almeno perché il Messaggio del Governo, oltre a non quantificare tre misure, considera neutra la misura che riduce del 90% la tassazione del capitale in partecipazioni: un’agevolazione a vantaggio esclusivo delle Holding.

leggi di più

La giustizia fiscale messa al bando

Massimiliano Ay Partito Comunista

 

Nella discussione avuta all’interna del Partito Comunista in merito alla riforma cantonale fiscale e sociale abbiamo analizzato la questione in modo ampio. Non vi sono stati dubbi sul fatto che il referendum andasse lanciato, ma abbiamo seriamente provato anche a vedere nella proposta approvata dal parlamento gli aspetti tendenzialmente positivi.

leggi di più

Non cediamo ai ricatti del Governo

Claudia Crivelli Barella Verdi del Ticino 

 

I ricatti al giorno d’oggi vengono chiamati dal Governo ticinese “riforme fiscali equilibrate”. In realtà di un vero e proprio ricatto si tratta: accettare gli sgravi fiscali ai milionari che, poverini, pagano già troppe tasse e potrebbero andarsene se non li sgraviamo ancora di più, e ricevere in contropartita alcune minime misure sociali.

leggi di più

Disoccupazione post-apprendistato: basta minimizzare il problema!

Sindacato SISA

 

Abbiamo preso atto con grande preoccupazione dei dati emersi dallo studio recentemente condotto dall’Ufficio federale di statistica (UST) concernente l’integrazione nel mercato del lavoro dei titolari di un diploma di formazione professionale. Dopo gli sconcertanti dati dello scorso febbraio circa la situazione dei giovani in assistenza, il risultato di quest’ultima indagine mostra infatti una nuova faccia della grave crisi sociale e occupazionale cui sono confrontati molti giovani ticinesi.

leggi di più

No ad una riforma fiscale a senso unico

Unione Sindacale Svizzera

 

L’Unione sindacale svizzera, sezione Ticino e Moesa (USS-Ti), ribadisce il proprio NO alla riforma fiscale in votazione il 29 aprile. La proposta del Governo ticinese favorisce ancora una volta i grandi patrimoni mentre la maggioranza della popolazione non solo non avrà alcun beneficio dalla riforma ma ne pagherà le conseguenze.

leggi di più

Chi mente sapendo di mentire!

Jessica Bottinelli Verdi del Ticino

 

Presto saremo chiamati alle urne per esprimerci sulla proposta di Riforma Fiscale che intende premiare a pioggia, indistintamente da qualsivoglia criterio qualitativo le aziende del nostro cantone.

leggi di più

Riforma fiscale, facciamo chiarezza

Giangio Gargantini Unia

 

L’economia ticinese va alla grande: stando ad uno studio dell’Istituo Bak Economics – presentato dalla Camera di commercio – fra il 2005 e il 2016 il PIL è cresciuto di ben il 25%, più che nel resto della Svizzera, negli USA e in Europa. Anche l’occupazione è cresciuta in maniera sostenuta: quasi il 24%. Insomma, a sentire questi «esperti», stiamo tutti una meraviglia.

leggi di più

La riforma tributaria e la logica del baratto

Anna Biscossa Partito Socialista

 

Credo sia ragionevole per tutti affermare con convinzione che, in una democrazia diretta come la nostra, sia un sacrosanto diritto delle cittadine e dei cittadini potersi esprimere, in votazione popolare, su un unico oggetto per volta, chiaro e ben definito.

leggi di più

Si vota solo sulla riforma fiscale

Barbara Di Marco Partito Socialista

 

Sgravare i ricchi e le grandi aziende di 52,5 milioni di franchi d’imposte, senza sapere come compensare le perdite in un momento storico in cui il Ticino ha il 31,4 % di persone a rischio povertà e un tasso di povertà del 17,3%? Regali fiscali al 4% della popolazione mentre il resto è in difficoltà? No!

leggi di più

Si vota solo sugli sgravi fiscali, punto!

Michela Delcò Petralli Verdi del Ticino

 

In tutto il paese, e nel mondo, continua la corsa al ribasso degli oneri fiscali per i grandi patrimoni e le grandi aziende, accrescendo lo scarto tra ricchi e poveri. Anche il Ticino non sfugge a questa logica.

leggi di più

SÌ all’iniziativa “Moneta intera”

Enrico Geiler, Iniziativista

 

Per capire l’iniziativa “Moneta intera”, che andrà in votazione il prossimo 10 giugno, è necessario capire come funziona il sistema monetario. Dapprima fate tutti un piccolo esperimento: prendete in mano una moneta, una banconota e una carta di credito e leggete cosa ci sta scritto.

leggi di più

Sgravi fiscali e piccole medie imprese

Ivana Zeier, Verdi del Ticino

 

In Ticino tra il 2008 ed il 2015 il numero di imprese attive è passato da 20’000 a 38’000. Le micro aziende, quelle con meno di 10 lavoratori, rappresentano circa il 90% del totale, quelle di piccole dimensioni, da 10 a 50 persone occupate, sono circa l’8%, quelle di medie dimensioni da 50 a 250 addetti a tempo pieno poco meno del 2% e le grandi aziende con più di 250 dipendenti sono molto poche.

leggi di più

STATO DI DIRITTO: STATO DI GUERRA

CS()A Il Molino

 

ZAD Notre Dame des Landes: contro l’aeroporto e il suo mondo, la lotta continua!  Mentre Macron preparava i sorrisi di circostanza per il boia saudita Salman Saud, ricevuto ieri (8 aprile) a Parigi, nello stesso momento la gendarmerie del galoppino...

leggi di più

Riforma fiscale: NO ai ricatti!

Mixaris Gerosa Unia Ticino

 

C'è un'enorme differenza fra un compromesso che accontenta tutte le parti e un ricatto politico, soprattutto su un tema cosi delicato, come quello dell'aiuto sociale alle famiglie. Il 29 aprile in realtà siamo chiamati a votare su alcune modifiche della legge tributaria. Modifiche che ritengo del tutto inaccettabili, perché vanno a favorire unicamente le grandi imprese e i milionari.

leggi di più

Un convinto No alla riforma fiscale

Simona Buri PS Lugano

 

Sempre meno cittadini vanno a votare, ma nessuno si è mai chiesto il perché. Chi non è politico e non lavora direttamente su certi dossier ha diritto di essere informato, di poter ponderare la sua scelta sulla base di dati oggettivi ma valutati secondo la sua sensibilità e i suoi principi.

leggi di più

Veri sgravi e ipotetiche misure sociali!

Cicero Vincenzo UNIA

 

52,5 milioni di sgravi alle grandi imprese e ai milionari in cambio di misere e non ben definite misure sociali, per le quali né il cantone né le aziende verseranno un franco in più rispetto ad oggi: questo ci propongono il Consiglio di Stato e i sostenitori della Riforma fiscale in votazione il 29 aprile.

leggi di più

Gli sgravi a scatola chiusa

Dario Duranti Verdi del Ticino

 

Bisogna sgravare le imprese che portano un vero valore aggiunto per la popolazione e il territorio, aziende che reinvestono i loro utili in azienda, che assumono personale in disoccupazione o in invalidità sgravando...

leggi di più

La riforma: una scelta più grande

Angelo Mordasini Membro GISO 

 

Ah, la riforma fiscale. Per molti diventata semplicemente una contrapposizione tra due proposte, in cui la decisione importante non è tanto se approvare o meno una delle proposte, ma se si è disposti ad accettare la controparte.

leggi di più

In Ticino non esiste un problema di violenza negli stadi

Curva Nord FC Lugano

 

Nel merito delle recenti farneticazioni del Direttore del Dipartimento delle Istituzioni, abbiamo deciso di prendere posizione. Nello specifico rimaniamo basiti nel costatare che il nostro caro Ministro...

leggi di più

Di chi perde il controllo

GBB * Curva SUD

 

Felici e liberati dalla fondamentale vittoria in una Valascia in festa, brindiamo alla fine di questo campionato. Una stagione per noi assai movimentata, fatta di ripetuti momenti di tensione e di parecchie nuove diffide. Anche a livello di relazioni con la società HCAP, annata sicuramente non facile.

leggi di più

Riforma fiscale: la parità svenduta

Caterina Pedrini Verdi del Ticino 

 

Cosa c’entrano sgravi per 52,5 milioni di franchi ai milionari e alle grandi aziende con la parità? Niente, assolutamente niente. Ma c’è chi vuol farci credere che saranno beneficiare di questa ennesimo regalo concesso a chi non ne ha bisogno.

leggi di più

Se passa la riforma alle famiglie aumenteranno le tasse

José del Romano Partito Socialista

 

Nascondere le votazioni dietro slogan nebulosi e menzogneri ormai è diventato una regola: l’ultimo esempio è la “No Billag”, in realtà si trattava di “No SSR”. Anche per il 29 aprile vige questa regola: si sente parlare di asili nido e ghigliottine, quando invece si va a votare su 7 articoli di legge riguardanti esclusivamente la tassazione.

leggi di più

Riforma fiscale? Parità e conciliazione lavoro-famiglia in ostaggio

Simona Arigoni Verdi del Ticino

 

A 37 anni dall’introduzione nella Costituzione dell’articolo sulla parità, nessuno dovrebbe più usare la parità e le misure di conciliazione lavoro-famiglia come ostaggi per ottenere 52,5 milioni di sgravi per i milionari e le grandi imprese.

leggi di più