Salute

Costo dei farmaci: il ruolo della Svizzera

di RedQ

 

Quando nel 2001 a Doha si trattò con i cosiddetti accordi TRIPs di flessibilizzare un po’ le leggi internazionali sui brevetti, soprattutto a favore dei paesi più poveri ed in caso di epidemie (per esempio SIDA), l’opposizione più feroce venne dagli Stati Uniti, dalla Gran Bretagna, e dalla Svizzera. 

 

 

leggi di più

La “riservatezza” della Suva

di Claudio Carrer

 

Disinformazione, mancanza di trasparenza e totale insensibilità nei confronti dei lavoratori e dei cittadini alle prese con la malattia o con uno stato di ansietà permanente. La situazione di incertezza e di angoscia che stanno vivendo in queste settimane i dipendenti e gli ex dipendenti delle Officine Ffs di Bellinzona e di altre realtà industriali ticinesi che in passato sono stati esposti all’amianto, non rappresenta purtroppo nulla di nuovo per la Svizzera. 

leggi di più

Povera Novartis o poveri noi?

di ForumAlternativo

 

Novartis sta davvero così male da dover revocare gli sconti concessi sui suoi farmaci forniti agli ospedali? Con questa mossa potrebbe far aumentare di 400 milioni le spese ospedaliere!

leggi di più

Mancano infermiere, cure a rischio!

Michela Tomasoni, candidata al Consiglio Nazionale

 

Questo è un momento decisivo per il futuro delle cure infermieristiche in Svizzera e quindi anche in Ticino. Durante la prossima legislatura il Parlamento dovrà difatti decidere del contenuto del molto probabile controprogetto all’iniziativa popolare “Per delle cure infermieristiche forti”, inoltrata con oltre 120’000 firme (raccolte in tempi record) dall’ASI/SBK, l’Associazione Svizzera delle Infermiere.

leggi di più

L’aspettativa di vita non aumenta più

di Franco Cavalli

 

I ricchi vivono molto più a lungo dei poveri.

Mi è capitato spesso che durante dibattiti sui problemi nel nostro sistema di salute o discutendo di peggioramenti ambientali mi si sia obiettato “i problemi non possono essere così gravi, se la nostra aspettativa di vita continua ad allungarsi”.

leggi di più

I rumori fanno ammalare

di Giorgio Noseda

 

L’inquinamento atmosferico, un problema invisibile agli occhi, è causato soprattutto dal traffico stradale e fa parte della quotidianità in certe regioni del nostro Cantone, specialmente nel Mendrisiotto. Provoca numerose e spesso gravi malattie, come dimostrato da parecchie ricerche epidemiologiche nazionali e internazionali.

leggi di più

Ci sarà di nuovo l’Arca di Noè?

Beppe Savary Borioli candidato al Consiglio Nazionale

 

Estati torride con bambini piccoli ed anziani sofferenti, piogge torrenziali, boschi in affanno, montagne che si sgretolano, ghiacciai che si ritirano a vista d’occhio: sono tutti segni evidenti che ci fanno capire che stiamo vivendo un cambiamento climatico senza precedenti, il quale, se avanzerà ulteriormente, rischierà a breve di compromettere molto seriamente la nostra vita.

leggi di più

Lunga vita ai Tigli di Bellinzona

Verdi del Bellinzonese

 

Circa 6500 cittadini hanno aderito alla petizione a difesa dei 100 tigli del Viale Stazione a Bellinzona. Un successo storico che obbliga il Municipio a considerare la sensibilità popolare sul tema del verde negli ambiti urbani.

leggi di più

Istituita una Zona di Pianificazione nel nostro quartiere di montagna

Salva Monte Brè

 

È con grande soddisfazione che abbiamo appreso il comunicato stampa con il quale il Municipio di Locarno ha annunciato ufficialmente il 19 luglio la decisione di introdurre una misura sospensiva di salvaguardia, la Zona di Pianificazione, nel nostro comprensorio montano.

leggi di più

Flash mob al Buskers festival

Coord. cantonale Sciopero per il clima

 

Una quindicina di ragazze e ragazzi sono stati seduti in mezzo alla folla per mezz'ora con gli occhi bendati: simbolo della negligenza nei confronti della crisi climatica. Essa esiste ma si agisce come se non la si vedesse. I giovani tenevano in mano dei cartelli le cui scritte denunciano l'estrema gravità della crisi climatica.

leggi di più

Bambini ammalati di cancro nella Striscia di Gaza

di Francesco Ceppi, oncologo pediatra

 

Maggiore incidenza e grosse difficoltà nel trattamento dei piccoli pazienti, causa Israele e le divisioni politiche.

leggi di più

Caldo, plastica, barche a motore e rifiuti: come sta davvero il Ceresio?

Andrea Stephani, Verdi del Ticino

 

Questa mattina ho presentato un’Interrogazione al Consiglio di Stato sulla problematica dello stato di salute generale del Lago Ceresio.

 

leggi di più

I cassamalatari attaccano le infermiere

di RedQ

 

In diversi numeri dei nostri Quaderni abbiamo parlato della situazione delle infermiere in generale ed in particolare dell’iniziativa popolare “Per cure infermieristiche forti”, lanciata nel gennaio 2017 dall’Associazione Svizzera degli Infermieri (ASI), che è stata consegnata già nel novembre 2017 con oltre 120’000 firme raccolte molto rapidamente.

leggi di più

"Pecunia non curat" di Riccardo G. Crivelli

di Beppe Savary-Borioli

 

“Pecunia non curat” è il titolo di un libretto di una trentina di pagine in A5 scritto da Riccardo G. Crivelli dedicato alla memoria del “Dome”, Gianfranco Domenighetti, suo maestro ed amico. Non mi è mai capitato di leggere un testo così denso di informazione sul sistema sanitario svizzero.

leggi di più

In Germania migliaia di decessi per la mancanza di infermiere. E da noi?

di Franco Cavalli

 

Persino la Neuer Zürcher Zeitung, organo della destra economica, ha dovuto recentemente riconoscere che il sistema ospedaliero tedesco ha grossi problemi, nonostante che molti politici dei nostri partiti borghesi abbiano spesso preso, e ancora oggi prendano, la situazione tedesca quale esempio per liberalizzare ancora maggiormente il nostro sistema sanitario.

leggi di più

L'iniziativa per i ghiacciai: un’occasione concreta da non buttare

Giovani Verdi del Ticino

 

Dopo una lunga e trepidante attesa, prende oggi avvio la raccolta firme per l’iniziativa popolare federale per un clima sano, ovvero l’Iniziativa per i ghiacciai. I Giovani Verdi del Ticino si metteranno in prima linea in questa campagna perché alle parole degli attivisti seguano fatti concreti ed importanti.

leggi di più

C(h)risto e discepoli sulle rive del Verbano: “wow”

di Beppe Savary-Borioli

 

Cristo per camminare sul Lago Genesaret non aveva bisogno di un pontile. Christo due mila anni più tardi nel voler emularlo sulle acque del Lago d’Iseo fece costruire i “floating piers”. Sulle rive del Verbano c’è chi vorrebbe imitare l’impresa christiana, cioè collegare Ascona e le Isole di Brissago mediante una “passerella” galleggiante costruita da elementi in plastica.

 

leggi di più

Successo della raccolta firme

Salva Monte Brè

 

L’associazione Salva Monte Brè annuncia il successo della raccolta firme per l’iniziativa popolare comunale, e dà appuntamento alla stampa il 3 maggio 2019 alle ore 9.30 davanti a Palazzo Marcacci; momento della consegna delle firme in cancelleria. Sarà possibile incontrare e intervistare i promotori dell’iniziativa.

leggi di più

CLIMA: RISPOSTE IMBARAZZANTI DI UNA POLITICA BANDERUOLA

Veronica Bozzini* e Giulia Petralli*

 

I quattro dibattiti organizzati nella scorsa settimana dal ‘Movimento Sciopero per il Clima’ miravano a ottenere, dai politici ticinesi, ...

leggi di più

L’ecologia elettorale del PLR e delle destre

di Ivan Miozzari e Ingo Tamagni

 

Nel dibattito sul clima tenutosi martedì 26 marzo, dal titolo “Economia e clima, conciliabili?”, la domanda è rimasta senza risposta.

leggi di più

Beltraminelli e la democrazia che non c’è

di Graziano Pestoni

 

La situazione nella sanità è molto preoccupante e il mondo politico, purtroppo, è assai assente. È questa la ragione per la quale le forze sociali, in questi ultimi anni, hanno presentato diverse iniziative popolari.

leggi di più

La morte del buon senso

di Franca Cleis

 

L’Avv. Tito Tettamanti, esimio vegliardo, in un dibattito televisivo di qualche tempo fa, ha affermato che lui “non si intende di politica”. Data la sua veneranda età, gli si può perdonare che non si ricordi di essere stato Consigliere di Stato (solo per un anno però…). A proposito del tema-clima e alle molte parole spese di questi tempi , vorrei aggiungere almeno una cosa.

 

 

leggi di più

Lanciata una piattaforma d’informazione sul riscaldamento climatico

di Red

 

Si chiama climatizzati.ch e offre informazioni dettagliate in lingua italiana sui meccanismi che stanno alla base del riscaldamento climatico, sui mezzi per limitarlo e innumerevoli informazioni attuali su quel che sta succedendo in ambito climatico

leggi di più

Maxi-resort a Monte Brè: un faraonico progetto da bloccare

di Matteo Buzzi

 

Il gigantesco progetto di maxi-resort a Monte Brè e Colmanicchio sopra Locarno trapelato sui media grazie alle ricerche e alle prese di posizione dell’associazione “Salva Monte Brè” preoccupa molto la cittadinanza.

leggi di più

Il MONTE DA SALVARE

di Ivan Miozzari

 

250 le persone al sit-in sul bivio per Monte Brè. Tutte a dimostrare l’attaccamento al nostro territorio. Non si tratta di opporsi al progresso. Perché di progresso non si tratta. Il nostro verde, i manufatti antichi della nostra recente storia contadina non possono essere sacrificati per interessi speculativi di pochi.

leggi di più

GIORNATA D'AZIONE SABATO 9 MARZO. Franco Cavalli eletto nel comitato direttivo

Salva Monte Brè

 

Salva Monte Brè annuncia l’elezione del Dr. Franco Cavalli nel suo comitato direttivo, una reazione alla posizione dell’esecutivo comunale e l’organizzazione di una giornata d’azione sabato 9 marzo.

 

leggi di più

Il CF snobba le infermiere, queste rispondono a muso duro

di RedQ

 

Tutti in Svizzera sanno ormai che mancano e soprattutto mancheranno in futuro molte infermiere, soprattutto perché a livello nazionale formiamo solo il 43% di quelle necessarie.

leggi di più

Il Ticino di Regazzi, un paradiso di capannoni

di Ivan Miozzari

 

Fabio Regazzi decanta le meraviglie del territorio ticinese. Secondo lui il territorio è stato trattato con rispetto e gli insediamenti di bellissimi capannoni industriali devono poter crescere all’infinito.

leggi di più

Il ritorno in sordina dell'amianto

di Claudio Carrer

 

Meno di trent’anni dopo averlo messo al bando (nel 1990), la Svizzera si appresta ad allentare per la prima volta il divieto dell’amianto.

 

 

 

leggi di più

Suicidio assistito: FMH fuori strada!

di Franco Cavalli

 

Recentemente l’Accademia Svizzera per le Scienze Mediche (ASSM), dopo anni di discussioni ed un’ampia consultazione (che ha tra l’altro mostrato come la maggioranza dei medici siano favorevoli a questa posizione), ha aggiornato le sue direttive per quanto riguarda il suicidio assistito, che fino a poco tempo fa non veniva considerato un atto medico, per cui veniva sconsigliato ai medici di praticarlo.

leggi di più

Nuove generazioni contro vecchi fossili

di Maurizio Montesi

 

La prima volta erano tremila, la seconda dodicimila, giovedì 32mila gli studenti che hanno disertato la scuola a Bruxelles per scendere in piazza perché la lotta al cambiamento climatico diventi realtà. Ora, subito, non domani.

leggi di più

Sciopero per il CLIMA

di Red

 

Dopo lo sciopero degli studenti, che venerdì 18 gennaio ha portato oltre 22’000 persone per le strade di tutta la svizzera, sabato 2 febbraio 2019 a Bellinzona dalle ore 15:00 sarà il momento del Ticino. Vi proponiamo la testimonianza di uno studente di 16 anni che ha partecipato alla mobilitazione di Zurigo.

 

 

leggi di più

Lottiamo per difendere il nostro diritto al futuro!

Costituito il coordinamento cantonale per lo “sciopero per il clima”

 

In presenza dei rappresentanti di quattro licei cantonali, tra i quali numerosi militanti del Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA), si è svolta domenica la riunione costitutiva del coordinamento cantonale per lo “sciopero per il clima”.

leggi di più

Case Anziani, solo al privato tutti i fondi pubblici

di Francesco Bonsaver

 

Se il privato realizza una casa anziani, l’integralità dell’investimento è finanziato dai fondi cantonali. Se a promuoverlo è un Comune, ne riceve meno della metà.

 

 

leggi di più

L'abitare condiviso in Svizzera: risparmio e nuove forme di socialità urbana

 

Oggi la Svizzera è un paese all'avanguardia dal punto di vista della cultura dell'abitare. Non stiamo parlando semplicemente di architettura, ma di alloggi che si situano a metà strada tra la proprietà e l'affitto dell'immobile: le cooperative d'abitazione.

 

 

leggi di più

Semaforo rosso dai Verdi

I Verdi del Ticino

 

Il comitato cantonale dei Verdi del Ticino reputa sbagliato spendere adesso 3,3 milioni di franchi per le opere di semaforizzazione sul Piano di Magadino. Questo importo andrebbe speso per contenere il traffico aumentando la frequenza e l'efficacia del trasporto pubblico e per lanciare programmi di condivisione dell'auto efficaci in relazione in particolare al traffico transfrontaliero.

 

 

 

leggi di più

STOP alla cementificazione!

di Red

 

L’iniziativa popolare federale «Fermare la dispersione degli insediamenti – per uno sviluppo insediativo sostenibile (Iniziativa contro la dispersione degli insediamenti)» chiede quanto segue:

 

 

leggi di più

No all’ingrandimento delle zone industriali

I Verdi del Ticino

 

I Verdi sono sollevati della decisione del Tribunale Federale di non permettere l'estensione della zona industriale di Locarno all'interno del Piano di Magadino. Il Ticino ha già esagerato a sufficienza negli ultimi 25 anni, cementificando l'equivalente di 52'000 campi da calcio!

leggi di più

"Berna fuori, entra la Cina"

di Simonetta Caratti

 

Formare patologi, radiologi, chirurghi, fornire tecnologia moderna per avere una diagnosi e terapia dei tumori al seno in Kirghizistan. Un progetto che coinvolge vari medici ticinesi, coordinati dal prof. Franco Cavalli. Berna chiude i rubinetti,ma li ha aperti la Cina che ingrandirà il progetto, utile anche contro l'islamizzazione del paese.

leggi di più

PNL, bello ma impossibile. Autopsia del progetto per un Parco Nazionale nel Locarnese

di Beppe Savary

 

Quando si vuole conoscere la causa di morte si esegue un’autopsia. A volte si trovano lì degli elementi che permettono di capire meglio perché qualcuno è deceduto. A maggior ragione questo interessa quando un soggetto come l’affossato progetto PNL era pieno di vita, tanto da poter portarne tanta di nuova persino nelle zone più periferiche delle Centovalli e della valle Onsernone.

leggi di più

Il Consiglio Federale fa orecchie da mercante di fronte alla mancanza di infermiere

di Red

 

Nel dicembre 2017 l’Associazione svizzera delle infermiere (ASI) aveva depositato le quasi 115.000 firme, raccolte in pochissimo tempo, a sostegno dell’iniziativa popolare ”Per cure infermieristiche forti”, iniziativa popolare resasi necessaria perché la lobby delle casse malati, guidate dall’allora consigliere nazionale Cassis, aveva sabotato un progetto parlamentare dai contenuti simili.

leggi di più

NO all’intrusione nella vita privata e allo strapotere delle compagnie assicurative!

ForumAlternativo

 

Il prossimo 25 novembre saremo chiamati a votare sulla revisione della LPGA (legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali). Un progetto preoccupante, che consente alle compagnie assicurative di spiare, in modo del tutto arbitrario e con mezzi tecnologici eccezionali, la vita privata delle assicurate e degli assicurati.

leggi di più

L’iniziativa dell’UDC è un insulto alle vittime dell’amianto

di Red

 

Con il solito senso del marketing l’hanno chiamata “iniziativa per l’autodeterminazione”. Ma in caso di sua accettazione in votazione il prossimo 25 novembre, la Svizzera diventerebbe, assieme alla Bielorussia, l'unico paese nel quale i cittadini non potrebbero più appellarsi alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo (CEDU).

leggi di più

Sorveglianza assicurati, il lupo alla cura del gregge

di Ivan Miozzari

 

Che l’abuso delle assicurazioni di malattia e di invalidità sia una pratica diffusa in Svizzera sappiamo tutti, dati alla mano, quanto sia falso.

leggi di più

"Uno scempio che va bloccato"

di Davide Martinoni

 

Franco Cavalli e la critica feroce al Lago Maggiore Grand Hotel-Spa & Residences previsto fra Brè e Cardada. «Un progetto inaccettabile, a solo beneficio dei ricconi, che avrebbe un impatto ambientale deleterio e contro il quale è necessario reagire se non lo farà, come è lecito temere, l’autorità politica».

leggi di più

CASSE MALATI: NON C’E’ ORMAI PIÙ LIMITE AL PEGGIO

 di ForumAlternativo

 

La stangata dell’aumento dei premi per l’anno prossimo l’abbiamo ormai ricevuta tutti. Ma altri peggioramenti si preparano. Dopo il Consiglio degli Stati, ora anche la rispettiva commissione del Consiglio nazionale ha accettato la proposta dei partiti borghesi che esigono un aumento automatico della franchigia obbligatoria se le spese sanitarie crescono.

leggi di più

L’Africa impestata da Dirty Diesel, soprattutto svizzero

di Franco Cavalli

 

Nel settembre del 2016 Public Eye (l’ex Dichiarazione di Berna), aveva pubblicato una documentazione molto rigorosa su una pratica scandalosa: quella di multi trust petroliferi, che vendono all’Africa prodotti assolutamente invendibili in occidente e che ne stanno avvelenando l’aria e l’ambiente in generale.

leggi di più

Farmaci stracari: licenze obbligatorie subito!

di Franco Cavalli

 

Nel settore dei farmaci anti-tumorali i nuovi medicamenti costano fino a 160’000 franchi all’anno per un singolo paziente. Novartis ha addirittura annunciato un nuovo prodotto, che verrebbe a costare circa mezzo milione di franchi per ogni paziente.

leggi di più

Opponiamoci agli aumenti infiniti dei premi di cassa malati!

di Red

 

Pubblichiamo il Manifesto redatto dalle organizzazioni che hanno deciso di indire una manifestazione a Bellinzona per protestare contro gli aumenti infiniti dei premi di cassa malati. È ora di dire basta ad una medicina orientata al profitto e che sta mettendo in ginocchio settori sempre più ampi della popolazione.

leggi di più

Votiamo NO allo spionaggio arbitrario degli assicurati

di Red

 

Il 25 novembre votiamo contro lo spionaggio degli assicurati. Vogliono trattarci come dei criminali, usando i nostri dati GPS e degli investigatori ci seguiranno come se fossimo tutti dei sospetti! Sostieni anche tu la campagna per il NO allo spionaggio delle assicurate e degli assicurati.

leggi di più

Gli straguadagni dei cassamalatari

di RedQ

 

È evidente che se avessimo una cassa malati unica, non solo avremmo una trasparenza migliore rispetto a quella attuale praticamente inesistente, ma si risparmierebbero moltissimi costi amministrativi e soprattutto salari dei grandi managers.

leggi di più

Cardiocentro: stasera a “ I Conti in tasca” se ne dibatte con la partecipazione di Franco Cavalli

di Red

 

A Nord delle Alpi si sorride sulla diatriba tutta cantonticinese a proposito del rifiuto del Cardiocentro di attenersi ai patti stipulati nel 1995 e che prevedono che entro il 2020 debba rientrare in EOC.

leggi di più

BASTA aumenti dei premi di cassa malati: prepariamoci a protestare!

di ForumAlternativo

 

Al di là di tutti i discorsi imbonitori e delle solite tiritere dell'On. Beltraminelli ("avrebbe potuto essere peggio"), l'annuncio dei premi di cassa malati per il 2019 rappresenta una nuova stangata.

leggi di più

Beltranelli: noi non ci caschiamo!

di RedQ

 

Iniziative sanitarie della società civile ferme nei cassetti del DSS.

 

Di fronte al peggioramento della situazione e all’immobilismo governativo si moltiplicano le iniziative lanciate dalla società civile. A livello federale è soprattutto il disastro dell’esplosione dei premi di cassa malattia a suscitare un florilegio di iniziative.

 

leggi di più

Iniziativa popolare “per cure infermieristiche forti”!

di Annette Biegger comitato centrale Associazione Infermieri Svizzera (ASI), Esperta di Cure Infermieristiche EOC

 

Secondo le stime dell’ufficio federale di statistica, nei prossimi trent’anni in Svizzera il numero di persone ultra-sessantacinquenni raggiungerà i 2.7 milioni, quando alla fine del 2014 erano 1.5 milioni.

 

 

leggi di più

Rally 2018 La legge dei campioni

di Ivan Miozzari

 

Chiasso, 31 agosto - Spulciando i documenti ufficiali nella vicenda del ricorso contro il rally, saltano subito all’occhio alcune irregolarità nell’attribuzione del permesso per svolgere la manifestazione. A partire dai tempi definiti dalla legge (art. 37 cpv. 2 del Regolamento della legge cantonale di applicazione alla legislazione federale sulla circolazione stradale) che prevede la presentazione della domanda 6 mesi prima della data prescelta.

leggi di più

L'agricoltura riguarda tutti!

leggi di più

Aumentano i premi di cassa malati e diminuiscono i sussidi. Così funziona il capitalismo

di Red

 

Politiche sempre più inique favoriscono emarginazione, esclusione e povertà. Lo conferma anche un’indagine condotta dalla Televisione svizzera (SRF) su una questione estremamente sensibile per molte famiglie, quella dei sussidi di cassa malati.

 

leggi di più

Sosteniamo la Cassa malati pubblica

Flavio Pico - Lugano

 

E infine ecco il ripensamento della cassa malati che aveva negato la cura ad un ragazzo di appena 12 anni. Per questo dobbiamo ringraziare il suo medico curante che è riuscito a dare enfasi a quella che era una palese ingiustizia, dobbiamo ringraziare ForumAlternativo che ha dichiarato di lanciare una nuova iniziativa per una cassa malati pubblica, dobbiamo ringraziare tutte quelle persone che hanno risposto concretamente ad una raccolta fondi per le cure del ragazzo.

leggi di più

"Caro Governo dove sei?"

 Jessica Bottinelli I Verdi del Ticino

 

I Valori d’ozono esplodono in Ticino, e superano i limiti da Chiasso ad Airolo da giorni. Il Dipartimento del Territorio e quello della sanità fanno finta di non vedere e dormono sonni tranquilli.

 

leggi di più

Casse malati e franchigie: siamo al delirio

 di Franco Cavalli

 

Vi ricordate la delirante proposta della direttrice della cassa malati cristiano-sociali(!), Philomena Colatrella, che ha ipotizzato franchigie minime di non più di 300 franchi come ora, bensì di 5’000 o addirittura 10’000 franchi.

 

leggi di più

La sanità è la vera malata

Ronnie David I Verdi del Ticino

 

I Verdi del Ticino prendono posizione sulla vicenda dell'adolescente che si è visto negare dalla cassa malati il rimborso delle cure oncologiche, ribadendo come l'episodio sia un ulteriore segnale di quanto sia necessario riformare radicalmente diversi aspetti del sistema sanitario svizzero, a cominciare dai legami tra economia e sanità.

leggi di più

FARMACO antitumorale rifiutato al ragazzo: punta dell'iceberg di un sistema marcio. É ORA di reagire, ForumAlternativo si muove!

di Franco Cavalli, ForumAlternativo

 

Il rifiuto della Cassa Malati di pagare il farmaco antitumorale al ragazzo dodicenne, che sta commovendo tutto il Ticino, come il recente caso del paziente malato di SIDA, morto perché gli hanno rifiutato le cure necessaria in quanto figurava sulla "black list", sono solo la punta dell'iceberg di un sistema marcio, ingiusto e prossimo all'implosione.

leggi di più

I veri interessi delle casse malati

Fabrizio Sirica, Partito Socialista

 

72 organizzazioni, con al soldo 17 parlamentari, un totale di 33 deputati controllati se calcoliamo pure i collegamenti indiretti. 14 UDC, 9 PDC, 6 PLR, 3 PBD (fonte lobbywatch). Aggiungiamoci che Ignazio Cassis, l’ex presidente dell’organizzazione mantello più potente, Curafutura, oggi è Consigliere Federale.

leggi di più

Premi di cassa malati: Berset cede al PPD

di Red

 

Le cattive notizie sul fronte dei premi di cassa malati non si arrestano mai, anzi peggiorano. Il Consiglio federale, cioè Alain Berset, propone di aumentare la franchigia minima da 300 a 350 franchi.

leggi di più

Aumento dei costi della salute: non è colpa dei cittadini!

Graziano Pestoni, Presidente USS-Ticino e Moesa

 

 

I premi delle casse malati hanno ormai raggiunto limiti spesso insopportabili per buona parte delle famiglie.

leggi di più

Glifosato: vietiamolo anche in Ticino!

Verdi del Ticino

 

Il Canton Vaud si è adoperato per vietare l'utilizzo del pericoloso diserbante sui propri terreni entro il 2022.

leggi di più

Casse malati: aumenteranno come sempre i premi, remunerazioni vergognose per i loro capi

di Red

 

Ci sono ormai chiare avvisaglie: anche quest'anno i premi di cassa malati aumenteranno di circa il 4%, cioè come sempre quasi il doppio dell'aumento dei costi della salute, anche se questi vengono sempre usati come unica scusa per giustificare l'esplosione dei premi.

leggi di più

"Se il mondo consumasse quanto Lugano, avremmo bisogno 3 pianeti"

 

 

di Red

 

Inizia così il discorso di Nicola Schoenenberger, Verdi del Ticino, in occasione del dibattito sul consuntivo 2017 in consiglio comunale a Lugano di lunedì scorso. Lo riportiamo qui, integralmente.

leggi di più

Cardiocentro: dal pollaio alle risottate

di RedQ

 

Eravamo stati i primi (v. Quaderno numero 11, giugno 2017) a segnalare che il previsto rientro del Cardiocentro Ticino (CCT) nell’ambito dell’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) entro la fine del 2020 avrebbe scatenato delle polemiche faziose, che ne avrebbero probabilmente fatto la “madre di tutte le battaglie” tra sanità pubblica e cliniche private in Ticino.

leggi di più

Cardiocentro: torniamo ai fatti e pensiamo al futuro

di Franco Cavalli, fondatore IOSI

 

In un editoriale altisonante (“Cardiocentro: perché cambiare se funziona?”, CdT 6.6.2018) Fabio Pontiggia afferma che ormai il cittadino comune non capisce più le ragioni dell’attuale polemica tra EOC e Cardiocentro Ticino (CCT).

leggi di più

Natura e salute vanno di pari passo

di Franco Cavalli

 

Non occorre certamente essere un medico per rendersi conto di quanto la natura e la nostra salute siano strettamente connesse.

leggi di più

Per farmaci accessibili. Proteggiamo i pazienti, non i brevetti!

 

Il problema dell’accesso ai farmaci non tocca più solo i paesi in via di sviluppo e emergenti. L’aumento esorbitante dei prezzi delle cure mediche, e in particolare dei trattamenti antitumorali, mette in difficoltà persino il sistema sanitario svizzero.

leggi di più

La fabbrica di svizzeri inferiori

di Ivan Miozzari

 

Siamo alle soglie degli anni venti del ventunesimo secolo. E forse la gente di questa nostra Patria, così fiera della propria democrazia, ha cambiato idea. Forse non vale più la pena difendere la parità delle persone, stessi diritti, stesse opportunità, stessi doveri, uguali per tutti.

leggi di più

Anche a noi sta a cuore l’Ospedale del Cuore!

Piattaforma Salute

 

Il dibattito attorno al futuro del Cardiocentro Ticino (CCT) ci sembra fuorviante e condotto in modo un po’ irrazionale, fazioso e confuso. La realtà dei fatti può essere invece riassunta in modo cristallino. Il “nuovo” Cardiocentro sarà più forte, pubblico e autonomo. L’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) non è quel Cerbero che vuol divorare il Cardiocentro. E infine: “pacta servanda sunt”.

leggi di più

Sanità e casse malati: tra black list e proposte caotiche, talora demenziali

di Franco Cavalli

 

Nonostante che UDC e Lega continuino a battere la grancassa sul tema dell’immigrazione, tutti i sondaggi recenti mostrano che attualmente il problema dell’aumento continuo dei premi di cassa malati è diventata la preoccupazione principale dei ticinesi e degli svizzeri.

leggi di più

Premi cassa malati:il PPD si inventa una iniziativa a scopo elettorale

di Franco Cavalli

 

L'obiettivo di limitare l'aumento dei premi è giustissimo. Ma bisogna dire come!!

leggi di più

Spegnete l'impianto nucleare di Beznau!

di Red

 

Centinaia di persone hanno chiesto lo spegnimento per ragioni di sicurezza di entrambi i reattori dell'impianto atomico.

leggi di più

Cure dentarie: cattive notizie da Losanna e da Bellinzona

di RedQ

 

L’ultimo 4 marzo non si è votato solo su «No Billag», anche se i nostri media, essendo per una volta toccati nei loro interessi, ci hanno bombardati, talora in modo quasi stucchevole, solo con quest’ultima.

leggi di più

CARDIOCENTRO: TORNIAMO AI FATTI!

di Franco Cavalli Fondatore IOSI

 

Il Ticino, per un suo certo provincialismo, non è nuovo a battaglie iperboliche, dove i fatti contano meno delle passioni. Ad uno di questi scontri, assistiamo attualmente a proposito del futuro del Cardiocentro (CCT).

leggi di più

Centri medici e l'esplosione dei premi di cassa malati

di RedQ

 

Tutti hanno ormai ricevuto da diverso tempo le cattive notizie sull’aumento, anche questa volta attorno al 5%, dei premi di cassa malati per il 2018 e l’incavolatura nella popolazione è generale.

leggi di più

L’autorizzazione per il rally nel Mendrisiotto dello scorso anno era illegittima

di Prof. Dr. med. Giorgio Noseda Primo firmatario del ricorso al TRAM

 

Il Tribunale amministrativo cantonale ha accolto il ricorso presentato da associazioni (Pro Natura, Cittadini per il territorio), da partiti politici .(Verdi e Partito socialista) e da 141 cittadini del Mendrisiotto contro lo svolgimento del rally automobilistico sul percorso Balerna-Novazzano-Chiasso Pedrinate, che si è svolto il 23 e 24 giugno dello scorso anno.

leggi di più

Invalidi trattati come terroristi

Quaderno

 

 

È tipico della nostra società neoliberale di prendersela con i più deboli. Non per niente uno dei temi preferiti da C. Blocher e dall’UDC è quello della lotta ai «falsi invalidi».

In questa stucchevole crociata siamo ora arrivati addirittura al grottesco.

leggi di più

Consiglio Federale a rimorchio dei monopoli farmaceutici

di Franco Cavalli

 

Sono molti i fattori che spiegano il continuo aumento dei costi della salute: il principale è però sicuramente l’esplosione dei prezzi dei medicamenti. Basti pensare che nel settore oncologico il prezzo medio di un nuovo farmaco ammesso sul mercato è aumentato negli ultimi 25 anni all’incirca di ben 50 volte.

leggi di più

Giorgio Giudici e Tiziano Moccetti: il Cardiocentro è nostro!

di Red

 

È di oggi la notizià che Giudici e Moccetti (i CEO della Fondazione Cardiocentro) sono tornati alla carica, chiedendo l'intervento del Consiglio di Stato, per impedirne il passaggio sotto il cappello dell'Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) come prevede l'accordo sottoscritto negli anni '90.

leggi di più

Monopoli farmaceutici: solo con il narcotraffico si guadagna di più!

di Franco Cavalli

Il settore delle multinazionali farmaceutiche è quello che mostra meglio di ogni altro non solo l’iniquità, ma al limite addirittura il delirio a cui arriva l’attuale sistema capitalistico, basato sulla cosiddetta share-holder value, cioè sul massimizzare i guadagni borsistici a breve scadenza. Per avere le quotazioni borsistiche le più alte possibili, bisogna cioè massimizzare i profitti. Per fare ciò, o si risparmia sulla manodopera, soprattutto con le mega-fusioni o si vendono i farmaci a dei prezzi astronomici.

leggi di più

Grecia: Novartis e tangenti, l’ora della verità?

di Red

 

Il parlamento greco ha deciso: ci sarà una commissione d’inchiesta per far luce sullo scandalo delle tangenti pagate da Novartis a membri dei governi greci passati.

Oltre ad avere passato bustarelle ad ex premier come Antonis Samaras e Panagiotis Pikrammenos (capo del “governo tecnico” voluto dall’UE, tanto per intenderci) e a diversi ministri dei governi conservatori e socialisti passati.

leggi di più

Ospedale Cantonale Universitario: una necessità?

di Equo

 

L’apposita commissione sanitaria del Gran Consiglio ha firmato i due rapporti l’8 novembre, arriverà quindi presto nel plenum l’iniziativa parlamentare di Simone Ghisla (PPD), firmata da altri 37 Gran Consiglieri, che chiede l’istituzione di un ospedale cantonale universitario di riferimento con sede unica e gestito dall’EOC.

leggi di più

Beltraminelli: impegni non mantenuti!

Iniziativa popolare per la copertura delle spese dentarie:

Basta tacere! Esigiamo che finalmente si proceda

leggi di più

Cure dentarie: proposte concrete entro novembre

Dopo un lungo silenzio e su loro richiesta, una delegazione degli iniziativisti (ForumAlternativo, PS, Unione Sindacale Svizzera) si è incontrata lunedì 26 giugno con Paolo Beltraminelli, Direttore del DSS.

Beltraminelli promette proposte entro novembre per una migliore copertura delle spese dentarie.

leggi di più

Beltraminelli sveglia!

Le iniziative sanitarie:

una risposta della società civile all’inerzia del Dipartimento.

leggi di più

Giorgio Giudici, il Cardiocentro e l'arroganza antidemocratica

Già i romani dicevano "pacta servanda sunt" cioé i patti devono essere rispettati.

 

Questa regola fondamentale della convivenza civile sembra non valere per Giorgio Giudici che semplicemente non vuole rispettare l'accordo fatto negli anni 90 che dava gratuitamente al Cardiocentro un diritto di superficie a condizione che entro il 2020 rientrasse nell'Ente Ospedaliero Cantonale (EOC).

leggi di più

Mal’aria: malattie da polveri fini

di Giorgio Noseda

 

Secondo gli ultimi dati diffusi dall’OMS, l’inquinamento atmosferico ha causato nel 2012 sette milioni di morti in tutto il mondo, colpendo in particolare anziani e bambini. Fra tutte le sostanze nocive, le più pericolose sono considerate le polveri fini (PM10).

Parecchie ricerche hanno evidenziato una correlazione tra smog, in particolare polveri fini (ma anche diossido di azoto - NO2), soprattutto in conseguenza del traffico stradale, ma anche di altre cause come le emissioni per il riscaldamento degli edifici, e diverse malattie.

leggi di più 0 Commenti

La Destra aumenterà anche i prezzi dei funerali ?

 

Dopo la decisione della maggioranza del Parlamento di aumentare la franchigia minima di cassa malati, riproponiamo l’articolo di Gianfranco Domenighetti, intitolato “Cattive notizie dalla sanità”, pubblicato dal Caffè il 25 settembre scorso quando la proposta era appena stata accettata dal Consiglio degli Stati.

Sottolineature nostre.

 

In attesa dei premi 2017 delle Casse malati ecco, quale antipasto, una prima cattiva notizia. Il Consiglio degli Stati ha accettato una mozione che vuol aumentare la franchigia obbligatoria di base, ora di 300 franchi, e adattarla alla crescita dei costi della Lamal. Questo significa che in futuro i cittadini potranno essere chiamati a pagare obbligatoriamente di tasca propria i primi 400, 500 o più franchi di spesa prima che la loro cassa malati inizi a coprire i costi medico-sanitari. Non sorprende che il promotore della mozione, sottoscritta da altri 29 senatori tra cui i due ticinesi, sia membro remunerato, come altri senatori firmatari, del "Gruppo di riflessione" della più importante cassa malati svizzera, il Gruppo Mutuel.

 

leggi di più

3 Referendum!

La manovra finanziaria di rientro fa male a chi già sta male di suo. Sarebbe dovuta essere di 185 milioni. Di fatto, con i cambiamenti voluti dal triciclo PLR-PPD-Lega, è arrivata a 205 milioni. Dentro i quali c’è di tutto, comprese alcune misure dolorose per le famiglie e i ceti basso e medio. Il risultato sarà un peggioramento della solidarietà sociale e della qualità dei servizi. Perciò sono stati lanciati tre referendum in particolare contro tre misure fra le più gravi: la riduzione del numero dei giudici dei provvedimenti coercitivi, la modifica alla Legge sull’assistenza e la cura a domicilio e l’abbassamento delle soglie Laps. Chiunque abbia a cuore uno Stato sociale che si preoccupa delle persone più fragili e rifiuta il privilegio di pochi dovrebbe firmare. Perché i soldi ci sono: nelle tasche dei ricchi. Ed è lì che bisogna andarli a cercare.

Scaricate qui di seguito i tre formulari per le firme.

leggi di più

Ospedali: una decisione (quasi) storica

Beltraminelli, Sanvido e Pellanda: dimissioni immediate

di Graziano Pestoni

 

Bisogna tornare al 2002 per trovare una situazione analoga a quella odierna. Allora si è votato a livello nazionale sulla liberalizzazione/privatizzazione del mercato dell'energia elettrica. I fautori, i gruppi finanziari, avevano investito 20 milioni di franchi nella campagna. Una cifra immensa. Ma i cittadini si opposero.

leggi di più

Suicidio assistito, un diritto fondamentale!

di Franco Cavalli

 

La Commissione sanitaria del Gran consiglio ha recentemente bocciato l’iniziativa parlamentare dei Verdi, che proponeva di permettere il suicidio assistito negli ospedali e nelle altre istituzioni sanitarie, come è oramai già il caso in diversi cantoni. Questo rifiuto secondo me offende, come vedremo in seguito, un elementare diritto di giustizia, ma ciò non sorprende più di tanto tenuto conto dell’oscurantismo che attualmente prevale in Ticino e di cui il risultato del voto di domenica scorsa sull’iniziativa disumana dell’Udc è stata un’ulteriore prova, dato che abbiamo fatto addirittura ben peggio di quei cantoni che vengono appunto definiti della Svizzera primitiva.

leggi di più

Un inaccettabile salto indietro

di Graziano Pestoni

 

L’Ente ospedaliero cantonale (Eoc) fu creato dal Gran Consiglio il 20 dicembre 1982. Esso riunì una decina di istituti non in grado di assicurare una medicina moderna e di qualità, gestiti da fondazioni private, fatta eccezione per l’Ospedale Civico di proprietà della Città di Lugano. A quel tempo per diagnosi e interventi appena complessi ci si doveva recare in Svizzera interna, da cui il diffuso detto “il miglior ospedale ticinese è il treno per Zurigo”.

leggi di più

No allo smantellamento degli Ospedali pubblici!

 Scaricate qui il Formulario per firmare il Referendum

 

Sono moltissime le ragioni per opporsi alla pianificazione ospedaliera votata dal Gran Consiglio e della quale la revisione della Legge sull’Ente Ospedaliero Cantonale (LEOC) è parte integrante.

Ricordiamo i cinque principali motivi:

leggi di più

Foraggiare

«Non c’è nulla di razionale in tutto ciò, se non l’aspetto di ‘foraggiare’ delle cliniche private». Questo il commento del direttore sanitario dell’ospedale di Mendrisio a proposito della pianificazione ospedaliera che il Gran Consiglio voterà in dicembre. In Ticino quasi la metà dei posti letto si trova nel settore privato, un numero molto più elevato rispetto agli altri cantoni svizzeri. E in Ticino il settore privato ha da sempre dei forti legami con i soliti partiti politici…

leggi di più

Continua la lettura nella sezione Archivio Annuale