Internazionale

«I ricercatori cubani ottimisti per il vaccino anti-coronavirus»

intervista a Franco Cavalli*

 

Tra i vaccini in fase di sperimentazione per contrastare il virus SARS-CoV-2 c’è anche quello sviluppato dall’Istituto Finlay dell’Avana. 

leggi di più

Grande Franco!

Bolivia libera e sovrana

PIAZZA APERTA - Silvano Molteni *

leggi di più

Elezioni USA, città blindate in attesa dell’uragano delle proteste

di Vinz Mancuso, San Francisco

 

Che il 2020 non sia un anno normale lo abbiamo assimilato. Che anche queste elezioni americane non siano elezioni normali un po' lo si immaginava, ma a due giorni dal voto è diventato palese e concreto.

leggi di più

L’egemonia americana alla prova della crescita cinese

di Fabrizio Tonello

 

Che gli Stati Uniti dovessero guidare il mondo è stato dato per scontato prima che esistesse la capitale Washington, prima della stessa fondazione della repubblica, fin dal momento nel 1620 in cui i puritani misero piede sulla costa di ciò che venne più tardi battezzato Massachusetts, rischiando di morire tutti di fame e freddo nel primo inverno passato laggiù.

leggi di più

Dopo la Bolivia il Cile: una svolta impensabile fino a qualche mese fa

di Roberto Livi

 

Referendum cileno. Dopo la straordinaria vittoria elettorale del Mas e del suo candidato alla presidenza, Luis Arce, in Bolivia, il risultato del plebiscito in Cile può avere importanti riflessi in America latina, dove nei prossimi mesi avranno luogo elezioni in Brasile, Paraguay, Venezuela e, all’inizio dell’anno prossimo, in Ecuador.

leggi di più

Russia, ago della bilancia

di Yurii Colombo, corrispondente da Mosca

 

Nello scontro politico-commerciale tra Cina e Stati Uniti, la Russia di Putin potrebbe giocare un ruolo fondamentale, se non decisivo.

leggi di più

STATI UNITI: SULL’ORLO DI UNA CRISI DI NERVI

di Franco Cavalli

 

Il numero di ottobre di «Le Monde Diplomatique» titola in prima pagina Gli Stati Uniti in preda alla follia, mentre ultimamente su uno dei maggiori quotidiani svizzeri si discuteva seriamente se la nazione americana sia già avviata sulla via del fascismo.

leggi di più

Le elezioni americane viste da Pechino

di Simone Pieranni, corrispondente da Pechino

 

Dopo gli ultimi due anni di sanzioni, dazi, scontri diplomatici e accuse da parte americana di essere responsabile della diffusione del virus, la Cina si appresta a osservare le elezioni americane all’interno di un contesto internazionale sempre più complicato.

leggi di più

Protesta contro il boicottaggio di Banca Cler verso Cuba

Una nuova guerra fredda?

L'Editoriale - Q28

 

Con la rapida deteriorazione dei rapporti tra Cina e Stati Uniti, arrivati ormai ad un minimo storico, molti commentatori sono convinti che stiamo entrando in una nuova congiuntura internazionale, una sorta di “nuova guerra fredda” tra le due principali potenze del pianeta.

leggi di più

Quale futuro per i profughi di Moria?

di Maurizio Cara, coordinatore volontari a Salonicco*

 

Ciò che accade a Moria è sotto i riflettori da giorni. Quello che accadrà è meno evidente, purtroppo. 

leggi di più

Rossana, stella polare

di Franco Cavalli

 

Il titolo non è mio, l’ho rubato a quanto ha scritto appena appresa la notizia della morte di Rossana Rossanda Loris Campetti, giornalista ex Manifesto e che i lettori di Area ben conoscono per i suoi frequenti articoli sulla situazione della classe operaia italiana.

leggi di più

La promessa di una Cina a emissioni zero entro il 2060

di Barbara Finamore

 

La prima volta che mi son trasferita in Cina nel 1990, l’inverno significava carbone. Nel momento in cui Pechino accendeva il sistema di riscaldamento municipale, le nostre facce si coprivano di cenere.

leggi di più

Potere Operaio nell’Italia degli anni ’70

di Gigi Galli

 

Riflessioni su un’esperienza operaista rivoluzionaria che influenzò la sinistra di classe ticinese.

leggi di più

Venezuela verso le elezioni, Maduro si rafforza

di Roberto Livi, corrispondente dall’Avana

 

Le elezioni politiche per rinnovare l’Assemblea nazionale (AN , il Parlamento unicamerale) fissate per il 6 dicembre potrebbero rappresentare un punto di svolta della lunga crisi politica del Venezuela. 

leggi di più

Denuncia contro una trasmissione anti-cubana della Radio Romanda

di Franco Cavalli, Medicuba Europa

 

Con l’appoggio di una settantina di personalità (tra cui Dick Marty, Jean Ziegler e diversi professori delle facoltà di medicine svizzere) ho recentemente inoltrato denuncia all’autorità federale di sorveglianza radiotelevisiva... 

leggi di più

Le matrioske di Navalny

di Yurii Colombo

 

Ritratto con molte ombre del politico anti-Putin che qualcuno in Europa considera da Nobel. E che a ben vedere incarna una sorta di versione giovanile, dura e pura, dello stesso leader russo.

leggi di più

Toccante discorso di Franco Cavalli

Ciao Rossana, grazie per tutto quello che ci hai dato

di Loris Campetti

 

E’ come se all’improvviso si fosse spenta la stella polare e i naviganti non sapessero più orientarsi. Dov’è il nord? Io non so più orientarmi. 

leggi di più

"Maestra e icona": Rossana Rossanda per Franco Cavalli

di Beppe Donadio

 

Il ricordo della giornalista, scrittrice e co-fondatrice del Manifesto, morta domenica a Roma, nelle parole del fondatore del ForumAlternativo.

leggi di più

Con Rossana Rossanda perdiamo anche un’amica

di ForumAlternativo

 

La scomparsa di Rossana Rossanda sta giustamente suscitando ovunque un grande cordoglio. Con lei scompare una grande figura storica della Sinistra, amata e rispettata internazionalmente.

leggi di più

USA a rischio declino

PIAZZA APERTA - Enrico Geiler, Bellinzona

 

 

 

leggi di più

In Bielorussia la partita è tra Putin e gli operai

di Yurii Colombo, corrispondente da Mosca

 

Forse in pochi ci avrebbero creduto dopo che le proteste avevano assunto un grande carattere popolare di massa e avevano coinvolto anche le fabbriche ma Lukashenko – combattente coriaceo va riconosciuto - è riuscito in qualche misura a stabilizzare la situazione in Bielorussia.

leggi di più

“I can’t breathe” America al bivio

di Luca Celada, corrispondente da Los Angeles

 

Mentre volge al termine il quadriennio presidenziale di Donald Trump, è lecito dire che i presupposti più nefasti della sua elezione si siano avverati. 

leggi di più

Abdullah Öcalan: la mia soluzione per Turchia, Siria e i curdi

 Editoriale rivista Jacobin

 

Per oltre due decenni, il leader curdo Abdullah Öcalan è stato detenuto nella prigione turca sull'isola di İmralı. In questo editoriale per Jacobin , chiede un "progetto di nazione democratica" in grado di unire cittadini di diverse etnie e tradizioni culturali.

leggi di più

Alle origini della crisi bielorussa

di Yurii Colombo, corrispondente da Mosca

 

L'estate del 2020 verrà ricordata per il coronavirus ma anche per la grave crisi politica in Bielorussia. 

leggi di più

Trump: dal populismo al fascismo?

di Marina Catucci, corrispondente da New York

 

La presidenza Trump sta prendendo contorni sempre più autoritari: se mai ci fossero stati dubbi riguardo la vera natura di questa amministrazione, la crisi generata dalla mala gestione della pandemia e le proteste per l’omicidio di George Floyd, a Minneapolis, hanno evidenziato tutti i dettagli.

leggi di più

Indignazione per una Bolivia dimenticata e abbandonata

Ass. Chajrarunaj Masis, amici del condadino – Bolivia

 

Abbiamo deciso scrivere queste righe per far conoscere la nostra forte indignazione per la mancanza di informazione che un paese dell’America Latina, come la Bolivia, ancora una volta debba subire! 

leggi di più

Attacco militare contro l'Armenia: una nuova guerra di religione?

PIAZZA APERTA - Comunità armena della Svizzera

leggi di più

Un popolo dimenticato

di Red

 

40 milioni di persone a cui viene negato ogni diritto. La storia comincia da lontano con un trattato che dividendo politicamente un territorio - la Mesopotania - in modo assolutamente arbitrario, ancora oggi a quasi cent’anni di distanza, mostra quanto sia stato ingiusto ed iniquo. 

leggi di più

Appello per il Brasile

di Frei Betto*

 

Care amiche e cari amici, in Brasile si sta consumando un genocidio! 

leggi di più

Cuba resiste anche al Covid-19

di Roberto Livi, corrispondente dall’Avana

 

“Quella messa in atto dal governo cubano per contenere la diffusione del coronavirus è una strategia aggressiva”. 

leggi di più

La pandemia rinforza Netanyahu e il dispotismo

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Nei mesi scorsi, mentre mezzo mondo rallentava o fermava quasi del tutto ogni attività per contenere il coronavirus, i social network sono stati inondati da una piena di buoni propositi. 

leggi di più

Coronavirus in Lombardia: una tragedia con precise responsabilità

di Vittorio Agnoletto

 

C’è stata una “finestra di opportunità” – questo il termine utilizzato dall’Oms – tra la scoperta del virus in Cina e la sua comparsa in Occidente: un’opportunità formidabile per organizzare al meglio la risposta evitando di farci trovare impreparati. Ma non è stato fatto nulla. Ed è stata una tragedia.

leggi di più

La pandemia in Cina: parecchi successi, qualche problema

di Simone Pieranni, corrispondente da Pechino

 

Sembra un secolo fa, ma è bene ricordare da dove e quando è partita l’epidemia di Covid-19 che si è ormai diffusa in ogni parte del mondo: a inizio dicembre 2019 alcuni medici dell’ospedale di Wuhan, metropoli cinese di 11 milioni di abitanti, si trovano di fronte a quello che definiscono fin da subito un ceppo anomalo di polmonite.

leggi di più

Russia: il Covid-19 alimenta la crisi sociale

di Yurii Colombo, corrispondente da Mosca

 

Fino al 26 marzo, giorno in cui Vladimir Putin ha annunciato a reti unificate la messa in quarantena dell’intero paese, si respirava una strana aria in Russia. I casi accertati fino ad allora erano solo 500, i morti 2 e la gente proseguiva il tran-tran abituale senza prendere alcuna precauzione.

leggi di più

L'altro fronte di Erdogan, invaso il Kurdistan iracheno

Nena news - di Chiara Cruciati

 

Dopo i raid aerei, Erdogan invia i soldati. Protesta Baghdad, Erbil in silenzio. Dal 1992 a oggi un’operazione dietro l’altra. Per nascondere le debolezze interne.

leggi di più

Un ritratto dell’America che tormenta ancora

A portrait of America that still haunts

By Arthur Lubow

Robert Frank chose this image for the cover of his eye-opening book of 83 photographs, “The Americans,” published in 1959.

Robert Frank scelse questa immagine per la copertina del suo libro rivelatore di 83 fotografie, “The Americans” – “Gli americani", pubblicato nel 1959.

leggi di più

Trump sacrifica la popolazione americana alla sua rielezione

di Marina Catucci, corrispondente da New York

 

Alla Casa Bianca, la pandemia di coronavirus è percepita come un odioso incidente di percorso che si è andato ad intromettere sul cammino verso la rielezione che a Donald Trump appariva come una strada in discesa.

leggi di più

Della rabbia e della bellezza. Cronaca di una protesta a Brooklyn

di Cinzia Arruzza

 

Il Barclays Center di Brooklyn è stato oggetto di contesa prima ancora di essere costruito: molti collettivi si sono opposti al progetto preoccupati, a ragione, che avrebbe intensificato i processi di gentrificazione razzista già in corso in un’area soggetta a rapide trasformazioni.

leggi di più

BLACK LIVES MATTER, la protesta blocca il Golden Gate Bridge

Vincenzo Mancuso, Documentafilm

 

Sabato 6 Giugno, migliaia di persone hanno manifestato sul ponte simbolo di San Francisco, il Golden Gate Bridge, bloccando il traffico. Dopo l’assassinio di George Floyd il 25 maggio a Minneapolis, in tutti gli Stati Uniti sono scoppiate proteste e rivolte contro l’abuso di potere della polizia e il razzismo. Le proteste sono ormai diventate quotidiane, coinvolgendo sopratutto i giovani e giovanissimi. La protesta del Golden Gate Bridge è stata organizzata da una 17 enne, Tiana Day.

La Turchia attacca gli "Antifa" che appoggiano le Ypg curde

di Michele Giorgio

 

Ankara ha chiesto a Donald Trump di proclamare “terroristi” i combattenti curdi perché ricevono sostegno dagli “Antifa” attaccati in questi giorni dal presidente americano. I media turchi pubblicano foto delle bandiere antifasciste accanto a quelle curde.

leggi di più

Basta violenza e ingiustizia in Bolivia!

PIAZZA APERTA - Associazione Chajrarunaj Masis*

leggi di più

Quella colonialità che riemerge nella gestione del covid

di Gabriele Proglio

 

Pandemia e controllo sociale. Dalle banlieue alla condizione migrante che evoca la «zona di non essere» di Fanon.

leggi di più

Trump ridisegna il Medio Oriente a favore d’Israele

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Le preoccupazioni, reali o esagerate, generate a livello globale dal diffondersi del Covid-19 hanno finito per oscurare nei media e nella diplomazia temi centrali di politica internazionale e gravi conflitti.

leggi di più

Alcune domande a Elly Schlein

di Franco Cavalli

 

Elly Schlein, 34 anni, nata e cresciuta a Lugano, madre italiana, padre americano, ha ottenuto alle ultime elezioni regionali in Emilia Romagna il più alto numero di preferenze, nonostante si candidasse per una lista nuova, che globalmente ha fatto il 3,8% dei voti.

leggi di più

Il criminale di guerra eroe del trumpismo

di Luca Celada

 

Passato inosservato nel concitato turbine del frullatore trumpiano, il caso del sergente maggiore Edward Gallagher, del suo crimine di guerra, condanna, grazia e consacrazione racchiude al contempo la bieca violenza e la demagogia del regime che si è impadronito della Casa bianca.

leggi di più

Lottare per una vita migliore

di Roberto Antonini*

 

Noam Chomsky, probabilmente il più noto intellettuale al mondo, e certamente il più importante linguista vivente, ha da sempre sposato posizioni molto radicali per denunciare quelle che secondo lui sono le derive del sistema capitalistico e della superpotenza americana.

leggi di più

RICHIEDENTI ASILO E MIGRANTI UCCISI E MALTRATTATI ALLE FRONTIERE

Amnesty International

 

AMNESTY INTERNATIONAL CONFERMA I DECESSI AVVENUTI ALLA FRONTIERA GRECO-TURCA. MIGLIAIA DI RICHIEDENTI NELLE ISOLE GRECHE MINACCIATI DAL COVID-19. AMNESTY INTERNATIONAL ESIGE L’EVACUAZIONE IMMEDIATA DEI CAMPI E CHE LE PERSONE BISOGNOSE DI PROTEZIONE SIANO ACCOLTE DAI PAESI DELL’UE E DALLA SVIZZERA

leggi di più

Cuba aiuta il mondo, noi cerchiamo di aiutare Cuba

di Franco Cavalli

 

Tutti ci ricordiamo che i medici cubani furono gli unici ad andare in Africa ad aiutare le popolazioni locali contro l’epidemia di ebola.

Mentre in Europa litighiamo su chi può comperare più mascherine e chiudiamo tutte le frontiere, Cuba continua ad aiutare tutti quei paesi che ne hanno bisogno. 

leggi di più

«Chi resta a casa è codardo». In Brasile impazza Bolsovirus

di Claudia Fanti - ilmanifesto

 

Pandemonio tropicale. Il leader «più inefficace al mondo» di fronte alla pandemia insiste: «è solo una febbriciattola». E dopo aver definito l’Italia un paese di vecchi attacca le misure di contenimento della diffusione del Covid-19 adottate dai governatori nei singoli stati: «un crimine».

leggi di più

Erdogan molto peggio del Coronavirus ed il Consiglio Federale tace

di ForumAlternativo

 

La squallida partita di giro, in cui da un lato si vendono armi alla Turchia consentendo al dittatore Erdogan nel suo delirio neo-ottomano di proseguire la politica di guerra, pulizia etnica e sterminio del popolo curdo, ... 

leggi di più

Elezioni britanniche: incubo di una notte di fine autunno

di Damiano Bardelli

 

Londra, la sera del 12 dicembre. Il buio è da tempo calato sulla città. Le elezioni generali – le terze in quattro anni – volgono al termine. 

leggi di più

America latina, tra colpi di stato e rivolte popolari

di Roberto Livi, corrispondente dall’Avana

 

Quello appena iniziato sarà un anno cruciale per le forze progressiste latinoamericane.

leggi di più

La Cina e i suoi problemi interni

di Simone Pieranni, corrispondente da Pechino

 

Sono due gli ambiti “interni” che la Cina deve fronteggiare anche nel 2020. Il primo è quello relativo all’ex colonia britannica di Hong Kong, il secondo si riferisce alla regione nord occidentale dello Xinjiang.

leggi di più

Vita da perseguitata

di Tullio Togni

 

«Mi chiamo Nekane Txapartegi: perseguitata, fuggitiva, rifugiata politica basca. E anche mamma e femminista». È “una storia nella storia”, una biografia in costruzione e già segnata dal tempo, che trova le sue radici nella guerra civile spagnola vinta dai falangisti o forse prima ancora. 

leggi di più

Cosa c’è in gioco nell’Iowa con Bernie Sanders

di Gian Giacomo Migone

 

Usa 2020. Via alle primarie democratiche per scegliere che sfiderà Trump alle presidenziali. Comunque vada, la sfida del candidato più a sinistra di tutti avrà effetti duraturi anche fuori dagli Stati uniti.

leggi di più

Impeachment a suon di tweet

di Marina Catucci, corrispondente da New York

 

L’impeachment di Donald Trump è entrato nella sua seconda fase, vale a dire quella del processo vero e proprio, gestito dal Senato a guida repubblicana.

leggi di più

Processo Eternit bis. Schmidheiny a giudizio per omicidio volontario

Intervista al giornalista Claudio Carrer

 

Fece di tutto per negare la pericolosità dell’amianto. Il magnate svizzero Stephan Schmidheiny venerdì 24 gennaio è stato rinviato a giudizio dal giudice dell’udienza preliminare di Vercelli per l’omicidio volontario di 392 persone, morte a causa dell’amianto che si lavorava della sede della Eternit di Casale Monferrato.

leggi di più

Dopo il massacro, quali alleanze per i curdi?

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Il silenzio è sceso sull'invasione turca della Siria settentrionale, il Rojava. Certo la società civile internazionale non dimentica il popolo curdo vittima di un brutale attacco militare da parte dei soldati turchi e dei mercenari siriani agli ordini del presidente turco Recep Tayyib Erdogan.

leggi di più

Un mare di sardine

di Loris Campetti

 

Ci voleva un menù natalizio a base di pesce azzurro per rianimare un paese allo stremo con un’iniezione di vitamine, Omega3 e sali minerali per combattere il colesterolo cattivo e prevenire le malattie cardiovascolari. 

leggi di più

Il mio viaggio con Nanni Balestrini

di Giairo Daghini

 

Ho incontrato Nanni Balestrini agli inizi degli anni Sessanta quando con lo scritto “Linguaggio e opposizione” egli opponeva al comune linguaggio convenzionale quello magmatico del parlato fatto di ritmi inconsueti, di grovigli, di immagini spropositate come il luogo di straordinarie apparizioni di fatti e di pensieri, di nuove cose che venivano in superficie.

leggi di più

Fascismo russo e Svizzera

di Yurii Colombo, corrispondente da Mosca

 

Nel 1936 Daniel Guerin diede alle stampe il libro “Fascismo e gran capitale”, divenuto presto un classico dell’analisi marxista, in cui si dimostrava il ruolo svolto dai grandi gruppi finanziari europei nell’ascesa del fascismo in Italia e del nazismo in Germania. 

leggi di più

Le guerre di oggi

di Collettivo Scintilla

 

Qualcuno ha detto che siamo in guerra: Libano, Haiti, Cile, Ecuador, Algeria, Hong Kong, Iraq; la lista sarebbe ancora lunga. 

leggi di più

Antisemitismo: la strana posizione del Partito Socialista Svizzero

di Enrico Geiler

 

Il 24 maggio 2019 la Direzione nazionale del Partito Socialista ha adottato la definizione IHRA (Alleanza internazionale per il ricordo dell’Olocausto) dell’antisemitismo e ha sollecitato il parlamento e il Governo svizzero a fare altrettanto.

leggi di più

Antisemitismo o legittima critica alle politiche di Israele?

di Damiano Bardelli

 

L’antica piaga dell’antisemitismo, mai del tutto eradicata, sta purtroppo tornando a dispiegare i suoi tentacoli in Occidente. 

leggi di più

Sotto i colpi sempre più feroci di Trump, Cuba barcolla ma resiste

di Roberto Livi, corrispondente dall’Avana

 

Ha un retrogusto amaro la vittoria ottenuta il 6 novembre dalla diplomazia cubana all’Assemblea generale delle Nazioni Unite: 187 paesi hanno votato a favore della condanna del sessantennale embargo unilaterale imposto dagli Usa all’Isola. 

leggi di più

Violazione diritti umani in Bolivia

comitato di Chajrarunaj masis - amici del contadino - Bolivia

 

Siamo profondamente delusi e increduli per la inconsistente reazione della comunità internazionale davanti all’operato ingiusto, razzista e violento del governo di transizione con Jeanine Añez, autoproclamata presidente!

leggi di più

Grecia: Tsipras poteva fare diversamente?

di Luciana Castellina

 

Disfatta di Syriza nelle elezioni politiche anticipate dello scorso luglio? E’ quanto si sono affrettati ad annunciare quasi tutti  i media appena chiuse le urna. E però si  tratta di una “disfatta” che fa gola a tutti i partiti della sinistra europea: ....

leggi di più

Perché Tsipras è stato sconfitto

di Fosco Giannini, responsabile esteri del Partito Comunista Italiano (PCI), già senatore

 

Lo scorso 7 luglio si sono tenute in Grecia le elezioni. Il Partito di Alexis Tsipras, Syriza, ha ottenuto il 31,6% ed è stato sconfitto da Nuova Democrazia, che ha ottenuto il 39,8%: la forza politica più antioperaia e più filo-atlantista del grande capitale greco.

leggi di più

«Sono state le elezioni più terribili della storia. Contro Corbyn solo odio»

di Giovanni Stinco

 

«Non piangetevi addosso, organizzatevi». Non ha dubbi Ken Loach di fronte ai riders e agli operai in lotta. Il suo consiglio, da regista che ha raccontato la classe operaia e da attivista del Labour Party inglese, resta sempre quello: «anche quando si perde continuare la lotta».

leggi di più

Quando mi si tacciò di antisemitismo e negazionismo

di Franco Cavalli

 

Nel luglio del 2018, su invito della Linke, avrei dovuto partecipare in veste di esperto sulla sanità cubana ad una riunione di una commissione del Bundestag Tedesco, in quanto diversi parlamentari erano interessati al modello di medico di famiglia che sta alla base del sistema cubano. 

leggi di più

Cento cene per il manifesto

il manifesto

 

Viviamo una fase di grande incertezza, politica e sociale. È evidente nel mondo in rivolta disperata ovunque e con la guerra contro gli ultimi tornata d’attualità, con la disperazione dei migranti in fuga. 

leggi di più

Quindici milioni contro Trump

di Franco Cavalli, Presidente Medicuba Europa

 

La situazione economica a Cuba sta rapidamente peggiorando, a causa delle decisioni sempre più drastiche di Trump. 

leggi di più

La politica è malata ma la piazza è sana

di Loris Campetti

 

Mentre nel governo montano le difficoltà nell’affrontare le sfide del paese, l’altra Italia dà segnali di vitalità.

leggi di più

Cassis cagnolino di Trump

di Red

 

Al governo israeliano e quindi agli americani ha sempre dato fastidio che l’aiuto svizzero all’estero si occupasse di lenire la situazione drammatica dei palestinesi che muoiono di fame a Gaza e nei territori occupati.

leggi di più

Le promesse di Putin e la realtà

di Yurii Colombo, corrispondente da Mosca

 

Alexander Buzgalin è stato membro dell’ultimo comitato centrale del Partito comunista dell’URSS nel 1990-1991. Docente di economia politica presso l’Università Lomonosov di Mosca, Buzgalin dal 2000 è animatore della rivista marxista “Alternativy” che si pone il compito di ricostruire teoria e pratica politica della sinistra nella Federazione Russa.

leggi di più

Green New Deal

di Marina Catucci, corrispondente da New York

 

Quando è stata eletta la deputata socialista Alexandria Ocasio-Cortez, il primo sentimento corale è stato quello di attesa, un “aspettiamo cosa sarà in grado di fare” collettivo anche tra i democratici, ma questa attesa è durata poco... 

leggi di più

Nicaragua: un po’ più di chiarezza, ma non troppa

Intervista a Dieter Drüssel di RedQ

 

Del Nicaragua i media oramai non parlano più: i fatti di un anno e mezzo fa sono scomparsi dall’interesse mediatico. Sul posto la situazione è abbastanza calma, anche se chi vi è stato recentemente dice di percepire una certa tensione, come se qualcosa “continuasse a bollire in pentola”. 

leggi di più

Se questa è la UE del futuro

di RedQ

 

Proprio mentre l’Europa stava soffrendo per la canicola di inizio estate, il Consiglio europeo ha pubblicato il documento ufficiale “una nuova agenda strategica 2019-2024”, che riassume le idee della Commissione e delle altre strutture UE per il prossimo futuro.

leggi di più

Manifestazione solidale con il popolo cileno

Comunità cilena residente in Ticino

 

 

Sabato 2 novembre a Bellinzona dalle 15.00 fino alle 17.00 con ritrovo alla posta Bellinzona.

 

Un grazie di cuore per il vostro sostegno e solidarietà.

 

Lo scorso 25 ottobre presso la “Casa del Popolo” a Bellinzona, ha avuto luogo una riunione composta da una trentina di persone tra rappresentanti della comunità cilena residente in Ticino come pure la partecipazione e il sostegno di vari amici svizzeri. Gli organizzatori hanno sentito il bisogno urgente di convocare questa prima riunione dovuta al susseguirsi dei drammatici eventi che stanno accadendo in tutto il Cile.

 

Come avrete appreso dalle cronache, sono giorni che il presidente di destra Sebastian Pinera, ha scatenato l’esercito contro il suo proprio popolo in rivolta a seguito delle politiche neoliberiste e di austerità che questo governo impone ai suoi cittadini e di cui sono le fasce meno abbienti a risentirne, ossia i lavoratori e le lavoratrici che vivono principalmente del proprio salario, sospendendo le già limitate garanzie democratiche nel paese.

 

Il suo governo non è stato in grado di controllare la situazione e ha delegato la gestione dell’ordine pubblico ai militari e il risultato è stata una repressione cruenta che persiste tuttora e che ha esacerbato ulteriormente la protesta. Nelle principali città le strade e le piazze sono presidiate dall’esercito e al calar del sole vige il coprifuoco.

 

La rabbia della popolazione è esplosa per la decisione del governo di aumentare per la quarta volta dal 2016 le tariffe dei servizi pubblici, è il risultato di anni di feroci ingiustizie sociali. Ad oggi e secondo il rapporto indipendente dell’Istituto Nazionale dei Diritti Umani, ci sono già oltre 2000 detenzioni, più di 300 feriti e 18 morti, di cui uno è un minore (anche se altre fonti indichino più alto il numero dei morti).

 

Il nostro popolo è oramai stanco di subire e quindi facciamo un accorato appello a tutti i nostri compatrioti e compatriote come pure alla popolazione ticinese che crede negli ideali di giustizia, nei diritti civili e democratici e solidarizza con il nostro popolo. Condanniamo all’unanimità facendoci sentire anche qui dal Ticino come nel resto della Svizzera esigendo la fine di questa dittatura e la destituzione di Pinera e il suo governo chiamando a formare una nuova assemblea costituzionale.

leggi di più

SALVIAMO IL ROJAVA!

di Franco Cavalli

 

Ieri ho parlato a Berna alla bella manifestazione dei curdi contro i crimini del Sultano Erdogan: non erano 2000 come dice la polizia, ma almeno 5000.

leggi di più

"SOMOS CUBANOS"

Associazione dei cubani residenti in Svizzera e Liechtenstein

leggi di più

Durissime condanne agli indipendentisti catalani: il carcere non è la soluzione!

di Potere al Popolo

leggi di più

Campagna internazionale - NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA!

FIRMATE E FATE FIRMARE LA PETIZIONE!

 

 

 

 

 

 

 

 

leggi di più

Questa guerra va fermata

Comitato ticinese per la ricostruzione di Kobane

 

Ci sono già i primi morti ma siamo ancora in tempo a fermare la perdita di altre vite umane, di donne e uomini, di bambini e anziani. 

leggi di più

Trump da via libera alla Turchia di massacrare il popolo curdo

di ForumAlternativo

 

Stavolta pare proprio che ci siamo. Purtroppo. Ormai da settimane Erdogan andava minacciando di attaccare il Rojava per sradicarvi l’esperienza del “Confederalismo democratico”, la rivoluzione curda condivisa da siriaci e gli altri popoli che abitano le terre del nord della Siria.

leggi di più

Quando il riciclaggio salva le banche, anzi il sistema

di RedQ

 

Lo scorso 4 marzo una ventina di media internazionali in cooperazione con l’associazione Organised Crime and Curruption Reporting Project (OCCRP) hanno pubblicato un rapporto di enorme portata sul cosiddetto scandalo “Lavomatic Troika”, dal nome della banca privata russa Troika Dialog, che nel frattempo non esiste più perché riassorbita da Sberbank, la più grande banca nazionale russa.

leggi di più

L’Europa e la via della Seta

di Simone Pieranni, corrispondente dalla Cina

 

Anche la Svizzera ha firmato il memorandum. Tra il 25 e il 27 aprile si è svolto a Pechino il secondo summit della Nuova via della Seta (Belt and Road Initiative nella sua sigla internazionale), il progetto mondiale guidato da Pechino nel quale è sostanzialmente coinvolto tutto il mondo.

leggi di più

La sconfitta di Syriza e le sue lezioni per la sinistra

Gary Younge

 

Gli ultimi cinque anni sono stati teatro di una sorprendente crescita della sinistra radicale in occidente, sia negli Stati Uniti che in buona parte dell’Europa. Dopo decenni passati ai margini, i candidati di sinistra hanno ottenuto il sostegno di milioni con un messaggio elettorale entusiasmante, ma sono stati i primi ad essere sorpresi e colti alla sprovvista da questo successo. Una volta ottenuti buoni risultati, hanno dovuto figurarsi cosa fare con la fiducia e la credibilità di cui sono stati investiti. [NdT]

leggi di più

Bambini ammalati di cancro nella Striscia di Gaza

di Francesco Ceppi, oncologo pediatra

 

Maggiore incidenza e grosse difficoltà nel trattamento dei piccoli pazienti, causa Israele e le divisioni politiche.

leggi di più

Alexandria Ocasio Cortez e le altre contro il trumpismo

di Luca Celada, corrispondente da Los Angeles

 

Lo scorso febbraio, nella solennità grigia e incravattata dello state of the union , l’annuale discorso a camere unificate del presidente, ha fatto irruzione un mare di bianco: quello dei vestiti che le deputate democratiche hanno scelto di indossare per dare forma, anche cromatica, alla loro compatta opposizione.

leggi di più

Ospedali di Gaza

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Il weekend di sangue del 4 e 5 maggio, costato la vita a 25 palestinesi, molti dei quali civili, uccisi dai bombardamenti dell’aviazione dello Stato ebraico, e a quattro cittadini israeliani colpiti dai razzi sparati dai palestinesi, ha confermato l’insostenibilità della situazione della Striscia di Gaza, di fatto una prigione per oltre due milioni di persone, stretta nel blocco terrestre e marittimo attuato da Israele da 12 anni a questa parte.

leggi di più

Israele, analisi del voto

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Mentre chiudiamo questa analisi dell’esito del voto israeliano del 9 aprile, Benyamin Netanyahu, premier riconfermato e incaricato di formare il governo, non ha ancora annunciato la formazione della nuova maggioranza di destra che guiderà Israele, in continuità e ulteriore radicalizzazione dei programmi degli esecutivi che ha guidato negli ultimi dieci anni.

leggi di più

Elezioni in Ucraina

di Yurii Colombo, corrispondente da Mosca

 

L’elezione di Volodomyr Zelensky nelle elezioni presidenziali ucraine aprirà una nuova fase nella storia del tormentato paese slavo e in particolare nei rapporti con il vicino russo? Tutto fa ritenere di sì, ma verso quali lidi è ancora difficile prevedere.

leggi di più

Eurosong: le vite dei Palestinesi non contano nulla?

di Arwa Mahdawi

 

L’Eurosong è sempre stato un esercizio di cattivo gusto, ma l’edizione di quest’anno arriva a nuove vette. Chi volesse gustarsi il chiccioso concorso musicale che avrà luogo dal 12 al 14 maggio a Tel Aviv, in Israele, dovrà ignorare il violento contesto politico che lo circonda.

leggi di più

Venezuela: le sanzioni USA hanno ucciso 40.000 persone nel 2017 e 2018

Alba Suiza

 

Siamo convinti che le giornaliste e i giornalisti in Svizzera s'impegnano nell'offrire ai propri lettori un'informazione di qualità ed obiettiva sulla situazione nella Repubblica bolivariana del Venezuela.

leggi di più

La prossima crisi: perché il mondo è impreparato per i rischi economici che ci aspettano

di Grace Blakeley

 

È passato ormai un decennio dall’inizio della Grande Recessione, il più colossale crollo che abbia travolto l’economia mondiale sin dagli anni 1930. Negli anni trascorsi dal 2008, il mondo ha sperimentato una lenta ma regolare ripresa.

leggi di più

Muri e mine fra guerra e pace

di Collettivo Scintilla

 

Il Sahara Occidentale è uno dei territori più minati al mondo: la ripresa delle negoziazioni fra Marocco e Fronte Polisario saprà rimediare?

leggi di più

Continua la lettura nella sezione Archivio Annuale