Internazionale

Ad Afrin regna il terrore

di RedQ

 

Secondo l'ultimo rapporto pubblicato da Amnesty International, nella città curda di Afrin, occupata dalle truppe turche e da bande armate jihadiste, regna ormai il terrore, come tra l’altro Erdogan aveva varie volte minacciato di fare.

leggi di più

Elezioni in Baviera e in Belgio: dei segnali per la sinistra ticinese

di Red

 

Quello appena trascorso è stato un fine settimana di elezioni in Baviera e in Belgio. Le prime sono state presentate dalla nostra stampa come un esame per il governo di Angela Merkel, mentre le seconde sono semplicemente passate sotto silenzio. Malgrado queste semplificazioni e queste censure, entrambe forniscono delle indicazioni di cui la sinistra ticinese deve urgentemente tener conto.

leggi di più

Brasile: Bolsonaro e la “sindrome di Stoccolma”

di Marco Consolo

 

Samba a destra in Brasile. Più di 147 milioni di brasiliani sono stati chiamati alle urne lo scorso 7 ottobre per eleggere Presidente, Vicepresidente, i componenti di Senato e Camera, governatori degli Stati.

leggi di più

Cinema: l’onda “black” contro il trumpismo

di Luca Celada

 

Nell’autunno caldo che prelude ai mid term di questo novembre – il primo esame elettorale del regime Trump è in parte anche banco di prova per i nazional populismi sovranisti ascendenti in Europa - il movimento afro americano si trova nuovamente sulla prima linea di una cruciale evoluzione sociale in America.

leggi di più

Fake news, milioni di sms e il ruolo delle chiese evangeliche dietro il 46% di Bolsonaro in Brasile

ALBALATINA

 

Forse nemmeno lui fino a 10 giorni fa pensava a un risultato elettorale così favorevole. I sondaggi attribuivano a Bolsonaro, candidato della ultradestra, circa il 29% dei voti, con un vantaggio di circa 8 punti sul candidato delle sinistre Haddad che era in rimonta. E poi?

leggi di più

Cuba: rivoluzione nella rivoluzione

di Roberto Livi

 

Spesso amici e colleghi mi dicono che vogliono "visitare Cuba prima che cambi". Ma Cuba è già cambiata.

leggi di più

Il megagasdotto TAP è un malaffare svizzero

di Angelo Gagliani

 

Il TAP (Trans-Adriatic Pipeline) è un gasdotto in costruzione che dalla frontiera greco-turca attraverserà Grecia e Albania per approdare a San Foca, spiaggia Bandiera Blu del Salento in Puglia.

leggi di più

AMCA: i nostro progetti in Nicaragua continuano

Ass. per l'aiuto Medico al Centro America

 

In Nicaragua, negli ultimi mesi si susseguono accadimenti che preoccupano non poco il mondo della solidarietà, ormai più che trentennale, con questo paese centroamericano. Una situazione che ci viene raccontata da diverse fonti di informazione, a cui anche AMCA deve far fronte.

leggi di più

La rivoluzione curda tratta con Damasco

di Michele Giorgio

 

La Siria non è del tutto scomparsa dalle cronache ma è sempre più raro oggi ascoltare o leggere approfondimenti sulla situazione siriana. I media internazionali, come spesso accade, pongono la loro attenzione solo su massacri e bagni di sangue.

leggi di più

DONBASS FRA SILENZIO E RESISTENZA

di Collettivo Scintilla

 

Era il febbraio 2014 quando – con un colpo di Stato ben accolto a Occidente – gli oligarchi filo – Ue e Nato e i fascisti di Svoboda e Pravyi Sektor sono saliti al potere in Ucraina.

leggi di più

Scenari di democrazia - Intervista a Noam Chomsky

di Fabrizio Rostelli

 

Linguista, filosofo, accademico, teorico della comunicazione e attivista politico: il prof. Noam Chomsky non avrebbe bisogno di presentazioni. Dopo aver trasformato radicalmente il mondo della linguistica con la sua teoria sulla grammatica generativo- trasformazionale negli anni’ 50-‘60, ha continuato ad osservare la realtà e le dinamiche sociali con uno sguardo rivoluzionario, producendo analisi e saggi sui temi del potere, del consenso, della democrazia e del linguaggio.

leggi di più

Putin taglia le pensioni, ora la gente reagisce

Nostra corrispondenza da Mosca di Yurii Colombo

 

Il giorno dell'inaugurazione dei mondiali, il 14 giugno, con timing perfetto il governo russo portò alla Duma la proposta di innalzamento dell'età pensionabile (da 55 a 63 per le donne e da 60 a 65 per gli uomini). In precedenza Putin, durante la campagna per le presidenziali del 2018, aveva accuratamente evitato di affrontare la questione ben sapendo quanto tengono i russi a questa ultima vestigia del welfare sovietico.

leggi di più

I poteri forti hanno scelto Salvini

di Giorgio Cremaschi

 

Se il sistema mediatico non fosse quello che è, l’incontro tra Tony Blair e Matteo Salvini sarebbe stata la notizia di apertura su cui discutere e far discutere per giorni. Siccome invece il sistema mediatico deve rispondere agli interessi dei suoi padroni, allora la notizia è stata quasi censurata.

leggi di più

Le privatizzazioni non funzionano, il Regno Unito nazionalizza di nuovo le ferrovie

 

La gestione della tratta orientale torna in mani pubbliche. I Laburisti: “È la dimostrazione che con questo sistema le compagnie guadagnano e i cittadini perdono”.

leggi di più

Dopo Putin, la Rivoluzione?

di Yurii Colombo

 

L’elezione di Putin per la quarta volta a presidente della Federazione Russa rappresenta un fatto storico. Putin venne eletto per la prima volta nel 2000, e malgrado non sia stato presidente nel quadriennio 2008-2012, di fatto e salvo evoluzioni sempre possibili, governerà la Russia fino al 2024.

leggi di più

Nicaragua: meno fake-news e più oggettività, prego

di Franco Cavalli, Fondatore AMCA

 

Il Nicaragua è ritornato ad interessare i media purtroppo, a seguito dei tragici avvenimenti degli ultimi 3 mesi, che hanno già provocato circa 250 morti. Se si vuole cercare di capire quanto sta ora capitando e non cadere vittima di una serie di fake-news, bisogna fare un passo indietro.

leggi di più

Stati Uniti: Maglia gialla per gli imbrogli elettorali

di RedQ

 

Il governo di Washington non la smette mai di fare le pulci alle elezioni che avvengono in paesi che non gradisce. Pensiamo solo alle violente critiche sulle elezioni venezuelane e Nicaraguensi, ai dubbi sistematici diffusi su quelle in Ecuador ed in Bolivia, per rimanere in America latina, ma potremmo citare una dozzina di altri esempi un po’ in tutto il mondo.

leggi di più

La fine del progressismo latino-americano? Riflessioni sul Brasile

di Eleonora Selvatico

 

I candidati in disputa per le presidenziali del 7 ottobre annunciano le rotte che il Brasile immagina per il futuro. Lo spettro del progressismo s’aggira per il paese che il 7 aprile, dopo la campagna giuridico-mediatica per impedirne la candidatura, ha visto il favorito arrestato, allontanato dall’agone politico sull’onda dell’impeachment di Dilma Rousseff.

leggi di più

Condannate pure i crimini del comunismo, ma non dimenticate gli orrori del capitalismo

di Owen Jones

 

Il comunismo è tornato. O perlomeno, è tornato a dominare il dibattito politico nel Regno Unito. Giornalisti e commentatori non parlano d’altro da quando è diventato virale il video in cui l’attivista Ash Sarkar apostrofa il giornalista Piers Morgan (una sorta di Marcello Foa britannico con l’attitudine pacifica di Vittorio Sgarbi) con un memorabile “I am a communist, you idiot!” (“Sono una comunista, idiota!”)

leggi di più

La mano dura di Trump contro Cuba

di Roberto Livi

 

Dal 19 aprile Cuba è entrata in una nuova fase storica. Per la prima volta è stato eletto un presidente civile, che non porta il cognome Castro, né fa parte di quella leadership che ha fatto la Rivoluzione, ma che servirà di raccordo tra questa e le nuove generazioni.

leggi di più

Potere al Popolo: intervista a Viola Carofalo dal Sudamerica

di Red

 

Vi proponiamo questa lunga ed interessante intervista alla portavoce di Potere al Popolo che offre interessanti spunti di riflessione.

leggi di più

Israele sceglie l’apartheid. Cassis, dove sei?

di ForumAlternativo

 

Nella giornata ieri, lo stato di Israele ha varato una legge che dichiara ufficialmente che il popolo ebraico è il solo ad avere diritto all’autodeterminazione nel paese.

leggi di più

Donald Trump, non sei il benvenuto!

di Damiano Bardelli

 

Continuano, nel Regno Unito, le proteste contro la visita di Donald Trump. Dopo gli incontri ufficiali con la regina e la sempre più impopolare Theresa May, Trump è volato in Scozia per una spensierata due giorni di golf in compagnia del figlioletto Eric.

leggi di più

L’appello di Jeremy Corbyn: la sinistra torni ad essere radicale

di Damiano Bardelli

 

Nel Regno Unito, qualcosa si muove. Da quando ha svoltato a sinistra, sotto la guida di Jeremy Corbyn, il Partito laburista è tornato ad essere un serio contendente al governo.

leggi di più

La catastrofe è dietro. A patto che…

di Salvatore Prinzi

 

 

In risposta alle considerazioni di Luciana Castellina sui risultati delle recenti elezioni italiane, un lettore ci ha inviato questo contributo di un giovane filosofo.

 

 

 

leggi di più

Trump incendia il Medio Oriente

di Michele Giorgio

 

L'inaugurazione dell’ambasciata statunitense a Gerusalemme, tra le vane proteste dei palestinesi, è il simbolo della strategia che porta avanti con forza l’alleanza Usa-Israele-Arabia saudita.

leggi di più

In Messico con LOPEZ Obrador vince la sinistra: una speranza per tutta l'America Latina

di Red

 

Conosciuto con la sigla Amlo, diventerà il nuovo presidente in Messico, dopo avere ottenuto il 53 per cento dei voti alle elezioni presidenziali di domenica, più del doppio del suo più vicino rivale.

leggi di più

Messico: forse è la volta buona per uscire da un dramma infinito

di Franco Cavalli

 

La situazione in Messico, anche se i nostri media quasi non ne parlano, è a dir poco drammatica: siamo ormai a quasi 100 omicidii al giorno, decine di migliaia di giovani sono desaparecidos, quasi ogni settimana si scoprono fosse comuni con centinaia di teschi.

leggi di più

La pericolosa svolta di Cassis in favore di Israele

di Franco Cavalli

 

Poco dopo la sua entrata in funzione quale ministro degli esteri, il presidente del Pss Levrat aveva definito il Consigliere federale Cassis “un apprendista”, per cui non si dovevano prendere troppo sul serio le sue gaffe.

leggi di più

Dejen de hablar por nosotras: Abortire è decidere sul proprio desiderio, maternità e vita

di Eleonora Selvatico

 

Argentina. Con 129 voti a favore e 125 contrari, la Camera dei Deputati ha approvato alle 9:51 del 14 giugno 2018 il progetto d’Interruzione Volontaria di Gravidanza formulato in più di trent’anni dai movimenti femministi argentini, dopo una sessione di 22 ore.

leggi di più

Nicaragua: che tristezza!

di Franco Cavalli

 

Nel 1979 la vittoria della rivoluzione sandinista, dopo una lunga guerra di liberazione contro la dittatura della famiglia Somoza, aveva suscitato un entusiasmo simile a quello registrato 20 anni prima con il trionfo dei Barbudos a Cuba.

leggi di più

La cumbia della destra colombiana

di Marco Consolo

 

Tutto come previsto in Colombia. Con il 97% dei voti scrutinati il nuovo Presidente è Ivan Duque, candidato della destra estrema del “Centro democratico” e soprattutto dell’ex-Presidente Alvaro Uribe, il vero burattinaio di queste elezioni.

leggi di più

Catalogna: «La sovranità per decidere»

di Francesco Bonsaver

 

Una Repubblica sociale, femminista, ecologista, anticapitalista e fondata sulla democrazia partecipativa. È il progetto politico di Anna Gabriel, condiviso coi militanti di Candidatura d’Unitat Popular (Cup), la sinistra radicale con cui è stata eletta nel Parlamento catalano. Per lo Stato spagnolo Anna Gabriel è una criminale.

leggi di più

Venezuela: il sogno di Simón Bolívar

 

di Marco Consolo

 

Lo scorso 20 maggio in Venezuela piu di 20 milioni di Venezuelani erano chiamati alle urne per eleggere Presidente e i deputati dei consigli regionali.

leggi di più

Dai narcos messicani al 1 maggio cubano passando per Managua in fiamme

Appunti di viaggio di Franco Cavalli

 

A cavallo tra fine aprile e inizio maggio sono stato per tre settimane dapprima per ragioni professionali a Città del Messico, poi soprattutto per seguire i progetti di AMCA in Nicaragua, terminando poi con una settimana a Cuba...

leggi di più

Una farsa nera

di Tomaso Montanari

 

Nel Paese della commedia dell'arte il governo Conte nasce come una farsa, una pochade.

leggi di più

Il solito film con la solita trama : chi critica la politica di Israele viene subito etichettato come antisemita

Roberto Lotz

 

Non fa eccezione da questo rituale l’articolo (Corriere del Ticino) con il titolo “L’antisemitismo larvato“ a firma di A. Von Wyttenbach.

leggi di più

Italia: l’UE e il diktat dei gruppi finanziari

di Graziano Pestoni

 

Quanto sta succedendo in Italia è grave e preoccupante. Precisiamo subito, a scanso di equivoci, che il governo Cinque Stelle/Lega è politicamente da combattere, perché manifestamente di destra. Ma questi due movimenti hanno vinto le elezioni e hanno diritto a formare un governo.

leggi di più

"Noi non stiamo con Mattarella. Non sta difendendo la Costituzione"

di Red

 

Sono durissime le parole di Maurizio Acerbo, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista e del Coordinamento nazionale di Potere al Popolo sulle recenti scelte di Mattarella.

leggi di più

Una grave sconfitta della democrazia

di Red

 

Per meglio comprendere gli avvenimenti della recente crisi istituzionale in Italia, vi proponiamo l'interessante contributo dell'Associazione Nazionale Giuristi Democratici.

leggi di più

Il caso italiano distrugge il mito europeo

di Marc Botenga

 

"L’inusuale intervento di Mattarella ha per il momento archiviato (o forse dovremmo dire rimandato?) la formazione di un governo giallo-verde. In che misura questo governo avrebbe portato a un reale cambiamento?

leggi di più

Stockton, California: Reddito di cittadinanza digitale

di Luca Celada

 

La notizia rimbalzata da un angolo della California che di solito non fa notizia è questa: Stockton, l’ottava città dello stato (oltre 300'000 abitanti) si appresta a intraprendere il primo esperimento di reddito di cittadinanza o di base (universal income).

leggi di più

Investimenti massicci della Cina nella ricerca

di Franco Cavalli

 

Negli Stati Uniti è tutto un susseguirsi di proteste, anche di piazza, degli scienziati contro il prevalere di una mentalità anti- scientifica nell’amministrazione Trump e contro i previsti tagli ai programmi di ricerca.

leggi di più

Lettera aperta all’on. Ignazio Cassis

di Nora Bardelli Dottoranda al Refugee Studies Centre, University of Oxford

 

La presa di posizione del Ministro degli Esteri riguardo all’UNRWA e ai rifugiati palestinesi al rientro dal suo viaggio in Giordania appare estremamente problematica per vari motivi.

leggi di più

Gaza: "noi palestinesi reclamiamo il nostro diritto alla libertà"

DIRETTAMENTE DA GAZA - Michele Giorgio

 

«Queste manifestazioni sono resistenza non violenta e popolare. Famiglie, donne, ragazzi preoccupano Israele perché è una resistenza che non può battere‎». Così la scrittrice Suad Amiry in un'intervista di qualche giorno fa ha spiegato la "Grande Marcia del Ritorno".

leggi di più

Colombia: una «pace» insanguinata

di Damiano Matasci

 

Dopo l’accordo di pace siglato tra le Forze armate rivoluzionarie colombiane (FARC) e il governo colombiano nel mese di novembre 2016, più di 40 ex-combattenti, familiari e leader comunitari sono stati assassinanti da gruppi criminali o paramilitari legati all’estrema destra.

leggi di più

Fermare Erdogan per salvare l’umanità

di Comitato ticinese per la ricostruzione di Kobanê

 

Dopo due mesi di bombardamenti, la città siriana di Afrin è stata occupata dall’esercito turco di Erdogan e i suoi alleati islamisti. Le pur valorose milizie delle Unità di protezione popolari (Ypg) e le miliziane delle unità di difesa delle Donne (Ypj) del Rojava hanno dovuto fronteggiare uno scontro impari sprovvisti della necessaria copertura aerea, della tecnologia e delle armi sofisticate (come quelle fornite dalla «neutrale» Svizzera) di cui è ampiamente dotato l’esercito turco.

leggi di più

I destini incrociati di Karl Marx

di Paolo Favilli

 

Bicentenario. La lunga stagione di una indagine teorica e di un pensiero che ha voluto essere rivoluzionario. La locuzione ricorrente secondo cui «Il capitale» sarebbe stato la «Bibbia» del movimento operaio è falsa e vera. Niente era più estraneo agli intendimenti del filosofo di Treviri.

leggi di più

“Sinistra: disorientamento sociale e culturale”

di Luciana Castellina

 

Tutti ci aspettavamo che le elezioni del 4 marzo sarebbero andate male per la sinistra. Ma nessuno si aspettava una sberla così forte, neppure chi, come me, aveva avuto modo di verificare, traversando l’Italia da nord a sud, come questa campagna elettorale risultasse la più difficile mai sperimentata.

leggi di più

Lula tra il Bene e il Male del Brasile

di Eleonora Selvatico

 

Lo scandalo sollevato nel 2014 dal “Lava Jato” – lanciato in Netflix questo aprile come serie televisiva (El mecanismo) accusata da Lula stesso di creare “false notizie” che pregiudicano il Partito dei Lavoratori (PT) - continua inquietantemente a prendere la forma di macchinazioni golpiste. 

leggi di più

L'estrema destra irrompe nelle aziende tedesche

di Diego Rojos

 

Mentre si svolgono le elezioni sindacali in Germania, viene confermata la presenza di liste di candidati e organizzazioni di estrema destra nei comitati aziendali.

leggi di più

Ortega alle corde: pericolo o opportunità?

di Franco Cavalli da Managua

 

Il termometro tocca 37 gradi all'ombra, umidità alle stelle: il clima riflette quello politico. La situazione è più calma: traffico quasi normale, ma scuole ancora chiuse, come pure molti ristoranti.

leggi di più

Nicaragua: Ortega annuncia il ritiro delle misure antisociali sulle pensioni

da Managua, Franco Cavalli

 

Atterro con il batticuore: le notizie sentite a Città del Messico, dove sono stato per ragioni professionali per tre giorni, erano spaventose: almeno 25 morti, un centinaio di feriti, diversi dispersi, dopo 72 ore di scontri tra manifestanti e forze dell'ordine.

leggi di più

America, che pena!

 di RedQ

 

Il delegato speciale dell’ONU per i problemi di povertà ha pubblicato in dicembre un rapporto sulla situazione degli Stati Uniti, che è a dir poco sconvolgente. Almeno 41 milioni di americani (e sarebbe già quasi il 20% della popolazione) vive al di sotto della soglia di povertà.

leggi di più

Gaza, situazione tragica anche prima di diventare poligono di tiro per gli israeliani

di Michele Giorgio

 

«In merito all'attentato C'è ancora un'indagine in corso e aspettiamo i risultati, ma riteniamo che il governo de facto (di Hamas, ndr) debba assumersi le sue responsabilità e trovare gli aggressori». Così si è espresso a metà marzo il premier palestinese Rami Hamdallah dopo essere sfuggito a un attentato nella Striscia di Gaza.

leggi di più

“Le sanzioni contro il Venezuela sono ideologiche”

 a cura di Benito Perez

 

La decisione continua a far discutere: il 28 marzo, il Consiglio federale annunciava le sanzioni contro il Venezuela. Al di là del loro contenuto – embargo sugli equipaggiamenti di sicurezza, congelamento dei beni e divieto d’entrata contro le personalità politiche – ad interrogare è l’aspetto politico.

leggi di più

Rinascita dei Laburisti nel Regno Unito

di Allan Popelard e Paul Vannier

 

Nel numero di questo mese, il Monde diplomatique propone un interessante approfondimento sulla rinascita del Partito laburista britannico guidato da Jeremy Corbyn. Per stimolare il dibattito politico nella sinistra ticinese, ne pubblichiamo una traduzione leggermente accorciata. Buona lettura! ndt

leggi di più

Neutralità: la Svizzera s'inchina a USA e UE

di ForumAlternativo

 

È scandalosa la decisione del Consiglio Federale di promulgare sanzioni contro il Venezuela, dopo che già alcuni mesi fa aveva ficcato il naso, fatto più unico che raro, nelle votazioni di quel paese.

leggi di più

Francia: privatizzazione delle SNCF. Il caos.

di Graziano Pestoni

 

Manuel Macron il presidente francese, ni de droite - ni de gauche, dopo aver soppresso molti diritti dei lavoratori e delle lavoratrici con la modifica della legge su lavoro, ha ora deciso privatizzare le ferrovie francesi e di sopprimere lo statuto dei ferrovieri.

leggi di più

Aggiornamenti dalla Siria del nord. Ad Afrin violenze e saccheggi di esercito turco e jihadisti

di INFOaut

 

Pubblichiamo la trascrizione di una corrispondenza inviataci oggi da Jacopo, compagno torinese che da molte settimane ormai sta raccontando sul campo la resistenza e la situazione di Afrin e che al momento, dopo l'invasione del cantone da parte delle forze turche e jihadiste, si trova nel cantone di Cizire, sempre nella Federazione della Siria del Nord.

leggi di più

Che tremi nel suo centro la terra: una candidatura per ribaltare un paese

di Afroditea

 

Parlare oggi di Messico vuol dire parlare di uno stato generale di violenza incrostatosi in tutto il territorio. Una violenza generalizzata che ha preso forma nel 2006 dalla dichiarata guerra al narcotraffico dell’allora presidente Felipe Calderon e che in 11 anni ha causato più di 100’000 morti e almeno 31’000 scomparsi (come i 43 studenti spariti ad Ayotzinapa nel 2014 con le evidenti implicazioni del governo).

leggi di più

Israele soffoca nel sangue la Marcia della terra

di Damiano Bardelli

 

È di 16 morti e oltre 750 feriti (di cui 20 in condizioni critiche) il bilancio attuale dell’aggressione dell’esercito israeliano contro la manifestazione di ieri al confine tra la Striscia di Gaza e Israele.

leggi di più

Per non dimenticare lo Yemen

di Urs P. Gasche

 

Il bombardamento delle popolazioni civili, degli ospedali e delle scuole è un crimine. Che sia nel Ghouta orientale, a Aleppo, a Mosul o nello Yemen. Dei gruppi islamisti radicali hanno sparano e sparano ancora alla cieca – sporadicamente ma da diversi anni – delle granate sulla capitale siriana, Damasco.

leggi di più

Spagna senza vergogna: arrestato anche il futuro presidente della Catalunya. L'Europa continua a tacere

di Red

 

Con l'arresto di ieri di Jordi Turull (presidente designato) e di altri 4 leader indipendentisti, sale a 25 il numero dei prigionieri politici, praticamente tutto il precedente governo catalano.

leggi di più

Spagna: liberate i prigionieri politici catalani!

Truppe turche e jihadisti entrano ad Afrin. YPG ammette: costretti a ripiegare per mettere in salvo i civili

di Red

 

 

Alla fine la battaglia per la città di Afrin non c'è stata, circondati dai jet e dall'artiglieria di Ankara, i combattenti curdi hanno deciso di evacuare i civili ed evitare un sicuro massacro.

leggi di più

Assassinio politico in Brasile. Marielle... presente!

di Eleonora Selvatico

master in Scienze Politiche e Filosofia - Parigi

 

Conosciuta come la giovane consigliera di Rio de Janeiro, l’attivista femminista e afrobrasiliana Marielle Franco, è stata assassinata a soli 39 anni il 14 marzo 2018 alle 21:30.

leggi di più

LIVE dalla Stazione di Lugano: Fermiamo Erdogan!

leggi di più

Le Bande Nere dell'Isis sono tornate. Pulizia etnica ad Afrin: "se i curdi non si convertono verranno decapitati"

di Red

 

Hanno nascosto la bandiera Nera ma sono sempre loro, e questa volta hanno l'esercito Turco (il secondo più potente della Nato) al loro fianco.

leggi di più

Le bombe di Erdogan sulla città di Afrin: il massacro è iniziato!


Alcune delle poche immagini sfuggite all'assedio turco

Il dramma di Afrin, Turchia criminale

Rojava Siria: Afrin è circondata, sarà un massacro!

di Red

 

La Turchia continua a bombardare con aerei e artiglieria la popolazione civile: un vero e proprio bagno di sangue. Nelle ultime ore la situazione ad Afrin si è fatta critica, l’esercito turco invasore e le bande jihadiste sue alleate si sono avvicinate a soli 2,5 km di distanza e minacciano direttamente la città.

leggi di più

Il brutto vizio del turismo fiscale

di Andreas Rieger

 

Il turismo fiscale è un divertimento comune a tante multinazionali. Esse vanno alla ricerca di bei posticini in cui gli operatori turistici tendono loro la mano offrendo trucchi fiscali pazzeschi. E non devono nemmeno essere lontani paradisi fiscali.

leggi di più

L’orrore delle guerre. Anche di quelle dimenticate

di Jacques Pilet

 

L’emozione è legittima: come si può restare indifferenti di fronte ai bombardamenti della periferia di Damasco? Ma a seguire solo i titoli sensazionalistici dei giornali [si pensi al recente paragone tra Ghouta e Srebrenica, ndt] si rischia di perdere di vista il contesto in cui ha luogo questo episodio spaventoso. E selezionando le battaglie di cui parliamo e quelle che ignoriamo, ci sottomettiamo alla manipolazione mediatica. La lista dei massacri di civili, di ieri e di oggi, è lunga. Sia che siano commessi da degli Stati che giudichiamo amici o meno, o da dei movimenti terroristi.

leggi di più

L’Italia si è svegliata a destra, come previsto, peggio del previsto

di Loris Campetti

 

Se il dato più clamoroso è il 32% del M5S che piazza i grillini al primo posto, non meno inquietante è il 37% raccolto da un centrodestra a trazione leghista.

leggi di più

Femen al seggio: "Berlusconi sei scaduto!"

In Portogallo governa la sinistra: un bilancio di metà legislatura

di Stefano Araujo

 

"È il 04 ottobre 2015"... In Portogallo i cittadini sono chiamati a rinnovare l’Assemblea della Repubblica, dopo quattro anni di governo di destra, caratterizzato da forti misure di austerità e da riforme draconiane imposte dalla troika (UE, BCE, FMI). La destra, composta dai liberal-conservatori del Partito Social-Democratico (PSD) ...

leggi di più

Resistenza ad Afrin: equilibri distrutti e possibili sviluppi

di Seyit Evran, Giornalista

 

Recentemente è stato progettato il piano che da 33 giorni porta alla storica resistenza a Afrin. Secondo il piano della Russia e della Turchia, Afrin doveva cadere nel giro di una settimana. Ma Afrin non è caduta. La resistenza a Afrin ha avviato un nuovo processo nel quale i piani per i quali ´Afrin verrà occupata´ sono stati annientati.

leggi di più

USA: i servizi segreti turchi fanno quello che vogliono

Italia: elezioni politiche 2018 -

Germania: addio Martin, non ci mancherai!

di Red

 

Alcuni giorni fa, un affranto Martin Schulz ha annunciato che non occuperà alcun ministero nel prossimo governo di coalizione con la CDU di Angela Merkel. Temendo che il voto della base della SPD, chiamata a decidere se accettare o meno la rinnovata Grosse Koalition, possa essere condizionato dalla sua persona, Schulz ha preferito farsi da parte.

leggi di più

Grecia: Novartis e tangenti, l’ora della verità?

di Red

 

Il parlamento greco ha deciso: ci sarà una commissione d’inchiesta per far luce sullo scandalo delle tangenti pagate da Novartis a membri dei governi greci passati.

Oltre ad avere passato bustarelle ad ex premier come Antonis Samaras e Panagiotis Pikrammenos (capo del “governo tecnico” voluto dall’UE, tanto per intenderci) e a diversi ministri dei governi conservatori e socialisti passati.

leggi di più

L’alleanza tra Israele e Arabia Saudita sconvolge il Medio Oriente

di Michele Giorgio

 

Il terremoto scatenato dal 32enne principe ereditario saudita Mohammed bin Salman all'interno del suo Paese e nella regione mediorientale, imponendo le dimissioni al premier libanese Saad Hariri allo scopo di sfidare apertamente l'Iran e i suoi alleati, fa vacillare pericolosamente gli equilibri che si sono consolidati nella regione in questi ultimi due anni, dopo l'ingresso prepotente della Russia a sostegno del presidente siriano e la firma nel luglio 2015 dell'accordo internazionale che ha riconosciuto la legittimità del programma nucleare civile dell'Iran, tra lo sgomento di Riyadh e Tel Aviv.

leggi di più

Italia: Manifestazione Nazionale FERMARE LE BOMBE TURCHE SU AFRIN-ROJAVA – PACE E GIUSTIZIA PER IL KURDISTAN

Il popolo curdo sta attraversando una situazione drammatica, perseguitato in Turchia dal regime di Erdogan, che distrugge i villaggi nel Kurdistan irakeno, che muove la guerra e bombarda il Cantone di Afrin complici Russia, Usa, UE, che resiste in Iran insieme a tutti i popoli.

Pulman da MILANO:

Partenza il 16 febb ore 24.00 da Milano Centrale tel:(0039)3296040657

leggi di più

Italia: elezioni politiche 2018

Genova, corteo contro casapound

Una comandante scrive da Afrin al New York Times

Nujin Derik è la comandante delle Unità di Protezione delle Donne (YPJ): abbiamo combattuto per la democrazia, adesso la Turchia vuole distruggerla.

Da più di una settimana la mia casa nella Siria nord-occidentale è sotto l’assalto su vasta scala dell’esercito turco e di migliaia di jihadisti islamici allineati alla Turchia.

leggi di più

Stop alla guerra Turca contro il Rojava

SABATO 3 FEBBRAIO ORE 15.00

Viale Stazione POSTA DI BELLINZONA

Manifestazione in sostegno delle popolazioni del Rojava.

Firma la petizione online da inviare al Consiglio Federale.

leggi di più

YPG: «Afrin sarà il Vietnam del regime turco»

Tratto da "Pressenza International Press Agency"

 

Dopo giorni di bombardamenti e notizie quasi del tutto assenti, oggi sono tornate a farsi sentire le brigate del YPG che, in un comunicato ufficiale, hanno dichiarato come Afrin «sarà il Vietnam della Turchia e di Erdogan».

leggi di più

Elezioni politiche italiane 2018

Viola Carofalo ci spiega

cos’è e dove vuole arrivare Potere al Popolo

continua su fanpage.it

leggi di più

WANTED CRIMINAL

Quel che temevamo è successo.

La Turchia di Erdogan ha lanciato un’offensiva militare di terra sostenuta dall’aviazione contro Afrin, uno dei tre cantoni che con Kobane e Jazira formano il Rojava nel nord della Siria.

ForumAlternativo esprime la sua solidarietà e vicinanza ai popoli sotto attacco e chiede un intervento di condanna delle autorità elvetiche nei confronti della criminale offensiva militare di Erdoğan.

leggi di più

Fermiamo Erdogan!

Comitato ticinese per la ricostruzione di Kobane.

 

Erdogan, il sultano della morte, sta per dare avvio ai suoi sogni d’espansione distruggendo i cantoni curdi nel nord della Siria.

leggi di più

Democrazia in Catalogna

Europa 2017, la monarchia spagnola si appresta a reprimere (per l'ennesima volta) il popolo catalano.

 

ForumAlternativo difenderà sempre e ovunque i diritti umani, le libertà di espressione e di riunione, diritti che oggi – nuovamente - vengono negati.

leggi di più

Nekane è libera!

Nekane è finalmente libera!

L'attivista Basca è uscita dal carcere di Zurigo questa sera verso le 20.30.

leggi di più

Di guerre e di menzogne

Di Dick Marty ... da "Quaderno10"

Gli attentati dell’11 settembre 2001 sono stati il primo attacco subito dagli Stati Uniti sul proprio territorio dopo il bombardamento della flotta americana da parte dei Giapponesi a Pearl Harbor nel dicembre 1941.

Due eventi traumatici che hanno profondamente scosso la società statunitense e provocato sconvolgimenti nel mondo intero.

leggi di più

LA TURCHIA BOMBARDA IL ROJAVA!

Comitato ticinese per la ricostruzione di Kobane: Il sultano Erdogan pugnala alle spalle chi sta combattendo contro i suoi amici dell' ISIS.

Raqqa, la cosiddetta capitale dello Stato islamico in Siria, sta per essere liberata dalle Forze democratiche siriane, di cui le milizie Ypg sono la componente principale e più importante. Alle 2.00 di martedì 25 aprile 2017, 26 aerei da guerra turchi hanno lanciato un attacco su larga scala sul quartier generale delle YPG.

leggi di più

Anche in Francia avanza la sinistra radicale!

Anche se i commentatori locali quasi non ne parlano, il dato probabilmente più saliente del primo turno delle elezioni presidenziali francesi è rappresentato dall’enorme avanzata del candidato della sinistra radicale Mélenchon, che ha praticamente raddoppiato i suoi voti di 5 anni fa e per il quale questa volta ha votato grossomodo un quinto dei francesi.

leggi di più 2 Commenti

Il sultano è sempre più nudo!

Nella Turchia dello stato d'emergenza della feroce repressione, degli arresti di massa, delle epurazioni, della sporca guerra nelle aree a maggioranza curda, la democrazia secondo i criteri occidentali era già morta da un pezzo.

Nonostante tutto ciò, l’egocentrico assolutista Erdogan ha ottenuto solo una pseudo vittoria risicata che puzza di brogli da Istanbul a Diyarbakir.

leggi di più 0 Commenti

Ticino e Kobane, la scuola che unisce

 

Di F.B

 

Kurdistan - Siria

Il sogno di costruire una scuola a Kobane ha fatto un enorme passo avanti verso la sua realizzazione. Nel mese di gennaio la ministra dell’educazione del Cantone di Kobane e dei rappresentanti dell’autorità comunale hanno siglato un contratto con il comitato ticinese per la ricostruzione di Kobane per l’edificazione della scuola.

leggi di più 0 Commenti

Oltre la violenza, la guerra e la repressione: l'unica via è la democrazia

A sostegno del popolo curdo, popolo siriaco e di tutti i popoli della regione,

per la libertà dei deputati HDP arrestati, per la libertà di Abdullah Öcalan.

La repressione del governo e del presidente turco Erdogan ha raggiunto un nuovo picco: i Co-presidenti del Partito filo curdo, Selahattin Demirtas e Figen Yüksekdag e altri 10 deputati del Partito Democratico dei Popoli (HDP) sono stati arrestati in Turchia. Da quando l'HDP ha ottenuto una storica vittoria alle elezioni del 7 giugno 2015, è diventato il principale obbiettivo delle politiche autoritarie dell'AKP. Nonostante la repressione, l’HDP è riuscito ad entrare di nuovo in parlamento superando l'antidemocratica soglia del 10%, ottenendo 59 seggi, che hanno rappresentato il principale ostacolo all'introduzione di un sistema ultra-presidenziale in Turchia.

leggi di più

Continua la lettura nella sezione Archivio Annuale