Quaderno

Come strozzare le galline senza farle strillare

di Gigi Galli

 

L’accanimento del dipartimento di Gobbi, a cui compete l’applicazione della già severa legge federale, è diventato sistematico e si allarga a poco a poco su tutta la materia relativa al rilascio dei permessi.

leggi di più

“I can’t breathe” America al bivio

di Luca Celada, corrispondente da Los Angeles

 

Mentre volge al termine il quadriennio presidenziale di Donald Trump, è lecito dire che i presupposti più nefasti della sua elezione si siano avverati. 

leggi di più

Il Consiglio degli Stati sbeffeggia le infermiere

di RedQ

 

La telenovela sull’iniziativa popolare dell’Associazione Svizzera delle Infermiere (ASI) – che, ricordiamo, aveva raccolto in pochissimi mesi oltre 130’000 firme – sembra non finire mai. Il Consiglio Nazionale aveva approvato, prima che scoppiasse la pandemia, un controprogetto indiretto che rispondeva solo parzialmente le esigenze poste dall’iniziativa.

leggi di più

Trump: dal populismo al fascismo?

di Marina Catucci, corrispondente da New York

 

La presidenza Trump sta prendendo contorni sempre più autoritari: se mai ci fossero stati dubbi riguardo la vera natura di questa amministrazione, la crisi generata dalla mala gestione della pandemia e le proteste per l’omicidio di George Floyd, a Minneapolis, hanno evidenziato tutti i dettagli.

leggi di più

Democrazia, Stato, Rivoluzione

di Franco Cavalli

 

Garcia Linera è uno dei rarissimi intellettuali marxisti contemporanei che in questi anni ha potuto e dovuto vivere quotidianamente la costante tensione tra teoria rivoluzionaria e prassi di governo. 

leggi di più

Viva l’ospedale multisito, abbasso quello cantonale!

di RedQ

 

Dopo aver vissuto la crisi sanitaria legata alla pandemia (ed è tutt’altro che escluso che non ci sia una seconda ondata), si possono trarre alcuni insegnamenti sul nostro sistema sanitario.

leggi di più

I cinici calcoli degli ideologi neoliberali

di RedQ

 

Non c’è alcun dubbio: la scriteriate politiche neoliberali degli ultimi quarant’anni hanno reso la pandemia di Coronavirus ancora più devastante. 

leggi di più

Un’agenda sociale per uscire dalla crisi

di RedQ

 

Non è ancora terminata l’emergenza sanitaria causata dallo sviluppo della pandemia e già ci troviamo nel pieno di quella sociale. Questa crisi si configura come sistemica, una crisi del modello capitalista che rischia di produrre un vero e proprio collasso sociale. Le notizie che giungono dai luoghi di lavoro e dalla società sono allarmanti.

leggi di più

Cuba resiste anche al Covid-19

di Roberto Livi, corrispondente dall’Avana

 

“Quella messa in atto dal governo cubano per contenere la diffusione del coronavirus è una strategia aggressiva”. 

leggi di più

La pandemia rinforza Netanyahu e il dispotismo

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Nei mesi scorsi, mentre mezzo mondo rallentava o fermava quasi del tutto ogni attività per contenere il coronavirus, i social network sono stati inondati da una piena di buoni propositi. 

leggi di più

Coronavirus in Lombardia: una tragedia con precise responsabilità

di Vittorio Agnoletto

 

C’è stata una “finestra di opportunità” – questo il termine utilizzato dall’Oms – tra la scoperta del virus in Cina e la sua comparsa in Occidente: un’opportunità formidabile per organizzare al meglio la risposta evitando di farci trovare impreparati. Ma non è stato fatto nulla. Ed è stata una tragedia.

leggi di più

La pandemia in Cina: parecchi successi, qualche problema

di Simone Pieranni, corrispondente da Pechino

 

Sembra un secolo fa, ma è bene ricordare da dove e quando è partita l’epidemia di Covid-19 che si è ormai diffusa in ogni parte del mondo: a inizio dicembre 2019 alcuni medici dell’ospedale di Wuhan, metropoli cinese di 11 milioni di abitanti, si trovano di fronte a quello che definiscono fin da subito un ceppo anomalo di polmonite.

leggi di più

Russia: il Covid-19 alimenta la crisi sociale

di Yurii Colombo, corrispondente da Mosca

 

Fino al 26 marzo, giorno in cui Vladimir Putin ha annunciato a reti unificate la messa in quarantena dell’intero paese, si respirava una strana aria in Russia. I casi accertati fino ad allora erano solo 500, i morti 2 e la gente proseguiva il tran-tran abituale senza prendere alcuna precauzione.

leggi di più

Medici e infermieri meritano più degli applausi

di Franco Cavalli

 

Un po’ dappertutto si sono ripetute le scene di persone che al balcone o alla finestra applaudivano infermieri e medici per ringraziarli di quanto hanno fatto e stanno facendo per occuparsi amorevolmente dei pazienti affetti da Coronavirus.

leggi di più

Covid-19: presto un vaccino?

di RedQ

 

La ricerca per trovare un vaccino efficace contro il Covid-19 avanza a passo spedito grazie agli sforzi di ricercatori sparsi in tutto il globo. Tra questi c’è anche il virologo ticinese Martino Bardelli, ricercatore presso il Jenner Institute dell’Università di Oxford, uno dei centri dove lo studio è in fase più avanzata.

leggi di più

Trump sacrifica la popolazione americana alla sua rielezione

di Marina Catucci, corrispondente da New York

 

Alla Casa Bianca, la pandemia di coronavirus è percepita come un odioso incidente di percorso che si è andato ad intromettere sul cammino verso la rielezione che a Donald Trump appariva come una strada in discesa.

leggi di più

Di peste e di coronavirus

di Franco Cavalli

 

Non so quanto venga ancora letto oggi nelle nostre scuole “I Promessi sposi” di Alessandro Manzoni. 

leggi di più

Più mascherine, meno caccia militari

di Fabio Dozio

 

Le case per anziani sono un luogo delicato. Molto delicato. Sappiamo tutti, anche se non ci piace, che si tratta dell’ultima dimora per la quarta età. Una pandemia, causata da un virus sconosciuto, ha colpito i vecchi in misura maggiore. Quasi la metà dei decessi a causa del Covid-19 in Ticino sono avvenuti nelle case di riposo.

leggi di più

Dopo la pandemia: socialismo o barbarie?

Q26 - L'editoriale

 

Molti economisti avevano predetto che la recessione ci sarebbe stata: l’unica incertezza era quando. Gli istituti di ricerca tedeschi la prevedevano in Germania per la seconda metà di quest’anno. 

leggi di più

I disastri delle privatizzazioni

di Franco Cavalli

 

Abbiamo parlato spesso dei problemi ingravescenti con cui sono confrontate le FFS e la Posta da quando non sono più delle regie federali, ma parzialmente privatizzate, perlomeno “a metà” se vogliamo essere benevoli.

leggi di più

La trasversalità del populismo

di Gigi Galli

 

La Lega dei Ticinesi e le tentazioni di un leghismo di “sinistra”. Da quali istanze è nato il leghismo in Ticino negli anni novanta? C’è stata o c’è ancora un’anima sociale nella Lega? Che cosa possiamo intendere, nel campo progressista, per “socialista leghista” o “ecologista leghista”?

leggi di più

Trump ridisegna il Medio Oriente a favore d’Israele

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Le preoccupazioni, reali o esagerate, generate a livello globale dal diffondersi del Covid-19 hanno finito per oscurare nei media e nella diplomazia temi centrali di politica internazionale e gravi conflitti.

leggi di più

Alcune domande a Elly Schlein

di Franco Cavalli

 

Elly Schlein, 34 anni, nata e cresciuta a Lugano, madre italiana, padre americano, ha ottenuto alle ultime elezioni regionali in Emilia Romagna il più alto numero di preferenze, nonostante si candidasse per una lista nuova, che globalmente ha fatto il 3,8% dei voti.

leggi di più

Il criminale di guerra eroe del trumpismo

di Luca Celada

 

Passato inosservato nel concitato turbine del frullatore trumpiano, il caso del sergente maggiore Edward Gallagher, del suo crimine di guerra, condanna, grazia e consacrazione racchiude al contempo la bieca violenza e la demagogia del regime che si è impadronito della Casa bianca.

leggi di più

Una sconfitta di classe

di Franco Cavalli

 

Come ci si poteva aspettare, i milioni investiti dalla lobby degli speculatori immobiliari nella campagna contro l’iniziativa “Più abitazioni a prezzi accessibili”, alla fine è riuscita a convincere la maggioranza dei votanti a rifiutare l’iniziativa, che ancora alcuni mesi fa (prima che si scatenasse l’orgia delle fake news della propaganda prezzolata) segnava un altissimo grado di gradimento.

leggi di più

Se il lavoro si fa gig

di Franco Cavalli

 

In questo agile libretto Colin Crouch indaga la sorte dei “GIG workers”, cioè i precari, gli intermittenti del nuovo capitalismo, che tra l’altro sono stati descritti magistralmente nell’ultimo film di Ken Loach “Sorry, I missed you” proiettato all’ultimo Festival di Cannes e, in seduta speciale, all’ultimo Festival dei Diritti Umani a Lugano.

leggi di più

Autopsia di una disfatta

di RedQ

 

Ancora tutta presa dai fumi dei festeggiamenti per le vittorie elettorali di ottobre e di novembre, la sinistra ha incassato un’altisonante disfatta con il clamoroso fallimento del referendum sulla riforma fiscale che (e non lo ricorderemo mai abbastanza) regala 150 milioni ai più abbienti.

leggi di più

Socialdemocrazia, quo vadis?

 L'editoriale - Quaderno 24

 

A seguito dei continui insuccessi elettorali, negli ultimi anni sono stati innumerevoli gli articoli che hanno proclamato “la morte della socialdemocrazia”. 

leggi di più

Ticino: risposte fasulle ad una crisi reale

di Franco Cavalli

 

Non c’è dubbio che il Ticino sia in crisi, salari, spesso di molto, inferiori al resto della Svizzera, disoccupazione e sottoccupazione più alta, prevalenza sempre più marcata di ogni forma di precariato: questi alcuni degli indici più significativi.

leggi di più

Parlamento federale più a sinistra? Non scherziamo!

di RedQ

 

Dopo le elezioni del 20 ottobre, per parecchio tempo tutti i media si sono dilettati a discutere attorno al fatto che il nuovo parlamento federale era “più giovane, più verde e più femminile”.

leggi di più

Elezioni britanniche: incubo di una notte di fine autunno

di Damiano Bardelli

 

Londra, la sera del 12 dicembre. Il buio è da tempo calato sulla città. Le elezioni generali – le terze in quattro anni – volgono al termine. 

leggi di più

Informazione truccata: un ennesimo esempio

di RedQ

 

I nostri media hanno dato poco spazio alle rivelazioni sensazionali del Washington Post, pubblicato il 9 dicembre, sotto il nome di “Afghanistan Papers”. 

leggi di più

Iniziativa per la qualità delle cure ospedaliere: un primo passo positivo

di Hans Stricker, Presidente Piattaforma Salute

 

La bocciatura in votazione popolare della proposta di modifica della legge ospedaliera cantonale nel giugno 2016 fu dovuta principalmente al fatto che prevedeva un piano di privatizzazione di una parte delle strutture ospedaliere pubbliche. 

 

 

 

 

 

leggi di più

Ambiente: da sempre la destra è negazionista e allergica alla cultura scientifica

di RedQ

 

Solo chi non conosce la storia degli ultimi 150 anni può meravigliarsi che Trump, Bolsonaro e l’UDC considerino l’opinione unanime della scienza seria a proposito del surriscaldamento climatico come una fake news e si aggrappino alle idee strampalate di quattro cialtroni per cercare di dare una parvenza di credibilità al loro negazionismo.

leggi di più

America latina, tra colpi di stato e rivolte popolari

di Roberto Livi, corrispondente dall’Avana

 

Quello appena iniziato sarà un anno cruciale per le forze progressiste latinoamericane.

leggi di più

La Cina e i suoi problemi interni

di Simone Pieranni, corrispondente da Pechino

 

Sono due gli ambiti “interni” che la Cina deve fronteggiare anche nel 2020. Il primo è quello relativo all’ex colonia britannica di Hong Kong, il secondo si riferisce alla regione nord occidentale dello Xinjiang.

leggi di più

Se 50 franchi vi sembrano pochi

di RedQ

 

Nel finanziamento della sanità stiamo ormai arrivando al delirio e lo ripetiamo da un po’… L’ultima sconcezza è rappresentata dalla decisione del Consiglio Nazionale, nella sua prima seduta della nuova legislatura, e su proposta di un medico (!) del gruppo dei Verdi liberali, di introdurre una penale di 50 franchi... 

leggi di più

Svizzera bastonata: devi spendere di più!

di Red

 

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) non è proprio conosciuto per essere un’istituzione sovietica e neanche minimamente di sinistra. Ben noto è il suo ruolo tragico durante gli ultimi 25 anni nell’obbligare i paesi poveri a distruggere i servizi sociali, gli ospedali pubblici, a diminuire all’inverosimile le spese, sempre per ridurre al minimo il ruolo dello Stato.

leggi di più

Verdi liberali… stampella della destra!

di RedQ

 

Sia a livello federale che cantonale i Verdi liberali si dimostrano sempre più come una stampella della destra antisociale. Qui in Ticino con il loro 1% dei voti hanno salvato il secondo seggio al Nazionale del PPD: roba da esserne veramente orgogliosi! 

leggi di più

Revisionismo storico in salsa UE

di Damiano Bardelli

 

Lo scorso 19 settembre, il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione che equipara nazifascismo e comunismo. 

leggi di più

Impeachment a suon di tweet

di Marina Catucci, corrispondente da New York

 

L’impeachment di Donald Trump è entrato nella sua seconda fase, vale a dire quella del processo vero e proprio, gestito dal Senato a guida repubblicana.

leggi di più

CCL vendita, cronistoria di un illusorio baratto 

di Maurizio Montesi

 

Con l’anno nuovo, migliaia di salariate e salariati in Ticino avranno delle condizioni peggiori senza nessun corrispettivo vantaggio. Sfatiamo subito una fake news: l’entrata in vigore della nuova legge cantonale sugli orari di apertura dei commerci non si riduce alla banalizzata mezz’oretta.

leggi di più

C’erano una volta le ferrovie svizzere!

di Franco Cavalli

 

Non passa oramai più giorno che nei social media diversi utenti non si lamentino amaramente delle crescenti disfunzioni nel funzionamento delle nostre ferrovie: ritardi, perdite di coincidenze, annullamenti ed altre “bagatelle” simili si stanno ormai accumulando.

leggi di più

Dopo il massacro, quali alleanze per i curdi?

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Il silenzio è sceso sull'invasione turca della Siria settentrionale, il Rojava. Certo la società civile internazionale non dimentica il popolo curdo vittima di un brutale attacco militare da parte dei soldati turchi e dei mercenari siriani agli ordini del presidente turco Recep Tayyib Erdogan.

leggi di più

È stato un successo, ma non ci basta

L'editoriale - Quaderno 23

 

Sinistra radicale e radicalmente ambientalisti. È il binomio vincente perché l’unico possibile. Non ci sono scorciatoie. Le urgenze sociali-economiche e i cambiamenti climatici non consentono di tergiversare, vanno presi di petto, affrontati e combattuti.

leggi di più

Un mare di sardine

di Loris Campetti

 

Ci voleva un menù natalizio a base di pesce azzurro per rianimare un paese allo stremo con un’iniezione di vitamine, Omega3 e sali minerali per combattere il colesterolo cattivo e prevenire le malattie cardiovascolari. 

leggi di più

Il mio viaggio con Nanni Balestrini

di Giairo Daghini

 

Ho incontrato Nanni Balestrini agli inizi degli anni Sessanta quando con lo scritto “Linguaggio e opposizione” egli opponeva al comune linguaggio convenzionale quello magmatico del parlato fatto di ritmi inconsueti, di grovigli, di immagini spropositate come il luogo di straordinarie apparizioni di fatti e di pensieri, di nuove cose che venivano in superficie.

leggi di più

Fascismo russo e Svizzera

di Yurii Colombo, corrispondente da Mosca

 

Nel 1936 Daniel Guerin diede alle stampe il libro “Fascismo e gran capitale”, divenuto presto un classico dell’analisi marxista, in cui si dimostrava il ruolo svolto dai grandi gruppi finanziari europei nell’ascesa del fascismo in Italia e del nazismo in Germania. 

leggi di più

Economia democratica o barbarie

di Damiano Bardelli

 

Il capitalismo è davvero il sistema socioeconomico migliore a cui l’umanità possa ambire? Ci avevano promesso che la generalizzazione del libero mercato su scala mondiale e l’allentamento delle leggi che ne regolavano gli eccessi avrebbero generato un modello di prosperità sostenibile ed universale.

leggi di più

Le guerre di oggi

di Collettivo Scintilla

 

Qualcuno ha detto che siamo in guerra: Libano, Haiti, Cile, Ecuador, Algeria, Hong Kong, Iraq; la lista sarebbe ancora lunga. 

leggi di più

Antisemitismo: la strana posizione del Partito Socialista Svizzero

di Enrico Geiler

 

Il 24 maggio 2019 la Direzione nazionale del Partito Socialista ha adottato la definizione IHRA (Alleanza internazionale per il ricordo dell’Olocausto) dell’antisemitismo e ha sollecitato il parlamento e il Governo svizzero a fare altrettanto.

leggi di più

Antisemitismo o legittima critica alle politiche di Israele?

di Damiano Bardelli

 

L’antica piaga dell’antisemitismo, mai del tutto eradicata, sta purtroppo tornando a dispiegare i suoi tentacoli in Occidente. 

leggi di più

Come bisogna pregare per guarire il cancro!

di Franco Cavalli

 

Talvolta le piccole pubblicazioni di paese ti danno il polso di certe realtà, che non ti immagineresti mai che ci possano ancora essere.

leggi di più

Sotto i colpi sempre più feroci di Trump, Cuba barcolla ma resiste

di Roberto Livi, corrispondente dall’Avana

 

Ha un retrogusto amaro la vittoria ottenuta il 6 novembre dalla diplomazia cubana all’Assemblea generale delle Nazioni Unite: 187 paesi hanno votato a favore della condanna del sessantennale embargo unilaterale imposto dagli Usa all’Isola. 

leggi di più

Grecia: Tsipras poteva fare diversamente?

di Luciana Castellina

 

Disfatta di Syriza nelle elezioni politiche anticipate dello scorso luglio? E’ quanto si sono affrettati ad annunciare quasi tutti  i media appena chiuse le urna. E però si  tratta di una “disfatta” che fa gola a tutti i partiti della sinistra europea: ....

leggi di più

Perché Tsipras è stato sconfitto

di Fosco Giannini, responsabile esteri del Partito Comunista Italiano (PCI), già senatore

 

Lo scorso 7 luglio si sono tenute in Grecia le elezioni. Il Partito di Alexis Tsipras, Syriza, ha ottenuto il 31,6% ed è stato sconfitto da Nuova Democrazia, che ha ottenuto il 39,8%: la forza politica più antioperaia e più filo-atlantista del grande capitale greco.

leggi di più

Quattro domande alla nostra Greta

di Franco Cavalli

leggi di più

Una inutile e dolorosa telenovela

di Franco Cavalli

 

Anche quest’anno abbiamo ricevuto la solita stangata, con i premi che naturalmente aumentano di più rispetto all’incremento generale dei costi della salute, e questo per ragioni che spieghiamo nel quadratino aggiuntivo e nel seguito di questo articolo.

 

 

leggi di più

Europa: un sogno sospeso

di Graziano Pestoni

 

Tanti anni fa, da studenti, eravamo affascinati dal progetto europeo. La Svizzera ci pareva molto piccola. L’Europa permetteva di sopprimere progressivamente le frontiere con i Paesi vicini, una cosa che sembrava impossibile qualche tempo prima.

leggi di più

Quando mi si tacciò di antisemitismo e negazionismo

di Franco Cavalli

 

Nel luglio del 2018, su invito della Linke, avrei dovuto partecipare in veste di esperto sulla sanità cubana ad una riunione di una commissione del Bundestag Tedesco, in quanto diversi parlamentari erano interessati al modello di medico di famiglia che sta alla base del sistema cubano. 

leggi di più

Le priorità di una città proiettata nel futuro

di RedQ

 

Incendio doloso nel ‘97, sgombero manu militari nel 2002 e il resto del tempo vissuto sul filo di una precarietà costante. Non si può dire siano stati noiosi i 23 anni di esistenza del Centro sociale autogestito il Molino. 

leggi di più

Il PIL? Un indicatore perverso!

Intervista di Franco Cavalli a Pietro Majno-Hurst

 

Pietro Majno- Hurst è primario di chirurgia all’Ospedale Civico, professore alla facoltà di medicina USI e direttore del dipartimento di chirurgia dell’EOC. 

leggi di più

De Rosa stecca con i denti!

di RedQ

 

Qualcosa di positivo a De Rosa dobbiamo riconoscerlo: contrariamente al suo predecessore, che aveva fatto finire nei cassetti le tre iniziative sanitarie, De Rosa ha rapidamente ripreso in mano i dossiers.

leggi di più

Una Facoltà di Medicina a costo zero?

di RedQ

 

È da molto tempo che il Consiglio di Stato non si distingue per la sua progettualità, e questa è ancora un’affermazione probabilmente troppo gentile. 

leggi di più

I retroscena della vergogna di Mosca e di Dubai

(agosto 2019) di RedQ

 

Nel bel mezzo dell’ondata di calore di metà luglio, anche il clima politico si è surriscaldato in Svizzera. 

leggi di più

Farmaci: di gran lunga il business più redditizio

di RedQ

 

Molta gente pensa che il business più redditizio, almeno tra quelli legali, sia quello delle telecomunicazioni, o eventualmente dell’informatica. Nient’affatto. Tutti i più quotati giornali economici, naturalmente di matrice liberista, da Forbes al Financial Times, sono assolutamente univoci: il business più redditizio è di gran lunga quello dei farmaci.

 

leggi di più

Nel Rojava la speranza è (era) autentica

di Francesco Bonsaver

 

Intervista al giornalista Rsi Roberto Antonini, autore di un reportage nel nord-est della Siria prima dell'invasione turca.

leggi di più

Le promesse di Putin e la realtà

di Yurii Colombo, corrispondente da Mosca

 

Alexander Buzgalin è stato membro dell’ultimo comitato centrale del Partito comunista dell’URSS nel 1990-1991. Docente di economia politica presso l’Università Lomonosov di Mosca, Buzgalin dal 2000 è animatore della rivista marxista “Alternativy” che si pone il compito di ricostruire teoria e pratica politica della sinistra nella Federazione Russa.

leggi di più

Green New Deal

di Marina Catucci, corrispondente da New York

 

Quando è stata eletta la deputata socialista Alexandria Ocasio-Cortez, il primo sentimento corale è stato quello di attesa, un “aspettiamo cosa sarà in grado di fare” collettivo anche tra i democratici, ma questa attesa è durata poco... 

leggi di più

Un lavoro di “intellettuale” in Ticino

di Alfredo Quarta

 

Guido Pedroli, nato a Bellinzona nel 1928, è cresciuto, si è formato e si è laureato a Torino. Si è laureato nel 1950 in filosofia, sotto la guida di Guzzo e Abbagno, con una tesi su Max Scheler, premiata come miglior tesi della Facoltà di lettere e filosofia.

leggi di più

Nicaragua: un po’ più di chiarezza, ma non troppa

Intervista a Dieter Drüssel di RedQ

 

Del Nicaragua i media oramai non parlano più: i fatti di un anno e mezzo fa sono scomparsi dall’interesse mediatico. Sul posto la situazione è abbastanza calma, anche se chi vi è stato recentemente dice di percepire una certa tensione, come se qualcosa “continuasse a bollire in pentola”. 

leggi di più

Guido Pedroli sempre d’attualità

di RedQ

 

Guido Pedroli è morto a soli 34 anni nel 1962: con diverse pubblicazioni, ma soprattutto con il suo libro fondamentale “Storia del socialismo nella Svizzera Italiana”, è stato la persona di riferimento di quella che possiamo chiamare “la generazione PSA”. A lui è stato dedicato un ampio dibattito qualche mese fa a Locarno: incontro molto frequentato e che ha chiaramente dimostrato come Guido Pedroli rimanga ancora d’attualità.

leggi di più

Se questa è la UE del futuro

di RedQ

 

Proprio mentre l’Europa stava soffrendo per la canicola di inizio estate, il Consiglio europeo ha pubblicato il documento ufficiale “una nuova agenda strategica 2019-2024”, che riassume le idee della Commissione e delle altre strutture UE per il prossimo futuro.

leggi di più

Costo dei farmaci: il ruolo della Svizzera

di RedQ

 

Quando nel 2001 a Doha si trattò con i cosiddetti accordi TRIPs di flessibilizzare un po’ le leggi internazionali sui brevetti, soprattutto a favore dei paesi più poveri ed in caso di epidemie (per esempio SIDA), l’opposizione più feroce venne dagli Stati Uniti, dalla Gran Bretagna, e dalla Svizzera. 

leggi di più

Io, precaria, vivo a metà

di RedQ

 

Claudia (nome noto alla redazione) è una giovane ticinese che ci racconta quello che definisce il suo “calvario” nella realtà del precariato nel nostro cantone. Vicina alla quarantina d’anni, Claudia afferma di poter solo “vivere a metà”. 

leggi di più

È ora

Editoriale Q22

 

La lista della sinistra alternativa e ambientalista è la novità dirompente delle elezioni federali d’ottobre. Una realtà, come ben sanno i lettori di lunga data, a cui il ForumAlternativo ha intensamente lavorato in questi anni, essendo uno dei suoi obiettivi fin dalla sua nascita. È un’occasione storica per contrastare l’offensiva neoliberale e il conseguente vento nazionalista che soffia in tutta Europa, dopo decenni di lotte difensive e di amare sconfitte.

leggi di più

Rafforzare le misure di accompagnamento, altro che indebolirle

Intervista ad Enrico Borelli di Francesco Bonsaver

 

Svizzera e Ue hanno sottoscritto oltre cento accordi per regolare i loro rapporti. A due riprese, nel 1999 e 2004 sono stati sottoscritti circa 20 accordi in materie di comune interesse (tra cui i più importanti riguardano fisco, energia, prestazioni sociali, immigrazione, libera circolazione e mercato unico). 

leggi di più

L’aspettativa di vita non aumenta più

di Franco Cavalli

 

I ricchi vivono molto più a lungo dei poveri.

Mi è capitato spesso che durante dibattiti sui problemi nel nostro sistema di salute o discutendo di peggioramenti ambientali mi si sia obiettato “i problemi non possono essere così gravi, se la nostra aspettativa di vita continua ad allungarsi”.

leggi di più

I rumori fanno ammalare

di Giorgio Noseda

 

L’inquinamento atmosferico, un problema invisibile agli occhi, è causato soprattutto dal traffico stradale e fa parte della quotidianità in certe regioni del nostro Cantone, specialmente nel Mendrisiotto. Provoca numerose e spesso gravi malattie, come dimostrato da parecchie ricerche epidemiologiche nazionali e internazionali.

leggi di più

Gli strumenti del tiranno

di Dick Marty

 

“Odio gli indifferenti”. Prezzolini, che come Croce stimava Gramsci, disse più o meno la stessa cosa: in una lettera a Gobetti, scrive di sentire che la sua posizione di spettatore “sia un po’, un pochino vigliacca”. L’indifferenza, la mancata empatia e il ripiegarsi sui propri interessi immediati non sono atteggiamenti nuovi nella storia. Furono gli ingredienti che favorirono l’insorgere del fascismo in Europa.

leggi di più

Quando il riciclaggio salva le banche, anzi il sistema

di RedQ

 

Lo scorso 4 marzo una ventina di media internazionali in cooperazione con l’associazione Organised Crime and Curruption Reporting Project (OCCRP) hanno pubblicato un rapporto di enorme portata sul cosiddetto scandalo “Lavomatic Troika”, dal nome della banca privata russa Troika Dialog, che nel frattempo non esiste più perché riassorbita da Sberbank, la più grande banca nazionale russa.

leggi di più

50 anni pride

di Marina Catucci, corrispondente da New York

 

Il WorldPride quest'anno è arrivato a New York per celebrare il 50° anniversario della rivolta di Stonewall, che viene generalmente e simbolicamente considerata come la data di nascita del movimento di liberazione gay in tutto il mondo.

leggi di più

L’Europa e la via della Seta

di Simone Pieranni, corrispondente dalla Cina

 

Anche la Svizzera ha firmato il memorandum. Tra il 25 e il 27 aprile si è svolto a Pechino il secondo summit della Nuova via della Seta (Belt and Road Initiative nella sua sigla internazionale), il progetto mondiale guidato da Pechino nel quale è sostanzialmente coinvolto tutto il mondo.

leggi di più

Bambini ammalati di cancro nella Striscia di Gaza

di Francesco Ceppi, oncologo pediatra

 

Maggiore incidenza e grosse difficoltà nel trattamento dei piccoli pazienti, causa Israele e le divisioni politiche.

leggi di più

Alexandria Ocasio Cortez e le altre contro il trumpismo

di Luca Celada, corrispondente da Los Angeles

 

Lo scorso febbraio, nella solennità grigia e incravattata dello state of the union , l’annuale discorso a camere unificate del presidente, ha fatto irruzione un mare di bianco: quello dei vestiti che le deputate democratiche hanno scelto di indossare per dare forma, anche cromatica, alla loro compatta opposizione.

leggi di più

Oltre il femminismo. Intervista a Franca Cleis

di Red

 

Vi proponiamo questa interessante intervista che Sabrina Riccio e Manuela Cattaneo hanno fatto a Franca Cleis in vista della sciopero della donne del 14 giugno e pubblicata sul nostro ultimo Quaderno nella rubrica "Oltre il femminismo".

leggi di più

Se quattro anni vi sembran pochi…

di RedQ

 

Continua la melina sull’iniziativa per coprire le spese dentarie. Abbiamo ormai oltrepassato il limite dei quattro anni da quando sono state consegnate le firme dell’iniziativa popolare che chiede l’introduzione di un sistema assicurativo che copra le spese delle cure dentarie di base, che stanno diventando una spesa sempre meno sopportabile per una parte crescente della nostra popolazione.

leggi di più

Ospedali di Gaza

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Il weekend di sangue del 4 e 5 maggio, costato la vita a 25 palestinesi, molti dei quali civili, uccisi dai bombardamenti dell’aviazione dello Stato ebraico, e a quattro cittadini israeliani colpiti dai razzi sparati dai palestinesi, ha confermato l’insostenibilità della situazione della Striscia di Gaza, di fatto una prigione per oltre due milioni di persone, stretta nel blocco terrestre e marittimo attuato da Israele da 12 anni a questa parte.

leggi di più

I cassamalatari attaccano le infermiere

di RedQ

 

In diversi numeri dei nostri Quaderni abbiamo parlato della situazione delle infermiere in generale ed in particolare dell’iniziativa popolare “Per cure infermieristiche forti”, lanciata nel gennaio 2017 dall’Associazione Svizzera degli Infermieri (ASI), che è stata consegnata già nel novembre 2017 con oltre 120’000 firme raccolte molto rapidamente.

leggi di più

Israele, analisi del voto

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Mentre chiudiamo questa analisi dell’esito del voto israeliano del 9 aprile, Benyamin Netanyahu, premier riconfermato e incaricato di formare il governo, non ha ancora annunciato la formazione della nuova maggioranza di destra che guiderà Israele, in continuità e ulteriore radicalizzazione dei programmi degli esecutivi che ha guidato negli ultimi dieci anni.

leggi di più

Elezioni in Ucraina

di Yurii Colombo, corrispondente da Mosca

 

L’elezione di Volodomyr Zelensky nelle elezioni presidenziali ucraine aprirà una nuova fase nella storia del tormentato paese slavo e in particolare nei rapporti con il vicino russo? Tutto fa ritenere di sì, ma verso quali lidi è ancora difficile prevedere.

leggi di più

"Pecunia non curat" di Riccardo G. Crivelli

di Beppe Savary-Borioli

 

“Pecunia non curat” è il titolo di un libretto di una trentina di pagine in A5 scritto da Riccardo G. Crivelli dedicato alla memoria del “Dome”, Gianfranco Domenighetti, suo maestro ed amico. Non mi è mai capitato di leggere un testo così denso di informazione sul sistema sanitario svizzero.

leggi di più

Il sogno e la realtà

L'editoriale Quaderno21

 

Abbiamo un sogno. Un mondo dove sanità, educazione, reddito e un tetto (le basi per una vita dignitosa), siano garantiti a tutte e tutti. Un’umanità che, in sintonia con la natura, la rispetti senza se e senza ma.

leggi di più

In Germania migliaia di decessi per la mancanza di infermiere. E da noi?

di Franco Cavalli

 

Persino la Neuer Zürcher Zeitung, organo della destra economica, ha dovuto recentemente riconoscere che il sistema ospedaliero tedesco ha grossi problemi, nonostante che molti politici dei nostri partiti borghesi abbiano spesso preso, e ancora oggi prendano, la situazione tedesca quale esempio per liberalizzare ancora maggiormente il nostro sistema sanitario.

leggi di più

"Se le donne vogliono, tutto si ferma"

di Manuela Cattaneo e Sabrina Riccio

 

Un compito arduo quello di essere riconosciute soggetti interi, è quasi come se fossimo composte di tante parti, di cui pochi conoscono i segreti, i dolori, le difficoltà. Ma tutti hanno qualcosa da dire al posto nostro. Sempre.

leggi di più

Risultati deleteri di dogmi economici mai validati

di Silvano Toppi

 

C’è un male comune che corre tra i paesi cosiddetti occidentali, capitalisti, che in modi simili si manifesta come avversione nei confronti delle istituzioni (o le élites) e sta diventando sempre più ribellione generalizzata. Potremmo definirlo: ingiustizia fiscale.

leggi di più

I curdi finiranno come i palestinesi?

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Il vertice di paesi arabi ed occidentali a Varsavia voluto dall’Amministrazione Trump, il summit di Sochi con Russia, Iran e Turchia e la Conferenza sulla sicurezza a Monaco di Baviera non hanno lasciato intravedere possibilità per i curdi.

leggi di più

Non è un caso che la UE stia attraversando una crisi profonda

di Francesco Bonsaver

 

Intervista a Fabio De Masi, Vice-capogruppo della Linke. Dopo il dibattito tra Elly Schlein e Damiano Bardelli (Sinistra, “Fuori o Dentro a questa Europa?), continuiamo il dibattito su sinistra e UE con questa intervista, che ci è stata rilasciata da Fabio De Masi, che ben conosce, essendo stato Europarlamentare, sia la situazione a Bruxelles che quella in Germania, in Italia e nel resto dell’Europa.

leggi di più

RFFA: un progetto iniquo da respingere senza esitazioni

di RedQ

 

Appare a dir poco insensato e irresponsabile privare oggi lo Stato di risorse miliardarie. In un contesto nel quale le condizioni di vita e di lavoro delle persone continuano a deteriorarsi bisognerebbe dotarsi delle risorse necessarie per contrastare quella che appare come una vera e propria crisi sociale.

leggi di più

Muri e mine fra guerra e pace

di Collettivo Scintilla

 

Il Sahara Occidentale è uno dei territori più minati al mondo: la ripresa delle negoziazioni fra Marocco e Fronte Polisario saprà rimediare?

leggi di più