Per bloccare il miliardo di coesione ci vuole una sinistra anti-EU a Berna!

Partito Comunista e ForumAlternativo

 

E così sarà il nuovo parlamento che uscirà dalle elezioni federali del prossimo 20 ottobre a decidere sulle divergenze relative al cosiddetto “miliardo di coesione”. Noi ribadiamo la nostra opposizione per la spesa di oltre un miliardo di franchi da parte della Confederazione a favore di alcuni Stati membri dell’Unione Europea.

 

leggi di più

Non è un caso che la UE stia attraversando una crisi profonda

di Francesco Bonsaver

 

Intervista a Fabio De Masi, Vice-capogruppo della Linke. Dopo il dibattito tra Elly Schlein e Damiano Bardelli (Sinistra, “Fuori o Dentro a questa Europa?), continuiamo il dibattito su sinistra e UE con questa intervista, che ci è stata rilasciata da Fabio De Masi, che ben conosce, essendo stato Europarlamentare, sia la situazione a Bruxelles che quella in Germania, in Italia e nel resto dell’Europa.

leggi di più

La mia battaglia contro l’establishment dell’Europa

di Franco Cavalli

 

Il libro, apparso in inglese alla fine del 2017, racconta in poco meno di 900 pagine la cronaca appassionata dei 162 giorni, durante i quali Varoufakis si è scontrato quasi quotidianamente con i rappresentanti delle istituzioni continentali.

leggi di più

Sinistra, fuori o dentro questa Europa?

di Francesco Bonsaver

 

L’Unione Europea, in quanto istituzione, è riformabile oppure è da distruggere per creare qualcosa di nuovo? Sul quesito si sono confrontati l’europarlamentare Elly Schlein e il nostro Damiano Bardelli, dando vita a uno scambio che riassume le principali posizioni che attualmente dividono la sinistra su questo argomento.

leggi di più

"Se l'Accordo quadro verrà approvato, sarà Referendum!"

Jacopo Scarinci

 

«Da questo Accordo quadro il Ticino ne uscirebbe a pezzi. E se verrà approvato, siamo già pronti a fare referendum». Non c’è che dire, è sulle barricate Enrico Borelli, segretario di Unia Ticino.

leggi di più

No al miliardo all'UE e No all'iniziativa dell'Udc!

di ForumAlternativo

 

Mentre Filippo Lombardi si contorce per spiegare il suo SI al miliardo di coesione con l’UE, noi ribadiamo la nostra opposizione: come diciamo nel nostro Manifesto fondante appena pubblicato, siamo contrari ad un’integrazione del nostro paese nell’UE, in quanto struttura neoliberale, che di per sé dovrebbe quindi piacere ai vari Blocher e Tettamanti.

leggi di più

Consiglio Federale ed élites politiche sempre più contro gli interessi del Ticino. Cassis e Schneider Ammann a casa!

di Red

 

Tira decisamente una brutta aria per le salariate ed i salariati di questo Paese. A Berna la classe politica non è intenzionata a concretizzare decisioni e soluzioni che permetterebbero di frenare le derive di un mercato del lavoro oramai fuori controllo.

leggi di più

Un Governo irresponsabile tradisce i lavoratori e cede ai diktat liberisti dell’Unione europea. No all’accordo quadro con Bruxelles

 ForumAlternativo

 

Il consiglio federale, governato dall’asse Plr-Udc, getta definitivamente la maschera, si piega ai diktat liberisti dell’Unione Europea, ed è pronto a smantellare le misure di accompagnamento, portando così un attacco frontale ai diritti di tutti i salariati di questo Paese.

leggi di più

Cassis ha gettato la maschera. Qualcuno lo fermi

di ForumAlternativo

 

L’attitudine manifestata da Ignazio Cassis sul tema del mercato del lavoro e delle misure di accompagnamento è semplicemente irresponsabile.

leggi di più

Caro Cassis, non si aiuta il Ticino indebolendo le misure di accompagnamento

USS - Ticino e Moesa

 

La stampa ha riportato in questi giorni le dichiarazioni di Ignazio Cassis in merito al dumping salariale e ai negoziati con l’Unione Europea.

leggi di più

Abbattere il tabù dell’Unione europea

di Damiano Bardelli

 

"Parte della sinistra, purtroppo, continua a guardare con simpatia all'Unione europea, a riconferma dello scollamento sempre più evidente tra socialdemocrazia e popolazione. Da noi il PSS sostiene ancora l'adesione della Svizzera all'UE, mentre in Italia il PD e le altre formazioni del centro-sinistra sono succubi dell'ideologia dell'europeismo.

leggi di più

NO al miliardo di coesione

di ForumAlternativo

 

Dopo aver tagliato nelle ultime settimane 600 milioni a chi riceve le prestazioni complementari e 100 milioni di sussidi sui premi di cassa malati, la Berna Federale vuole regalare più di un miliardo ai paesi dell'Est europeo che fanno parte dell'UE.

leggi di più

Cavalli: "siamo contro al miliardo per la Coesione"

da "ticinotoday.ch"

Lo scorso venerdi il Forum Alternativo teneva la sua "Festa dei Quaderni".

In quell'occasione abbiamo intervistato

Franco Cavalli per sapere quali sono le prospettive del Forum.

leggi di più

Frontalieri e dumping salariale

... da "Quaderno10"

 

I ticinesi vogliono interventi decisi contro le derive del mercato del lavoro.

 

Ne discutiamo con Giangiorgio Gargantini, responsabile della sezione sottoceneri del sindacato UNiA.

 

Il voto ticinese sulle iniziative, “Prima i nostri”, “Basta dumping” e relativi controprogetti, è stato analizzato dall’Osservatorio della vita politica regionale che ha recentemente pubblicato uno studio in merito.

 

leggi di più

Sì all'Europa, no a questa Unione Europea

Editoriale del Quaderno 4

 

In questi mesi le discussioni sull’Europa, sull’Unione Europea (EU) e sull’Euro si sprecano, spesso attorcigliandosi e rendendo difficile la comprensione della problematica. Vale quindi la pena di partire dall’inizio.

Alla fine della seconda Guerra Mondiale, la grande maggioranza dell’opinione pubblica europea voleva farla finita sia con i nazionalismi che con il capitalismo, responsabili di aver provocato in poco più di 30 anni due guerre mondiali con oltre 100 milioni di morti.

leggi di più

Ecco perché dico basta ai Bilaterali

di Enrico Borelli, Segretario Unia Regione Ticino e Moesa

La libera circolazione delle persone è un grande principio di civiltà perché, se attuato, realizza un mondo senza frontiere e dunque una società fondata sull’uguaglianza e autenticamente libera. Essa «implica l’abolizione di qualsiasi discriminazione, fondata sulla nazionalità tra i lavoratori per quanto riguarda l’impiego, la retribuzione e le altre condizioni di lavoro», si legge tra l’altro nel Trattato sul funzionamento dell’Unione europea che ne descrive il concetto.

leggi di più