Le torbide acque del Ceresio

di Luigi Pagani, detto ul matiröö

 

Erano solo anticipazioni, discorsi da bar, nulla di più. Ma l’estate è finita e le conferme sono arrivate. I nostri affezionati lettori forse ricorderanno la rubrica in cui scrivevamo di anticipazioni di storie ancora non viste

https://www.forumalternativo.ch/2019/06/08/anticipazioni-di-storie-non-ancora-viste/

leggi di più

Io voto "Verdi e Sinistra Alternativa"

leggi di più

Petizioni, danze, o sassi e incappucciati?

Sabato 21 settembre - ore 17.30

CSOA il Molino - Lugano

leggi di più

Degrado del lavoro, basta scuse. È ora di agire!

di ForumAlternativo

 

Sicurezza. Una parola magica, soprattutto in periodo elettorale, in certi ambienti. C’è l’insicurezza percepita, enfatizzata ad arte per creare allarmismi smentiti da dati statistici di una serie di reati in costante calo, e poi c’è la insicurezza oggettiva, quella vissuta tutti i giorni sui posti di lavoro. La sicurezza che il tuo lavoro sia pagato correttamente e le tue condizioni contrattuali siano rispettate. Rubare sul salario è un reato e come tale va punito. 

leggi di più

Ribellarsi per avanzare

Giovedì 26 settembre 2019, ore 18.00

Casa del Popolo di Bellinzona

leggi di più

Rafforzare le misure di accompagnamento, altro che indebolirle

Intervista ad Enrico Borelli di Francesco Bonsaver

 

Svizzera e Ue hanno sottoscritto oltre cento accordi per regolare i loro rapporti. A due riprese, nel 1999 e 2004 sono stati sottoscritti circa 20 accordi in materie di comune interesse (tra cui i più importanti riguardano fisco, energia, prestazioni sociali, immigrazione, libera circolazione e mercato unico). 

 

leggi di più

Avs 21, un affronto alle donne

di Claudio Carrer

 

Uno schiaffo alle donne e alle fasce meno abbienti della nostra società. Questo è la nuova riforma dell’Avs proposta dal Consiglio federale. Si fa per dire “nuova”, perché la ricetta è sempre la stessa da ormai vent’anni: innalzamento a 65 anni dell’età di pensionamento delle donne e aumento dell’Iva, la tassa anti-sociale per eccellenza. Di nuove idee non si vede nemmeno l’ombra.

leggi di più

Riprendiamoci le città

(Guarda il video)        di Ivan Miozzari

 

Il CSOA aveva fatto sapere che il corteo in sostegno all’esperienza dell’autogestione non avrebbe coinvolto il centro di Lugano. In particolare per non disturbare un’altra manifestazione programmata: la corsa della speranza. Tuttavia le autorità municipali si sono lanciate, nei giorni precedenti la manifestazione, in avvisi dal tono fortemente securitario. Delineando zone proibite, una zona rossa che ci riporta a tristi eventi del recente passato.

leggi di più

Il Molino esiste e resiste

di Francesco Bonsaver

 

Oggi a Lugano corteo del Centro sociale autogestito in risposta alla volontà di escludere l'autogestione dall'ipotetico futuro dello spazio ex Macello. Ventitré anni di esistenza di uno spazio autogestito saranno cancellati da un messaggio comunale?

 

 

 

 

leggi di più

Viola, il colore della transizione

Lorenza Giorla*

 

Anticamente riconosciuto come il colore della transizione, il viola ha inondato le vie del Ticino. Tante, moltissime le donne che sono scese in piazza venerdì 14 giugno 2019 per rivendicare la parità. Le richieste sono state chiare e concrete: più tempo, più salario, più rispetto. Tre semplici locuzioni che le donne ticinesi e svizzere stanno rincorrendo come una chimera.

leggi di più

Salario minimo: questa è l’ora!

Greta Gysin* 

leggi di più

INCONTRI ELETTORALI


Una scelta per la chiarezza e il progresso

Diego Scacchi

Nella molteplicità di proposte politiche che caratterizza le prossime elezioni federali, si delinea chiaramente una scelta fra tre schieramenti: l’estrema destra, il centro-destra, e la sinistra.

 

La prima formazione comprende l’Udc (la cui denominazione ‘Unione democratica di centro’ è totalmente fasulla) e, a livello ticinese, la Lega: si caratterizza per una visione e una politica di netta chiusura, ispirata al ‘sovranismo’ e tutta volta a salvaguardia dei ‘nostri’ e di una malintesa identità: il tutto spesso condito da un linguaggio rozzo, aggressivo e da concetti fascistoidi. Ciò si manifesta in un netto rifiuto di qualsiasi proposta europea, e in particolare all’avversione per l’Ue, e in una politica contro gli immigrati, non di rado con accenti razzisti. Il secondo schieramento, di destra moderata, comprende i partiti del centro, principalmente il partito liberale-radicale e il partito democristiano (o popolaredemocratico). A questi partiti va riconosciuto di essersi distanziati, sull’Europa e sull’immigrazione, dall’estrema destra (anche se a volte con qualche ammiccamento); per il resto la loro politica è però fondamentalmente conservativa, senza valide proposte per un sensibile rinnovo della società, e caratterizzata da una conduzione marcatamente pragmatica e priva di progettia lungo termine.

 

 

 

A sinistra per il progresso

 

Per quanto concerne la sinistra, è da salutare positivamente l’alleanza che, grazie alle congiunzioni elettorali, si è formata fra le sue diverse componenti, dopo anni di inutili diatribe. È chiaro che il partito predominante, sia per tradizione sia elettoralmente, è il Partito socialista: l’apporto degli altri partiti, è comunque essenziale per un’affermazione di questa coalizione. Essa è del resto la sola che proponga un vero mutamento nella società, e che tenga conto dell’impoverimento personale e familiare avvenuto negli scorsi anni, non da ultimo nel ceto medio. Da cui la proposta, da parte della sinistra, di significative riforme atte a porre rimedio, nella misura del possibile, alle ingiustizie sociali che caratterizzano la nostra vita collettiva, valorizzando il ruolo dello Stato e del servizio pubblico. Un indirizzo importante non solo a livello federale, ma anche in ottica cantonale. Da questo quadro emerge un compito importante per un democratico che creda nel necessario progresso del suo Paese: appoggiare la coalizione di sinistra, per un mutamento di orizzonti nella nostra realtà troppo legata a concezioni mediocri, ad atteggiamenti di piccolo cabotaggio, a scarse visioni di interesse collettivo. In particolare, due concreti obiettivi si impongono: per il Consiglio nazionale la conquista di un secondo seggio ticinese al Ps (o a un partito ad esso alleato); per il Consiglio degli Stati l’elezione di Marina Carobbio (che, con tutto il rispetto per una candidatura valida come quella di Greta Gysin, che forma il ‘duo’ di sinistra), ha sicuramente un’esperienza politica e parlamentare di prim’ordine, e una personalità di primo piano.

 

 

 

Plr: sconfessione della laicità

 

Nell’ambito di queste riflessioni merita un esame la posizione del Plrt: il partito che negli ultimi anni ha subito un cambio di rotta che ha mutato la sua collocazione nel contesto delle formazioni politiche ticinesi. In particolare, la terza lettera della sua sigla non ha (quasi) più un significato reale, poiché di ‘radicale’ questo partito ha solo una qualche pallida ombra. Da cui il suo deciso spostamento a destra, con la perdita di valori che ne hanno contrassegnato la storia, primo fra tutti la laicità. La decisione di congiungere la lista per il Consiglio nazionale con il Ppd, abbinata alla ‘coalizione’ fra i candidati dei due partiti per il Consiglio degli Stati, presa a larga maggioranza dal Comitato cantonale, non è altro che la logica conseguenza della svolta a destra del partito. E ciò a prescindere dalle motivazioni che sono state date a questa scelta, a cominciare da quella che è stata definita pudicamente ‘congiunzione tecnica’. Questa scelta è ovviamente, in primo luogo, la sconfessione della laicità da parte del Plrt, del resto già abbondantemente anticipata, segnatamente in occasione della raccolta per le firme sull’iniziativa per la separazione fra Stato e Chiese, snobbata e anche intralciata dalla dirigenza Plrt. E ciò malgrado la drastica e fanatica presa di posizione del Ppd contro questa iniziativa, che avrebbe dovuto, in un partito laico, suscitare una chiara reazione (e non un silenzio tombale).

 

Sono comunque da segnalare positivamente alcune reazioni individuali, nell’ambito del partito, che meritoriamente si richiamano alla laicità, con considerazioni molto pertinenti: dall’articolo di Marco Züblin (‘CdT’ 6.7.19) a quello di Giorgio Grandini (‘CdT’ 17.8.19) nel quale si constata la scomparsa di concetti fondamentali del Plr. Quel ticket per gli Stati Frutto di questa impostazione del Plrt è la lista per il Cn, chiaramente di destra, dove di radicale non c’è nulla, come pure il cosiddetto ticket per gli Stati, con Filippo Lombardi e Giovanni Merlini. Un connubio che si è concretamente raffigurato in articoli firmati dai due candidati, esaltanti la loro alleanza, e in una plateale apparizione, condita da applausi scroscianti, di Merlini al Congresso pipidino: impensabile fino a pochi anni or sono. Un ticket caratterizzato dall’ingombrante presenza del ‘senatore’ pipidino di lunghissimo corso, affiancato dall’ex presidente del Plrt, ben diverso da quello che aveva, nella sua carica, difeso con merito quei valori che ancora contavano per questo partito. La svolta liberale giustifica ulteriormente la scelta di privilegiare per le elezioni federali (con indubbio influsso sulla politica cantonale) lo schieramento di sinistra. È auspicabile che anche gli elettori di un partito che ha perso la sua vitalità, e con essa anche la sensibilità ai problemi di giustizia sociale, cambino strada, e si orientino per una scelta che corrisponda più compiutamente a quanto, ancora in un recente passato, erano le loro aspettative. Si abbandoni la politica delle piccole cose e delle vedute miopi, per aprirsi a valutazioni più attente al futuro del Paese.

leggi di più

L'autogestione a Lugano, una realtà da preservare

Stefano Araújo, Partito Comunista

Gli autogestiti del Molino hanno indetto una manifestazione in difesa dell’autogestione per il prossimo 14 settembre a Lugano. Ciò ci permette di discutere ulteriormente e di approfondire la questione dell’autogestione.

 

Ebbene, a mio personale avviso, una realtà culturale di questo genere andrebbe mantenuta, in quanto valore aggiunto per la nostra realtà urbana. Poter condividere degli spazi di creatività artistica e sociale, poter organizzare eventi culturali senza filtri commerciali, poter sviluppare attività sociali alternative, sono aspetti importanti che l’autogestione può offrire alla collettività. Una realtà urbana, che si vuol definire moderna, dovrebbe riuscire a comprendere l’autogestione e le sue peculiarità.

 

Anche dal Gruppo PS-PC in Consiglio comunale è stato sottolineato questo aspetto e rimarcato più volte che ci vuole un dialogo costruttivo e aperto tra tutti gli attori coinvolti: si tratta di cercare di venirsi incontro, senza sbandierare posizioni inconcludenti o proporre soluzioni tout court come quelle proposte dalla maggioranza dei Municipali e dei Consiglieri Comunali. Sono perciò convinto che, anche nell’ambito di una necessaria valorizzazione dell’ex Macello, una forma di autogestione nel comparto possa e debba essere salvaguardata.

 

Vi è, infine, un altro aspetto da considerare: vi sono tante altre realtà culturali alternative, al di fuori dell’autogestione, che meritano il riconoscimento da parte dell’autorità. Penso, ad esempio, al caso del collettivo Morel che si batte da tempo per una cultura no-profit, ma che si ritrova senza spazi e senza una reale volontà politica che vada incontro alle necessità e aspirazioni del gruppo di giovani. Lugano, ribadisco, se si vuole al passo coi tempi, deve riconoscere e assecondare questo genere di associazioni culturali e giovanili non commerciali, come accade già in altre città elvetiche. E’ una questione di politiche giovanili e culturali domandate e apprezzate sempre più da una parte della popolazione.".

leggi di più

L’aspettativa di vita non aumenta più

di Franco Cavalli

 

I ricchi vivono molto più a lungo dei poveri.

Mi è capitato spesso che durante dibattiti sui problemi nel nostro sistema di salute o discutendo di peggioramenti ambientali mi si sia obiettato “i problemi non possono essere così gravi, se la nostra aspettativa di vita continua ad allungarsi”.

 

leggi di più

Abbiamo bisogno di un cambiamento

Deborah Quadri

leggi di più

L'onda verde della Lega

Piazza Aperta "ul visiga"*

 

Tra un paio di settimane il Gran Consiglio sarà chiamato a votare la proposta di legge del ministro Gobbi che chiede di raddoppiare l'imposta di circolazione delle auto immatricolate prima del 2009. Ogni domenica il Mattino discredita Greta Thunberg e l'appello che lancia, sostenendo che è una moda e che la situazione non è tanto grave da porre soluzioni drastiche come viene chiesto. Ora ci chiediamo cosa spinge Gobbi a proporre una soluzione tanto draconiana oltre che iniqua.

leggi di più

NO ALL’ACQUISTO DEI NUOVI AEREI DA COMBATTIMENTO: BASTA SPERPERO DI SOLDI PUBBLICI!

Gioventù Comunista

leggi di più

Aeroporto di Agno: basta buttare soldi dalla finestra e danneggiare il clima! Siamo pronti al referendum

I Verdi del Ticino

 

Siamo contrari alla nuova iniezione di soldi pubblici nell’Aeroporto di Lugano Agno annunciata dal Consiglio di Stato. L'emergenza climatica impone di puntare sulla mobilità sostenibile per ridurre le emissioni di gas serra. I Verdi sono pronti a partecipare al lancio di un referendum sia a livello cantonale che comunale.

leggi di più

Tra le menzogne e le vere priorità sulla questione Molino

ForumAlternativo

 

Raccontare menzogne sapendo di mentire o perché si è ignoranti pur occupando un posto di responsabilità, è una cosa grave in entrambi i casi. Le risposte del municipale luganese Badaracco al portale Tio di oggi, sono esemplari della manifesta incapacità degli amministratori cittadini.

leggi di più

Ticino a statuto speciale: una necessità

di Franco Cavalli

 

Negli scorsi giorni l’alleanza Verdi e Sinistra alternativa ha depositato un’iniziativa parlamentare che chiede l’attribuzione di uno statuto speciale al canton Ticino. Lo scopo è quello di fornire al Cantone gli strumenti istituzionali necessari per far fronte al peggioramento delle condizioni di lavoro in una regione di frontiera come la nostra.

leggi di più

Giovani e Comuni ecofriendly

Andrea Stephani, I Verdi del Ticino

 

 

leggi di più

C.S.O.A il MOLINO

SABATO 7 settembre


I rumori fanno ammalare

di Giorgio Noseda

 

L’inquinamento atmosferico, un problema invisibile agli occhi, è causato soprattutto dal traffico stradale e fa parte della quotidianità in certe regioni del nostro Cantone, specialmente nel Mendrisiotto. Provoca numerose e spesso gravi malattie, come dimostrato da parecchie ricerche epidemiologiche nazionali e internazionali.

leggi di più

AIDA: saremo presenti alla manif del Molino

Associazione AIDA

leggi di più

Mercosur: diritti umani e clima prima del profitto

Jessica Bottinelli e Giulia Petralli

leggi di più

Salario minimo: «Padronato, istituzioni e Ocst fanno squadra»

di Francesco Bonsaver

 

In attesa che venga attuata l’iniziativa votata nel 2015, si moltiplicano i Ccl con paghe inferiori agli importi in discussione in Parlamento. Intervista ad Enrico Borelli, segretario regionale di Unia.

leggi di più

Costi della salute: i cerottini di Berset serviranno a ben poco

di Franco Cavalli

 

Qualche giorno fa A. Berset ha presentato le prime nove proposte di contenimento dei costi della salute, a cui dovrebbero seguirne altre. Le proposte possono essere così riassunte: possibilità di progetti pilota (p. es. finanziare i trattamenti all’estero o limitare la scelta del medico), istituzione di un’organizzazione nazionale tariffale per il settore ambulatoriale e introduzione di un prezzo di riferimento per i farmaci generici.

leggi di più

Il rogo della foresta amazzonica è anche un nostro problema!

Partito Comunista 

leggi di più

Ci sarà di nuovo l’Arca di Noè?

Beppe Savary Borioli candidato al Consiglio Nazionale

 

Estati torride con bambini piccoli ed anziani sofferenti, piogge torrenziali, boschi in affanno, montagne che si sgretolano, ghiacciai che si ritirano a vista d’occhio: sono tutti segni evidenti che ci fanno capire che stiamo vivendo un cambiamento climatico senza precedenti, il quale, se avanzerà ulteriormente, rischierà a breve di compromettere molto seriamente la nostra vita.

leggi di più

"Sciopero per il clima" risponde a Lugano

Movimento Sciopero per il clima e Genitori per il clima

leggi di più

AVS: chi deve pagare?

Verdi e Sinistra alternativa

 

Il Consiglio federale ha varato il messaggio sulla riforma AVS 21, che rappresenta una vera pugnalata nei confronti delle donne e delle fasce più deboli della popolazione. Come da copione, sono previsti un aumento dell’età di pensionamento per le donne a 65 anni, un incremento dell’IVA del 0.7% e una maggiore flessibilità nella riscossione della rendita, con l’obiettivo di incentivare gli assicurati a lavorare più a lungo, fino addirittura a 70 anni.

leggi di più

Per una medicina di qualità per tutti e un’AVS forte

di Franco Cavalli "Verdi e Sinistra Alternativa"

 

Parecchi di voi si sono probabilmente chiesti come mai io mi candidi nuovamente per le elezioni al Consiglio Nazionale e voglia tornare a rappresentarvi sui banchi della Berna federale.

leggi di più

Gli incendi in Siberia e il clima in Svizzera

Greta Gysin - Lista Verdi e Sinistra Alternativa 

leggi di più

Gli strumenti del tiranno

di Dick Marty

 

“Odio gli indifferenti”. Prezzolini, che come Croce stimava Gramsci, disse più o meno la stessa cosa: in una lettera a Gobetti, scrive di sentire che la sua posizione di spettatore “sia un po’, un pochino vigliacca”. L’indifferenza, la mancata empatia e il ripiegarsi sui propri interessi immediati non sono atteggiamenti nuovi nella storia. Furono gli ingredienti che favorirono l’insorgere del fascismo in Europa.

leggi di più

Salviamo gli uffici postali e ripristiniamo la regie federale della Posta!

Partito Comunista

Sono tante le firme che negli ultimi anni sono state raccolte contro la chiusura di vari uffici postali. Sono tante anche le prese di posizioni dei Municipi e del Gran Consiglio ticinesi contro questo processo di smantellamento del servizio pubblico. 

leggi di più

La Santa Alleanza affonda il Ticino

ForumAlternativo

 

Uno spettro s’aggira sempre più minaccioso nel nostro Cantone, quello del dumping salariale dilagante che favorisce lo sfruttamento dei lavoratori e produce esclusione sociale. Come è noto, la nostra è la regione in Svizzera che detiene la maglia nera nelle retribuzioni dei lavoratori. Purtroppo non è l’unico record negativo del mercato del lavoro cantonale. Una situazione non accidentale ma frutto di precise responsabilità.

leggi di più

Velotour d'Horizon

Collettivo R-esistiamo

leggi di più

Nessun accordo tra Svizzera e Bolsonaro il distruttore dell’Amazzonia!

L'Amazzonia è in fiamme! I motivi: Deforestazione illegale e incenerimento. La Svizzera sta per concludere un accordo di libero scambio che consentirà di aumentare le esportazioni brasiliane di carne e soia e quindi di promuovere ulteriormente la deforestazione! Firma la petizione

 

 

 

 

 

leggi di più

Riprendiamoci le città

CSOA il Molino

 

leggi di più

In treno dal Ticino. Vieni anche tu!

leggi di più

Di vermi e di bruchi e di politica

Jessica Bottinelli “Verdi e Sinistra Alternativa”

Una mela al giorno toglie il medico di torno… sicuramente è quello che si son detti nel bureau della comunicazione dell’UDC quando hanno deciso la linea della campagna e il nuovo design svelato oggi.

leggi di più

23 anni d'autogestione

leggi di più

Le FFS vanno male e l’arroganza del Signor Meyer continua – fino a quando ancora?

 ForumAlternativo

 

Il Signor Andreas Meyer, direttore delle FFS, critica i sindacalisti per aver organizzato una manifestazione di solidarietà e di protesta in seguito alla morte di un capotreno, rimasto incastrato in una porta difettosa di una carrozza il 04-08-19 alla stazione di Baden.

leggi di più

Un lavoro che crea paure e malattie

di Red

 

Le statistiche rese note negli scorse settimane e mesi fotografano un quadro desolante del mercato del lavoro e delle condizioni di impiego della salariate e dei salariati. Non sfugge a questa triste realtà l’inchiesta sulla salute pubblicata dall’Ufficio federale di statistica secondo la quale il 21% dei lavoratori soffre di stress e la metà è a rischio burnout. Sono dati oltremodo preoccupanti , in crescita rispetto all’ultima rilevazione che confermano il progressivo degrado delle condizioni di impiego nel nostro Paese.

leggi di più

Verdi e sinistra alternativa – Donne per il Consiglio nazionale

 

Sinistra alternativa e Verdi si preparano alle federali di ottobre presentando una lista composta da otto donne determinate ad aumentare il peso della coalizione rosso-verde a Berna: Calebasso Laura, Cattaneo Chicus Manuela, Cavallini Grazia, Giorla Lorenza, Jackson Olga, Pagani Olivia, Tomasoni-Ortelli Michela e Zeier Ivana.

 

leggi di più

UDC di male in peggio!

Franco Cavalli da FB

 

Non riprendo la foto, perché mi fa ribrezzo: l'UDC nel suo manifesto per le elezioni federali mostra una mela già un po' marcia, con tanto di croce svizzera, che viene mangiata da vermi con colori che riguardano altri partiti e si domanda se "dobbiamo lasciar distruggere la Svizzera da sinistroidi ed europeisti" (nella versione tedesca invece degli europeisti ci stanno i buonisti).

leggi di più

Mercato del lavoro: il Ticino sia riconosciuto come un Cantone a statuto speciale

Verdi e Sinistra alternativa

 

La grave situazione di degrado e precarietà in cui versano le lavoratrici e i lavoratori in Ticino ha bisogno di essere fermata. Occorre agire urgentemente per fermare un fenomeno in costante peggioramento esigendo che il Ticino sia riconosciuto come un ‘Cantone a statuto speciale’. È con questo scopo che i Verdi e Sinistra alternativa - con i rappresentanti in Gran Consiglio de i Verdi e del Partito Comunista - presentano un’iniziativa parlamentare.

leggi di più

Per bloccare il miliardo di coesione ci vuole una sinistra anti-EU a Berna!

Partito Comunista e ForumAlternativo

 

E così sarà il nuovo parlamento che uscirà dalle elezioni federali del prossimo 20 ottobre a decidere sulle divergenze relative al cosiddetto “miliardo di coesione”. Noi ribadiamo la nostra opposizione per la spesa di oltre un miliardo di franchi da parte della Confederazione a favore di alcuni Stati membri dell’Unione Europea.

leggi di più

Quando il riciclaggio salva le banche, anzi il sistema

di RedQ

 

Lo scorso 4 marzo una ventina di media internazionali in cooperazione con l’associazione Organised Crime and Curruption Reporting Project (OCCRP) hanno pubblicato un rapporto di enorme portata sul cosiddetto scandalo “Lavomatic Troika”, dal nome della banca privata russa Troika Dialog, che nel frattempo non esiste più perché riassorbita da Sberbank, la più grande banca nazionale russa.

leggi di più

Lunga vita ai Tigli di Bellinzona

Verdi del Bellinzonese

 

Circa 6500 cittadini hanno aderito alla petizione a difesa dei 100 tigli del Viale Stazione a Bellinzona. Un successo storico che obbliga il Municipio a considerare la sensibilità popolare sul tema del verde negli ambiti urbani.

leggi di più

Durante tirocinio le molestie sessuali sono all’ordine del giorno

 sindacato Unia

 

Da un sondaggio condotto dai Giovani Unia sulla realtà degli apprendisti emerge un quadro allarmante: durante il tirocinio, un terzo degli intervistati ha già subito molestie sessuali sul lavoro. 

leggi di più

Stefano Artioli, un imprenditore d’altri tempi

di ForumAlternativo

 

Le considerazioni dell’imprenditore Stefano Artioli riprese ieri da alcuni portali locali (leggi) sono arroganti, irrispettose della sofferenza che vivono oggi molti salariati e disoccupati, e traducono una visione ottocentesca della realtà.

leggi di più

La terapia c’è ma non è per tutti

intervista a Franco Cavalli di Paolo Galli

 

Quando alcune casse malati rifiutano di riconoscere cure oncologiche e farmaci troppo costosi I medici sono sul piede di guerra e minacciano le assicurazioni – Franco Cavalli: «Forte disparità sociale»

leggi di più

Emissioni allo zero netto entro il 2030

Giulia Petralli, Giovani Verdi

 

A seguito di numerosi tentativi di sensibilizzare la popolazione sulla prossimità del cataclisma ambientale, l’ultimatum è stato lanciato: abbiamo 11 anni per salvare il pianeta e mitigare la catastrofe che deriverebbe dall’eccedere la soglia di +1,5°C.

leggi di più

Mercato del lavoro ticinese: è ora di cambiare!

di ForumAlternativo

 

I dati relativi al numero di frontalieri presenti in Ticino confermano che il nostro mercato del lavoro conosce dei problemi profondi ai quali la nostra classe politica non è in grado di rispondere, sia per mancanza di capacità che per scarsa volontà di intervenire sulle condizioni quadro che ne reggono il funzionamento.

leggi di più

Per l'ambiente e per il lavoro: ora si cambia!

Verdi e Sinistra alternativa

 

È stata consegnata ieri alla cancelleria di Stato di Bellinzona la lista Verdi e Sinistra alternativa per le elezioni federali del prossimo ottobre, che raggruppa su un'unica lista rappresentanti dei Verdi, del Partito Comunista e del Forum Alternativo. Una lista unitaria con l'obiettivo dichiarato di portare a Berna rappresentanti con maggiore sensibilità sui temi fondamentali come la lotta al cambiamento climatico, la difesa delle lavoratrici e dei lavoratori, la parità di genere, la difesa delle pensioni e il contrasto all’esplosione dei costi della cassa malati.

leggi di più

Cardiocentro: si ritira l’iniziativa, la guerra civile non ci sarà

di ForumAlternativo

 

Eravamo stati i primi a parlare nei nostri Quaderni della prevedibile diatriba sul rientro del Cardiocentro in EOC (previsto da tutte le convenzioni firmate in passato), quando il tema era ancora ignorato dai nostri media. Avevamo anticipato che la diatriba sarebbe diventata “la madre di tutte le battaglie tra il settore sanitario pubblico e quello privato”.

leggi di più

Un mercato del lavoro sempre più precario

di Red

 

La presentazione dei diversi dati relativi al mercato del lavoro permette di avere un fotografia nitida ed oggettiva delle gravi problematiche che investono i salariati. Purtroppo ne emerge un quadro davvero preoccupante. Dopo la statistica sui bassi salari resa pubblica a metà luglio, che conferma come in Ticino si paghino salari da fame, è il turno in questi giorni di quella relativa al fenomeno della sottoccupazione.

leggi di più

Livellamento dell'età pensionabile delle donne? Se ne può parlare

di Ronnie David

 

L'innalzamento dell'età pensionabile, o meglio l'allineamento dell'età pensionabile delle donne rispetto a quella degli uomini non deve essere un tabù o una difesa ad oltranza dello status quo per ragioni conservatrici.

leggi di più

Per un nuovo socialismo e una reale democrazia

di Franco Cavalli

 

Erik Olin Wright è un sociologo marxista statunitense, ben conosciuto nel mondo accademico ma anche tra gli attivisti della sinistra americana. L’intenzione dell’autore era, dopo aver pubblicato nel passato già parecchi testi, questa volta di non limitarsi ad affermare la credibilità di un’alternativa democratica e ugualitaria al capitalismo, ma anche di indicare alcune piste di come poter realizzare questa alternativa

leggi di più

In Ticino salari sempre più bassi. E la classe politica resta a guardare

di Red

 

La scorsa settimana, l’Ufficio federale di statistica ha presentato la Rilevazione svizzera della struttura dei salari 2016. Ne emerge un quadro estremamente preoccupante per il nostro Cantone, in particolare per quel che concerne il dilagante fenomeno del dumping salariale. Persino il filogovernativo Corrierone ha dovuto titolare che “Il Ticino è una terra di bassi salari”.

leggi di più

50 anni pride

di Marina Catucci, corrispondente da New York

 

Il WorldPride quest'anno è arrivato a New York per celebrare il 50° anniversario della rivolta di Stonewall, che viene generalmente e simbolicamente considerata come la data di nascita del movimento di liberazione gay in tutto il mondo.

leggi di più

La libertà economica di generare sempre più precari

di ForumAlternativo

 

“Con il divieto di subappalto nella nuova legge sulle commesse pubbliche in Ticino, diventa praticamente impossibile per i prestatori di personale fornire la propria manodopera per gli appalti pubblici. Ciò rappresenta una grave interferenza nella libertà economica delle imprese di lavoro temporaneo e dei loro clienti. Per questo abbiamo inoltrato ricorso al Tribunale federale” (dal comunicato del 16 luglio 2019 di Swisstaffing, associazione padronale delle agenzie interinali in Svizzera).

leggi di più

Istituita una Zona di Pianificazione nel nostro quartiere di montagna

Salva Monte Brè

 

È con grande soddisfazione che abbiamo appreso il comunicato stampa con il quale il Municipio di Locarno ha annunciato ufficialmente il 19 luglio la decisione di introdurre una misura sospensiva di salvaguardia, la Zona di Pianificazione, nel nostro comprensorio montano.

leggi di più

Cassis, Lombardi e la vergogna di Mosca

di ForumAlternativo

 

L’ormai quasi consumato inciucio liberal-pipidino, fatto a difesa dei cadreghini, sta portando già qualche frutto, anche se marcio. Così, sia Cassis che Lombardi han difeso in coro quella che viene descritta come la vergogna di Mosca.

leggi di più

L’Europa e la via della Seta

di Simone Pieranni, corrispondente dalla Cina

 

Anche la Svizzera ha firmato il memorandum. Tra il 25 e il 27 aprile si è svolto a Pechino il secondo summit della Nuova via della Seta (Belt and Road Initiative nella sua sigla internazionale), il progetto mondiale guidato da Pechino nel quale è sostanzialmente coinvolto tutto il mondo.

leggi di più

Flash mob al Buskers festival

Coord. cantonale Sciopero per il clima

 

Una quindicina di ragazze e ragazzi sono stati seduti in mezzo alla folla per mezz'ora con gli occhi bendati: simbolo della negligenza nei confronti della crisi climatica. Essa esiste ma si agisce come se non la si vedesse. I giovani tenevano in mano dei cartelli le cui scritte denunciano l'estrema gravità della crisi climatica.

leggi di più

La sconfitta di Syriza e le sue lezioni per la sinistra

Gary Younge

 

Gli ultimi cinque anni sono stati teatro di una sorprendente crescita della sinistra radicale in occidente, sia negli Stati Uniti che in buona parte dell’Europa. Dopo decenni passati ai margini, i candidati di sinistra hanno ottenuto il sostegno di milioni con un messaggio elettorale entusiasmante, ma sono stati i primi ad essere sorpresi e colti alla sprovvista da questo successo. Una volta ottenuti buoni risultati, hanno dovuto figurarsi cosa fare con la fiducia e la credibilità di cui sono stati investiti. [NdT]

leggi di più

Le borse di studio non sono un privilegio, sono un diritto

Massimiliano Ay, Partito Comunista

 

Di fronte ad una situazione finanziaria non più critica come negli anni passati (quantomeno stando a quello che la maggioranza del parlamento e il governo insistevano nel voler far credere tramite la politica delle “casse vuote”) sarebbe stato il caso di rafforzare il sostegno finanziario al diritto allo studio, su cui in passato si è risparmiato in maniera inopportuna.

leggi di più

Silenzi imbarazzanti

Collettivo R-Esistiamo

 

Quello preoccupante di Norman Gobbi che dopo le pesanti accuse lanciate al Collettivo REsistiamo e ai così definiti «immigrazionisti», si è ben guardato – stranamente, vista la sua martellante presenza sui social - di rispondere al comunicato in cui viene smontato il suo farneticante intervento e gli vengono attribuiti legami vicini agli ambienti di estrema destra.

 

 

 

leggi di più

1° d'agosto 2019


leggi di più

Bambini ammalati di cancro nella Striscia di Gaza

di Francesco Ceppi, oncologo pediatra

 

Maggiore incidenza e grosse difficoltà nel trattamento dei piccoli pazienti, causa Israele e le divisioni politiche.

leggi di più

Una riforma che necessita di più solidarietà

I Verdi del Ticino

 

L’eccessiva concorrenza fiscale priva i Cantoni e i Comuni delle risorse necessarie ai servizi destinati alla popolazione, anche in un’ottica ridistributiva della ricchezza volta a diminuire le disuguaglianze e mantenere la pace sociale.

leggi di più

QUESTA È L'UDC, CAPOFILA DEI CASSAMALATARI

di ForumAlternativo

 

Da sempre i liberali e soprattutto i politici dell’UDC controllano la quasi totalità delle Casse Malati, lasciando qualche briciola al PPD. Da anni perciò l'UDC vuole che le Casse malati abbiano più potere e che si diminuiscano drasticamente le prestazioni rimborsate ai pazienti. E naturalmente, per non perdere prebende milionarie, si oppone ferocemente ad una cassa malati unica.

leggi di più

Abbiamo vinto all’euromillions?!… Quando le cifre ingannano

Jessica Bottinelli, Verdi del Ticino

 

Sogno o son desta, o meglio ancora abbiam vinto al lotto? Me lo son chiesta leggendo del secondo pacchetto fiscale nato per compensare la fine della tassazione agevolata per le imprese presentato dall’onorevole Vitta.

leggi di più

È ora di cambiare, seguendo l’onda viola del 14 giugno

di Red

 

Lo sciopero delle donne andato in scena in tutta la Svizzera lo scorso 14 giugno ha rappresentato la mobilitazione sociale più imponente nella storia del nostro paese. 500'000 donne e uomini solidali sono scesi nella piazze di tutte le principali città svizzere per rivendicare rispetto e diritti oggi purtroppo ancora vergognosamente negati.

leggi di più

Abbassiamo le tasse di iscrizione all’USI!

di RedQ

 

Invece dei regali fiscali ai ricchi... Nel sondaggio online che avevamo fatto un po’ più di un anno fa, il tema dominante per quanto riguardava gli studi universitari era risultato essere quello delle esorbitanti tasse di iscrizione all’USI (vedi tabella sottostante).

leggi di più

È ora di cambiare ricette!

di ForumAlternativo

 

Basta sgravi fiscali che favoriscono diseguaglianze e povertà. Il Governo ha presentato stamattina a Bellinzona l’ennesimo progetto di sgravi fiscali che prevede in particolare la riduzione dell’imposta sull’utile delle società dal 9% al 5.5%, e uno sconto fiscale del 4% per le persone fisiche. Si priva così lo Stato di ingenti risorse in un periodo nel quale le persone stentano ad arrivare alla fine del mese.

leggi di più

Plastic Attack: sabato 13.07 alla Migros di Lugano-Città

Coord. cantonale Sciopero per il Clima

 

La situazione climatica del pianeta è critica, e in continuo peggioramento. Il movimento Sciopero per il clima è arrivato nel nostro cantone da pochi mesi, riuscendo a portare in piazza migliaia di ragazzi e adulti.

leggi di più

Alexandria Ocasio Cortez e le altre contro il trumpismo

di Luca Celada, corrispondente da Los Angeles

 

Lo scorso febbraio, nella solennità grigia e incravattata dello state of the union , l’annuale discorso a camere unificate del presidente, ha fatto irruzione un mare di bianco: quello dei vestiti che le deputate democratiche hanno scelto di indossare per dare forma, anche cromatica, alla loro compatta opposizione.

leggi di più

Oltre il femminismo. Intervista a Franca Cleis

di Red

 

Vi proponiamo questa interessante intervista che Sabrina Riccio e Manuela Cattaneo hanno fatto a Franca Cleis in vista della sciopero della donne del 14 giugno e pubblicata sul nostro ultimo Quaderno nella rubrica "Oltre il femminismo".

leggi di più

Il collettivo R-Esistiamo replica alle accuse ricevute

di Red

 

Pubblichiamo la presa di posizione del collettivo R-Esistiamo sulle accuse ricevute negli scorsi giorni e in particolare sulle dichiarazioni rilasciate dal Consigliere di Stato Norman Gobbi sulle vicende legate al bunker di Camorino.

leggi di più

Caldo, plastica, barche a motore e rifiuti: come sta davvero il Ceresio?

Andrea Stephani, Verdi del Ticino

 

Questa mattina ho presentato un’Interrogazione al Consiglio di Stato sulla problematica dello stato di salute generale del Lago Ceresio.

 

leggi di più

Sconcertante Berset

di ForumAlternativo

 

Lo avevamo dichiarato in tempi non sospetti, durante la campagna che ha preceduto il voto sulla RFFA: non solo la sua approvazione non avrebbe scongiurato l’innalzamento dell’età di pensionamento delle donne, ma anzi l’avrebbe favorita e sarebbe stata accompagnata da un nuovo aumento dell’Iva. Detto fatto: ieri è arrivato l’annuncio da parte del consigliere federale socialista Alain Berset.

leggi di più

Se quattro anni vi sembran pochi…

di RedQ

 

Continua la melina sull’iniziativa per coprire le spese dentarie. Abbiamo ormai oltrepassato il limite dei quattro anni da quando sono state consegnate le firme dell’iniziativa popolare che chiede l’introduzione di un sistema assicurativo che copra le spese delle cure dentarie di base, che stanno diventando una spesa sempre meno sopportabile per una parte crescente della nostra popolazione.

leggi di più

PRESIDIO AL DSS PER LA CHIUSURA DEL BUNKER DI CAMORINO!

Collettivo R-esistiamo

 

Presidio a Bellinzona, domani martedì 2 luglio dalle 13.00 fino a fine pomeriggio sotto gli uffici del DSS in Piazza del Governo.

leggi di più

L'elezioni comunali si avvicinano

di Red

 

Bruno Brughera, portavoce di AIDA, intervistato dal giornalista del NZZ Peter Jankovsky sull'autogestione, il CSOA il Molino e le politiche della città di Lugano.

leggi di più

Ospedali di Gaza

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Il weekend di sangue del 4 e 5 maggio, costato la vita a 25 palestinesi, molti dei quali civili, uccisi dai bombardamenti dell’aviazione dello Stato ebraico, e a quattro cittadini israeliani colpiti dai razzi sparati dai palestinesi, ha confermato l’insostenibilità della situazione della Striscia di Gaza, di fatto una prigione per oltre due milioni di persone, stretta nel blocco terrestre e marittimo attuato da Israele da 12 anni a questa parte.

leggi di più

Misure più incisive per la qualità dell’aria

I Verdi del Ticino

 

Siamo molto preoccupati della qualità dell’aria in Ticino e chiediamo misure urgenti e strutturali più incisive. L’attuale ondata di canicola, accompagnata da valori di ozono molto elevati e quindi dannosi per la salute, i più alti della Svizzera, dimostra la necessità di agire.

leggi di più

Vitta, basta sgravi fiscali! Prepariamoci al referendum

di ForumAlternativo

 

Come riportato dai media, a breve Christian Vitta presenterà il messaggio sull’ennesimo pacchetto di sgravi fiscali che prevede un drastico taglio dell’imposta sull’utile delle società. L’ennesimo assalto alla diligenza delle casse dello Stato, che segue il primo pacchetto di sgravi fiscali proposto lo scorso anno a livello cantonale e quello presentato a livello federale attraverso la RFFA.

leggi di più

Breve riassunto di una storia decisamente troppo lunga

PIAZZAPERTA - Collettivo R-esistiamo

 

Ci siamo accorti del bunker di Camorino quasi per caso nella primavera dell'anno scorso, Conoscendo persone che vivevano lì o che vi erano state. Persone, lo ricordiamo, fuggite da Paesi in guerra o con regimi dittatoriali o dalla miseria e che per giungere fin qui hanno già vissuto difficoltà e subìto violenze di ogni tipo.

leggi di più

Diritto allo studio? Solo se sei ricco!

Gioventù Comunista

 

Il Gran Consiglio ticinese ha approvato nella sua ultima seduta prima della pausa estiva il rapporto di maggioranza della Commissione Formazione e Cultura riguardo alla petizione del Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA) e all’iniziativa parlamentare della deputata PS Daniela Pugno Ghirlanda, le quali prevedevano un rafforzamento delle borse di studio.

leggi di più

Rispetto dei diritti a colpi di WiFi?

I Verdi del Ticino

 

Bisogna optare per lo sciopero della fame affinché si possa attirare l’attenzione dell’opinione pubblica e delle autorità per reclamare i diritti fondamentali che spettano a ogni essere umano? Ebbene la violazione dei diritti, come quello all’abitazione per esempio, non è accettabile.

leggi di più

La Posta torni una regia federale!

Unione Sindacale Ticino e Moesa

 

L’USS-Ticino e Moesa chiede all’USS nazionale di lanciare un’iniziativa popolare per ripristinare la regia federale della Posta. Il Gran Consiglio del Cantone Ticino, più di due anni fa, ha votato quasi all’unanimità una risoluzione con la quale chiedeva alla Confederazione di adottare una moratoria per le chiusure degli uffici postali.

leggi di più

Esposizione di Marco Meier

leggi di più

I cassamalatari attaccano le infermiere

di RedQ

 

In diversi numeri dei nostri Quaderni abbiamo parlato della situazione delle infermiere in generale ed in particolare dell’iniziativa popolare “Per cure infermieristiche forti”, lanciata nel gennaio 2017 dall’Associazione Svizzera degli Infermieri (ASI), che è stata consegnata già nel novembre 2017 con oltre 120’000 firme raccolte molto rapidamente.

leggi di più

Israele, analisi del voto

di Michele Giorgio, corrispondente dal Medio Oriente

 

Mentre chiudiamo questa analisi dell’esito del voto israeliano del 9 aprile, Benyamin Netanyahu, premier riconfermato e incaricato di formare il governo, non ha ancora annunciato la formazione della nuova maggioranza di destra che guiderà Israele, in continuità e ulteriore radicalizzazione dei programmi degli esecutivi che ha guidato negli ultimi dieci anni.

leggi di più

Perché mi ricandido

di Red

 

Serata del 12 giugno, Verdi, Pc e Forum presentano il programma e i candidati della lista Verdi e Sinistra Alternativa per le elezioni federali del prossimo ottobre. Pubblichiamo l’intervento di Franco Cavalli, candidato al Consiglio Nazionale.

leggi di più

Caro Käppeli, il diritto allo studio non vale solo in campagna elettorale

Gioventù Comunista

 

Prendiamo atto della proposta di aumentare il frazionamento delle borse di studio al master in prestiti, alzando la soglia minima dallo 0 al 25%, rendendo di fatto impossibile l’attuale frazionamento del 10% adottato dal governo.

leggi di più